Mercoled?, 12/05/2021
19:29

Direttore responsabile Franco Musso

ASSOCIAZIONE RADIO ASTI EUROPA P.IVA 01553610054

 

Home Page

 

 

 


Giovedì 29 aprile 2021

Alba: la Biblioteca e il Museo riaprono al pubblico

A partire da oggi, giovedì 29 aprile, è nuovamente possibile frequentare la Biblioteca e il Museo di Alba, attenendosi alle necessarie disposizioni di sicurezza che prevedono l’accesso contingentato, l’uso obbligatorio della mascherina e il rispetto della distanza interpersonale.

La Biblioteca civica G. Ferrero è aperta dal martedì al venerdì con orario 9-12,30 e 14-18; al sabato dalle 9 alle 12,30 su prenotazione. Il pubblico, dopo aver effettuato le operazioni di registrazione all’ingresso, può accedere agli scaffali per il tempo necessario a scegliere i volumi. Solo per esigenze di studio o ricerca sono disponibili alcune postazioni individuali, prenotabili per telefono o e-mail. Per chi lo desidera, è sempre possibile prenotare i libri contattando preventivamente la Biblioteca. Il catalogo dei libri è disponibile on-line all’indirizzo www.librinlinea.it. Resta ancora chiusa la sala di giornali e riviste. Ricordiamo che è disponibile per i tesserati il servizio di prestito digitale, che mette a disposizione gratuitamente migliaia di e-book, periodici e audiolibri in formato elettronico. Per informazioni e prenotazioni telefonare allo 0173.292.468 o scrivere a prestito@comune.alba.cn.it.

Il Museo civico F. Eusebio è visitabile nei consueti orari di apertura: dal martedì al venerdì dalle ore 15 alle ore 18; sabato, domenica e festivi dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 19. Per garantire l’ingresso contingentato è obbligatoria la prenotazione. Oltre alle ventuno sale espositive dedicate all’archeologia e alle scienze naturali, è ancora visitabile la mostra “Alba. Nuove luci sul passato” che consente di ammirare i reperti provenienti dagli ultimi dieci anni di scavi urbani. Per informazioni e prenotazioni telefonare allo 0173.292.473 o scrivere a museo@comune.alba.cn.it.
+++++++++

Martedì 27 aprile 2021

Alba: tavolo di confronto sugli “Adolescenti al tempo del Covid”

Un confronto in videoconferenza sugli “Adolescenti al tempo del Covid” si è svolto lunedì 26 aprile, tra gli assessori comunali ai Servizi sociali, Elisa Boschiazzo e alle Politiche giovanili, Carlotta Boffa e gli esperti dei servizi territoriali in materia di minori e famiglie.

Al tavolo di lavoro erano presenti, oltre agli amministratori comunali, per il Comune la Dirigente ai Servizi Socio Educativi e Culturali Cristina Carmilla, per l’Asl Cn2 Alba – Bra, Elisa Colombi, responsabile di Neuropsichiatria infantile, Silvia Moglia coordinatrice Neuropsichiatria infantile, Daniele Saglietti direttore di Psicologia, Maurizio Coppola direttore del Servizio dipendenze patologiche, Carmen Occhetto psicologa responsabile area prevenzione Servizio dipendenze patologiche e per il Consorzio Socio Assistenziale Alba Langhe Roero il direttore Marco Bertoluzzo e Luca Anolli responsabile area minori.

Obiettivo dell’incontro la creazione di una stretta sinergia tra servizi del territorio per meglio affrontare gli impatti dell’attuale pandemia sugli adolescenti albesi, per conoscere eventuali situazioni di disagio, individuare i bisogni reali dei ragazzi e lavorare su mirate politiche di supporto durante questo periodo di emergenza sanitaria. Dal tavolo è emersa la volontà di lavorare in rete per promuovere e attivare azioni congiunte che possano dare riposte concrete alle famiglie e ai ragazzi che hanno dovuto affrontare un anno particolarmente difficile a causa dell’isolamento sociale imposto dall’emergenza sanitaria.

«Con la pandemia – spiega l’assessore comunale ai Servizi sociali Elisa Boschiazzo – i servizi sociali comunali hanno registrato un incremento di richieste di sostegno da parte delle famiglie. Un confronto con i diversi ambiti di assistenza sul territorio per noi è importante. Ci aiuta a conoscere meglio problematiche nuove emerse e da affrontare, per valutare adeguatamente le strategie più opportune da mettere in atto ed in quali settori specifici investire risorse economiche, professionali e umane. Obiettivo è creare un “tavolo di confronto permanente” utile a lavorare costantemente sui reali bisogni dei nostri concittadini».
++++++


Sabato 17 aprile 2021

Alba: con la riapertura delle scuole superiori riprende il servizio di trasporto scolastico e partono nuovi progetti di sensibilizzazione sulle buone prassi di comportamento da adottare per prevenire il rischio di contagio da Covid-19

A seguito dell’ingresso della Provincia di Cuneo in “zona arancione”, a decorrere da lunedì 19 aprile torneranno tra i banchi di scuola tutti gli allievi delle seconde e terze medie e i ragazzi degli Istituti superiori, con didattica in presenza al 50%.

In vista di ciò, Amministrazione comunale e Consorzio GrandaBus hanno operato al fine di garantire, come sempre, un servizio di trasporto scolastico efficiente e sicuro: oltre alla riattivazione di tutte le corse dedicate già previste ad inizio anno scolastico, verrà riattivato l’ampliamento temporaneo dell'autostazione di piazzale Dogliotti, nel tratto stradale di piazza Medford, compreso tra il Palazzo Mostre e Congressi e l’autostazione stessa, già istituito nel mese di gennaio per agevolare il distanziamento ed evitare l'incrocio dei flussi, ottimizzando il transito degli autobus.

L’area sarà, quindi, nuovamente riservata ai mezzi extraurbani provenienti prevalentemente dalle varie direttrici che collegano Alba a Neive, Canale, Torino, ecc., e sarà attiva dalle 7,15 alle 8,15 e dalle 13,15 alle 14,15. Gli autobus provenienti da piazza Sarti e diretti in corso Torino saranno autorizzati a svoltare a sinistra per uscire da Alba in direzione del ponte albertino.

Ripristinato, altresì, l’ampliamento della fermata presente in corso Langhe, utilizzata in particolare dagli studenti dell’Istituto Umberto I, attraverso l’istituzione del divieto di sosta temporaneo ai veicoli sui due stalli di fronte al numero civico 51/C.

La riapertura dei plessi scolastici sarà occasione anche per l’avvio di un progetto per il corretto comportamento in emergenza sanitaria, in collaborazione tra il Comune di Alba e la Provincia di Cuneo, finalizzato alla promozione di attività educative rivolte alla diffusione di buone prassi da adottare per la prevenzione del rischio di contagio da Covid-19.

L’iniziativa, rivolta in particolare agli allievi degli Istituti superiori albesi, si articolerà in diverse azioni, prevedendo, tra le altre, una diffusa campagna di accompagnamento e sensibilizzazione, da realizzare mediante la presenza di educatori all’entrata e all’uscita degli Istituti, nei pressi delle fermate del trasporto pubblico nonché nei luoghi di maggiori incontro e assembramento di giovani (tra gli altri H Zone, Piazza San Giovanni, Cortile della Maddalena, Autostazione, Stazione Ferroviaria).

Il progetto include altresì la realizzazione di un videoclip di facile diffusione e di forte impatto giovanile, che verrà trasmesso tramite i canali social del Comune e diffuso alle scuole cittadine, per incentivare l’adozione di comportamenti responsabili.

Il sindaco Carlo Bo: “La ripartenza delle scuole è un traguardo importante e, una volta raggiunto, l’obiettivo è fare in modo che i nostri studenti possano completare l’anno scolastico in presenza senza ulteriori interruzioni, mettendo in campo azioni preventive per aiutare ad evitare la possibile diffusione del contagio. Ringrazio i dirigenti e il personale scolastico per la fattiva collaborazione e per la professionalità con cui hanno saputo gestire l’emergenza”.

Gli assessori Elisa Boschiazzo e Massimo Reggio: “Continuiamo a prestare attenzione al trasporto scolastico, sotto i riflettori da inizio pandemia, per evitare tutte le possibili situazioni di sovraffollamento e assembramenti. Inoltre, in sinergia con la Provincia, ci adopereremo anche per sensibilizzare i ragazzi sui comportamenti più corretti avvalendoci della presenza di educatori professionisti, non solo a scuola ma anche nei luoghi di maggiore aggregazione dei giovani”.
+++++++++++

Giovedì 8 aprile 2021

Alba: al via il cantiere di restyling di piazza Michele Ferrero

Sono iniziati come da programma i lavori per la nuova pavimentazione di piazza Michele Ferrero, il progetto di riqualificazione di uno degli spazi più importanti e vitali della città, fortemente voluto dalla Giunta guidata dal sindaco Carlo Bo.



L’intervento si propone di risolvere i problemi legati alla pavimentazione, utilizzandone una più resistente e di più facile manutenzione. Le piastrelle posizionate nel 2008, infatti, presentano crepe in parecchi punti, causate in particolare dai carichi delle strutture che, negli anni, sono state temporaneamente installate nella piazza.

In continuità con le soluzioni adottate in occasione dei restyling nelle piazze Gari­bal­di e San Fran­cesco, anche per piazza Ferrero è stata scelta la pietra di Luserna. Nella parte centrale e pedonale si è optato per il formato in cubetti, mentre per gli spazi laterali saranno usate delle lastre.

I lavori prevedono la rimozione delle vecchie piastrelle in gres ceramico, il rifacimento del sottofondo e la posa delle nuove piastrelle. La spesa complessiva ammonta a 300 mila euro. La durata del cantiere è di 80 giorni. L’intervento, però, sarà realizzato per zone, lasciando parti della piazza sempre libere e utilizzabili, come concordato insieme con i commercianti e i titolari delle attività con dehors.

“E’ un’opera che ci sta particolarmente a cuore – dichiarano il sindaco di Alba Carlo Bo e l’assessore ai Lavori pubblici Massimo Reggio -. La piazza intitolata a Michele Ferrero è uno dei biglietti da visita della città e uno dei salotti più frequentati dai turisti e dagli stessi residenti. Il cantiere sarebbe dovuto partire la scorsa estate, ma abbiamo deciso di rinviare per dare respiro al commercio locale, che allora ripartiva dopo il primo lockdown. D’accordo con gli esercenti, si è deciso di dare ora il via ai lavori, viste le chiusure imposte dal Covid, terminando prima dell’estate, così da ridurre al minimo i disagi e consentire, alla riapertura, di poter accogliere i clienti negli spazi all’aperto”.
++++++++++

Venerdì 2 aprile 2021

Alba: le torri si illuminano di blu per la Giornata Mondiale della Consapevolezza dell’Autismo

Nella serata di oggi, venerdì 2 aprile, le torri di piazza Risorgimento saranno illuminate di blu, il colore che accompagna tutte le iniziative legate all’autismo. La Giornata Mondiale è stata istituita nel 2007 dall’Assemblea Generale dell’ONU, per richiamare annualmente l’attenzione sui diritti delle persone nello spettro autistico.

“In Italia quasi 1 bambino su 80 presenta disturbi nello spettro autistico – dichiara l’assessore Elisa Boschiazzo – e per questo riteniamo importante far sentire la nostra vicinanza alle famiglie. Nel tempo la consapevolezza e l’informazione sono molto cresciute, ma è fondamentale ricordarsi tutto l’anno di chi soffre di questi disturbi e offrire loro l’adeguato supporto”.

I disturbi dello spettro autistico determinano una compromissione qualitativa dell’interazione sociale e della comunicazione, con sintomi molto differenziati da persona a persona; per questo motivo i bisogni specifici e la necessità di sostegno sono variabili e possono mutare nel tempo.

In Italia, secondo i dati dell’Osservatorio Nazionale, 1 bambino su 77 (età 7-9 anni) presenta un disturbo dello spettro autistico, con una prevalenza maggiore nei maschi.
+++++

Giovedì 1 aprile 2021

Alba: i sette comuni coinvolti nella realizzazione del lotto 2.6 dell’autostrada Asti-Cuneo hanno formalizzato la richiesta di istituzione di un Tavolo tecnico permanente

I sindaci dei Comuni coinvolti nella realizzazione del lotto 2.6 della A33, con una lettera indirizzata alla società Autostrada Asti-Cuneo, hanno formalizzato la richiesta di istituzione di un Tavolo tecnico permanente che riunisca periodicamente comuni, società concessionaria e impresa costruttrice, d’intesa anche con la Regione Piemonte e la Provincia di Cuneo.

Alba, Bra, Cherasco, Grinzane Cavour, La Morra, Roddi e Verduno, dopo il sopralluogo al cantiere del viceministro delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili, Alessandro Morelli, e l’annuncio del cronoprogramma da parte dell’amministratore delegato della società Asti-Cuneo, Bernardo Magrì, hanno subito voluto presentare una richiesta ufficiale perché venga creato al più presto un gruppo di lavoro attraverso cui poter seguire da vicino i cantieri.

“Il Tavolo tecnico – spiega il sindaco Carlo Bo – è lo strumento per rimanere aggiornati sull’andamento dei lavori e poter affrontare e risolvere in modo tempestivo e coordinato le eventuali problematiche di viabilità e di interazione del cantiere con il territorio, rispettando le tempistiche programmate. Ci siamo confrontati con la Regione e la Provincia che hanno condiviso la proposta ed espresso l’intenzione di partecipare. Ringrazio anche i miei colleghi primi cittadini per la fattiva collaborazione. Tutti abbiamo un unico obiettivo: vedere completata l’autostrada e ottenere le opere complementari fondamentali per la viabilità di tutto il territorio, soprattutto per raggiungere al meglio l’ospedale di Verduno”.

Il cronoprogramma presentato dalla società concessionaria prevede 30 mesi di tempo per il completamento del lotto 2.6b, che coinvolge anche la tangenziale di Alba, e 46 mesi per il completamento dell’intero lotto 2.6 da Alba a Cherasco. L’iter comprende la realizzazione del tratto Alba-Verduno, l’adeguamento della tangenziale albese, la nuova progettazione del tratto Verduno-Cherasco e la successiva realizzazione.
++++++++++++++


Giovedì 18 marzo 2021

Alba: un minuto di silenzio e bandiere a mezz’asta per la Giornata nazionale delle vittime del Covid

Anche la Città di Alba celebra oggi, 18 marzo, la prima Giornata nazionale per le vittime dell'epidemia da coronavirus, data in cui un anno fa, a Bergamo, i mezzi militari sono stati usati per il trasporto delle salme.

Il sindaco Carlo Bo questa mattina ha aderito alla proposta dell’Anci, l’Associazione nazionale comuni italiani: in concomitanza con l’arrivo a Bergamo del Presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Draghi, alle 11, l’associazione ha invitato i primi cittadini a ritrovarsi davanti ai propri municipi, indossando la fascia tricolore, per osservare un minuto di silenzio al cospetto della bandiera italiana esposta a mezz’asta.

“Oggi il pensiero va ad ognuna delle vittime della pandemia e alle loro famiglie – afferma il sindaco Carlo Bo -. Le immagini di quel che accadeva a Bergamo il 18 marzo 2020 rimarranno indelebili nelle nostre menti, simbolo di quest’anno drammatico e del senso di rabbia e impotenza che ciascuno di noi ha provato di fronte a tutto questo. Non avremmo mai immaginato di trovarci oggi, un anno dopo, ancora in questa situazione e l’unico desiderio che abbiamo è di poter scrivere presto la parola fine”.
+++++++++++++

Giovedì 18 marzo 2021

Alba: per il rispetto delle norme anti Covid gli uffici comunali ricevono solo su appuntamento

Per il pieno rispetto delle normative legate all’emergenza sanitaria in atto e la tutela della salute dei cittadini, il Comune di Alba ricorda agli utenti che gli uffici comunali ricevono esclusivamente su appuntamento.

L’ingresso in Municipio, dunque, è possibile solo avendo preventivamente concordato con gli uffici giorno e ora dell’incontro. All’ingresso, inoltre, verrà rilevata la temperatura corporea che, per poter accedere, dovrà essere inferiore ai 37,5 gradi.

Il personale è a disposizione per fornire informazioni e chiarimenti sia telefonicamente sia via mail. I recapiti dei rispettivi uffici e servizi sono a disposizione sul sito www.comune.alba.cn.it.
++++++++++++++

Venerdì 12 marzo 2021

Alba: emergenza Coronavirus – aggiornamento

Ad Alba i residenti attualmente positivi al Coronavirus sono 271, di cui 15 ricoverati.
I decessi di persone affette da Covid-19 da inizio pandemia sono 52.
I guariti da inizio pandemia sono 792.

I dati si riferiscono alla piattaforma Covid-19 a cui hanno accesso i Comuni realizzata dal Csi per la Regione Piemonte.

“Questa settimana, dopo oltre un mese senza decessi, contiamo altre due vittime tra i residenti albesi. Le nostre più sincere condoglianze alle famiglie colpite da questi nuovi lutti – dichiara il sindaco Carlo Bo -. In attesa delle prossime disposizioni sulla zona rossa, che sarà attivata anche in Piemonte a partire da lunedì, chiediamo responsabilità e collaborazione da parte di tutti i cittadini”.

Il Piemonte è in “zona arancione”, Alba rientra nella “fascia di rischio 1”

Sabato 13 e domenica 14 marzo in Piemonte non sarà possibile recarsi nelle seconde case: lo prevede una ordinanza regionale che sarà emanata in vista del passaggio del Piemonte in zona rossa a partire da lunedì 15 marzo.

Scuola: Alba da lunedì 8 marzo rientra tra i comuni in “fascia di rischio 1”, in cui è sospesa l’attività didattica in presenza, con conseguente attivazione di quella a distanza al 100%, nelle scuole di ogni ordine e grado, ad eccezione di nidi e micronidi e dell’attività scolastica per i disabili e dei laboratori.

Aree attrezzate gioco e sport: per limitare la possibilità di occasioni di assembramento, da martedì 9 marzo in tutto il Piemonte non sarà consentito l’utilizzo delle aree attrezzate per gioco e sport, come ad esempio scivoli, altalene, campi di basket, zone skate, in aree pubbliche e all’interno di parchi e giardini pubblici (fatta salva la possibilità di fruizione ai soggetti con disabilità).

Attività commerciali: da sabato 6 marzo l’accesso alle attività commerciali è consentito ad un solo componente per nucleo familiare (ad eccezione della necessità di recare con sé minori, disabili o anziani). Apertura dei negozi al dettaglio. Chiusura nel weekend dei centri commerciali (ad eccezione delle farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, generi alimentari, fiorai, tabaccherie, edicole e librerie presenti al loro interno). Apertura dei parrucchieri e dei centri estetici. Apertura dei mercati anche extra-alimentari. Sospensione di attività di sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine anche nei bar e tabaccherie.

Ristorazione: chiusura di bar e ristoranti, 7 giorni su 7. L’asporto e` consentito fino alle ore 18 per i bar, fino alle ore 22 per i ristoranti, mentre è sempre permessa la consegna a domicilio. Inoltre si raccomanda fortemente per le attività di ristorazione la vendita con consegna a domicilio rispetto all’asporto.

Spostamenti: sì agli spostamenti all’interno del proprio Comune senza autocertificazione, che si raccomanda però di evitare se non necessari. Vietato spostarsi sia dal proprio Comune che in entrata e in uscita da una Regione all’altra, salvo che per lavoro, studio, salute o necessità. Consentiti gli spostamenti dai Comuni con meno di 5000 abitanti per una distanza non superiore ai 30 km, ma non verso i capoluoghi di provincia. Consentita la visita a parenti e amici, solo all’interno del proprio Comune e nel limite di due persone, oltre ai minori di 14 anni sui quali tali persone esercitino la potestà genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi. Vietato circolare dalle ore 22 alle 5 del mattino salvo comprovati motivi di lavoro, necessità e salute

Attività motoria: consentita l’attività motoria nei pressi della propria abitazione e l’attività sportiva all’aperto, ma solo in forma individuale. Aperti i centri sportivi, mentre sono chiusi impianti sciistici, piscine e palestre.

Cultura: chiusura di musei e mostre, teatri e cinema.


È possibile contattare il Dipartimento di prevenzione dell’Asl Cn2 telefonando allo 0173/316619 o scrivendo una mail a dipp.alba@aslcn2.it.

Si ribadisce l’importanza delle misure di prevenzione igienico sanitaria:

1. lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie e altri luoghi di aggregazione, soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani;

2. evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;

3. evitare abbracci e strette di mano;

4. mantenere, nei contatti sociali, una distanza interpersonale di almeno un metro;

5. praticare l’igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie);

6. evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, in particolare durante l’attività sportiva;

7. non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;

8. coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;

9. non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;

10. pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;

11. è fortemente raccomandato in tutti i contatti sociali, utilizzare protezioni delle vie respiratorie come misura aggiuntiva alle altre misure di protezione individuale igienico-sanitarie.
++++++++++++++++++++++++

Lunedì 8 marzo 2021

Alba: riunione del Coc per l’emergenza sanitaria

Questa mattina, lunedì 8 marzo, si è riunito il COC, Centro Operativo Comunale, per confrontarsi sulle nuove disposizioni nazionali e regionali, nonché per stabilire i provvedimenti a livello comunale.


“Il numero dei positivi in città – dichiara il sindaco Carlo Bo – ci impone massima attenzione per evitare un progresso rapido dei contagi. Ciascuno faccia la sua parte, nel rispetto delle vittime che anche la nostra città ha dovuto piangere e degli operatori sanitari che da un anno si adoperano per noi. Faccio mio l’invito del Direttore generale dell’Asl Cn2 Massimo Veglio che chiede ancora uno sforzo da parte della popolazione per ridurre il numero dei contagiati e non compromettere la campagna vaccinale.”

Il Piemonte è in zona arancione, ma suddiviso al suo interno in due fasce di rischio: Alba rientra nella fascia 1, più restrittiva, che prevede la didattica a distanza per tutte le scuole di ogni ordine e grado, fatta eccezione della fascia di età 0-3.


Inoltre per la fascia 1:

a far data dal 9 marzo 2021, non è consentito l’utilizzo delle aree attrezzate per gioco e sport (a mero titolo esemplificativo, aree attrezzate con scivoli ed altalene, campi di basket, aree skate) in aree pubbliche e all’interno di parchi, ville e giardini pubblici, fatta salva la possibilità di fruizione da parte di soggetti con disabilità.

Si informa che saranno chiuse al pubblico, fino al 06 aprile 2021 compreso, tutte le aree attrezzate per gioco e sport in aree pubbliche e all’interno di parchi, ville e giardini pubblici che saranno transennati o, comunque, delimitati con opportuno materiale ad alta visibilità e con l’apposizione di cartelli informativi. Resteranno aperti, a esclusivo servizio dei soggetti con disabilità, il giardino Dalmasso di corso Langhe e il parco Sobrino in piazzale Beausoleil.

l’accesso alle attività commerciali al dettaglio, al fine di limitare al massimo la concentrazione di persone, è consentito ad un solo componente per nucleo familiare, fatta eccezione per la necessità di recare con sé minori, disabili o anziani;

si raccomanda fortemente, per le attività di ristorazione, la vendita con consegna a domicilio in luogo dell’asporto.

Si ricorda che sul sito del Comune di Alba è presente l’elenco delle attività, alimentari e non, che effettuano consegne a domicilio: https://www.comune.alba.cn.it/notizie-in-primo-piano/4710
-consegne-a-domicilio-ad-alba-alimentari-e-non. Si invitano i cittadini a usufruire di questa possibilità, nonché gli esercenti che ancora non abbiano segnalato il servizio a contattare il comune, inviando una mail a: alba@comune.alba.cn.it.

sono sospesi mostre e aperture al pubblico di musei e luoghi della cultura, a eccezione delle biblioteche che offrono servizi con prenotazione.

Onde evitare assembramenti, il cortile della Maddalena resterà chiuso, con ingresso riservato solamente a chi deve ritirare o restituire i libri. La biblioteca comunale rimarrà aperta il martedì e il giovedì, dalle 10 alle 12 e dalle 15:30 alle 17:30, per servizio di prestito e restituzione dei libri esclusivamente su prenotazione, contattando la Biblioteca allo 0173.292.468 o scrivendo a prestito@comune.alba.cn.it. Il catalogo dei libri è disponibile on-line all’indirizzo www.librinlinea.it. Restano sempre disponibili i servizi digitali (videoclip per bambini e adulti, prestito e-book, consultazione periodici on-line) accessibili dalla pagina web della Biblioteca (www.comune.alba.cn.it).
+++++


Sabato 6 marzo 2021

Alba: emergenza Coronavirus – aggiornamento

Ad Alba i residenti attualmente positivi al Coronavirus sono 186, di cui 14 ricoverati.
I decessi di persone affette da Covid-19 da inizio pandemia sono 50.
I guariti da inizio pandemia sono 760.

I dati si riferiscono alla piattaforma Covid-19 a cui hanno accesso i Comuni realizzata dal Csi per la Regione Piemonte.

“In una settimana gli albesi attualmente positivi sono molto aumentati così come il numero di chi tra loro è dovuto ricorrere alle cure ospedaliere – dichiara il sindaco Carlo Bo -. Da lunedì entreranno in vigore le nuove ordinanze restrittive legate alla didattica a distanza, un nuovo grosso sacrificio chiesto ai nostri ragazzi e alle nostre famiglie che ci auguriamo possa durare il minor tempo possibile. L’Asl Cn2 ieri, inoltre, ci ha aggiornati su come sta procedendo la campagna vaccinale sul territorio: le dosi somministrate sono oltre 17mila, pari al 10% della popolazione”.

Il Piemonte è in “zona arancione”, Alba rientra nella “fascia di rischio 1”

Scuola: Alba da lunedì 8 marzo rientra tra i comuni in “fascia di rischio 1”, in cui è sospesa l’attività didattica in presenza, con conseguente attivazione di quella a distanza al 100%, nelle scuole di ogni ordine e grado, ad eccezione di nidi e micronidi e dell’attività scolastica per i disabili e dei laboratori.

Aree attrezzate gioco e sport: per limitare la possibilità di occasioni di assembramento, da martedì 9 marzo in tutto il Piemonte non sarà consentito l’utilizzo delle aree attrezzate per gioco e sport, come ad esempio scivoli, altalene, campi di basket, zone skate, in aree pubbliche e all’interno di parchi e giardini pubblici (fatta salva la possibilità di fruizione ai soggetti con disabilità).

Attività commerciali: da sabato 6 marzo l’accesso alle attività commerciali è consentito ad un solo componente per nucleo familiare (ad eccezione della necessità di recare con sé minori, disabili o anziani). Apertura dei negozi al dettaglio. Chiusura nel weekend dei centri commerciali (ad eccezione delle farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, generi alimentari, fiorai, tabaccherie, edicole e librerie presenti al loro interno). Apertura dei parrucchieri e dei centri estetici. Apertura dei mercati anche extra-alimentari. Sospensione di attività di sale giochi, sale scommesse, bingo e slot machine anche nei bar e tabaccherie.

Ristorazione: chiusura di bar e ristoranti, 7 giorni su 7. L’asporto e` consentito fino alle ore 18 per i bar, fino alle ore 22 per i ristoranti, mentre è sempre permessa la consegna a domicilio. Inoltre si raccomanda fortemente per le attività di ristorazione la vendita con consegna a domicilio rispetto all’asporto.

Spostamenti: sì agli spostamenti all’interno del proprio Comune senza autocertificazione, che si raccomanda però di evitare se non necessari. Vietato spostarsi sia dal proprio Comune che in entrata e in uscita da una Regione all’altra, salvo che per lavoro, studio, salute o necessità. Consentiti gli spostamenti dai Comuni con meno di 5000 abitanti per una distanza non superiore ai 30 km, ma non verso i capoluoghi di provincia. Consentita la visita a parenti e amici, solo all’interno del proprio Comune e nel limite di due persone, oltre ai minori di 14 anni sui quali tali persone esercitino la potestà genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi. Vietato circolare dalle ore 22 alle 5 del mattino salvo comprovati motivi di lavoro, necessità e salute

Attività motoria: consentita l’attività motoria nei pressi della propria abitazione e l’attività sportiva all’aperto, ma solo in forma individuale. Aperti i centri sportivi, mentre sono chiusi impianti sciistici, piscine e palestre.

Cultura: chiusura di musei e mostre, teatri e cinema.

È possibile contattare il Dipartimento di prevenzione dell’Asl Cn2 telefonando allo 0173/316619 o scrivendo una mail a dipp.alba@aslcn2.it.

Si ribadisce l’importanza delle misure di prevenzione igienico sanitaria:

1. lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie e altri luoghi di aggregazione, soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani;

2. evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;

3. evitare abbracci e strette di mano;

4. mantenere, nei contatti sociali, una distanza interpersonale di almeno un metro;

5. praticare l’igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie);

6. evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, in particolare durante l’attività sportiva;

7. non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;

8. coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;

9. non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;

10. pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;

11. è fortemente raccomandato in tutti i contatti sociali, utilizzare protezioni delle vie respiratorie come misura aggiuntiva alle altre misure di protezione individuale igienico-sanitarie.
++++++++++++

Venerdì 5 marzo 2021

Alba: l’Amministrazione celebra la Giornata internazionale dei diritti della donna in diretta streaming dal Municipio
Lunedì 8 marzo alle ore 18 sul canale YouTube Città di Alba

La donna e le pari opportunità saranno al centro della diretta streaming in programma lunedì 8 marzo alle ore 18 sul canale YouTube della Città di Alba. Il presidente del Consiglio comunale, Domenico Boeri, ha convocato l’incontro online per celebrare la Giornata internazionale dei diritti della donna, nonostante le limitazioni imposte dall’emergenza sanitaria in corso. Un appuntamento che si affianca a “Non solo Marzo – Oltre la parità di genere”, le iniziative promosse dall’assessorato alle Pari opportunità del Comune di Alba e dalla Consulta per le Pari opportunità.

Il programma dell’evento in streaming prevede, dopo i saluti iniziali del presidente del Consiglio comunale, l’intervento di Ivana Sarotto, presidente della Consulta albese per le Pari opportunità. A seguire anche i consiglieri comunali, tre della maggioranza e tre della minoranza, condivideranno le loro riflessioni sulla ricorrenza, per chiudere l’appuntamento con i contributi della vicesindaco e assessore alle Pari opportunità Carlotta Boffa e del sindaco Carlo Bo.

Il presidente del Consiglio comunale Domenico Boeri: “Una riflessione oggi più che mai importante e urgente visto che questa drammatica pandemia ha avuto tra i suoi effetti anche quello di far registrare un incremento degli episodi di violenza contro le donne e dei femminicidi. Numeri inaccettabili che vanno combattuti, da una parte, attraverso progetti di educazione e sensibilizzazione e, dall’altra, con il supporto fattivo alle donne vittime di queste situazioni”.

Nella stessa giornata il sindaco Carlo Bo firmerà la Carta d’intenti contro il femminicidio, un documento promosso dall’associazione culturale “La Città delle Donne” di Torino per coinvolgere altri comuni piemontesi e avviare insieme azioni concrete di parità a favore delle fasce più deboli.

“Questa ricorrenza deve servire a stimolare il confronto e l’operato in primis delle istituzioni – dichiara il sindaco Carlo Bo -. La battaglia contro ogni forma di violenza e per le pari opportunità inizia, però, nella quotidianità di ciascuno di noi, individuando e modificando tutti quei comportamenti e quelle parole dietro cui, magari anche inconsapevolmente, si celano ancora discriminazioni e disparità”.
++++++++

Venerdì 5 marzo 2021
Alba: dopo i recenti incidenti stradali l’Amministrazione chiede alla Prefettura la possibilità di installare autovelox lungo la SS 231 in frazione Biglini

Il sindaco di Alba, Carlo Bo, ha presentato richiesta alla Prefettura di Cuneo di far rientrare la SS 231, nel tratto che attraversa il territorio comunale in frazione Biglini, nell’elenco delle strade su cui è consentita l’attività di polizia stradale senza il vincolo della contestazione immediata attraverso l’installazione di autovelox. Il limite in vigore nella frazione sulla statale è di 50 km/h.

Negli ultimi mesi si sono verificati diversi incidenti stradali di cui tre con lesioni personali a pedoni investiti mentre attraversavano la statale usando le strisce pedonali. Uno, a dicembre, è stato particolarmente grave, con due ragazze minorenni travolte e ferite.

“Ad aggravare la situazione – spiega il comandante della Polizia municipale Antonio Di Ciancia –, a causa delle modifiche alla viabilità su altre arterie provinciali, anche l’aumento del traffico pesante diretto da Cuneo verso Asti che percorre la SS 231 di Santa Vittoria attraversando i centri abitati, comprese le nostre frazioni Biglini e Mussotto”. L’assessore alla Viabilità Massimo Reggio aggiunge: “Sebbene manchino ancora regole precise per i velox fissi nelle aree urbane, abbiamo voluto fare richiesta al Prefetto come atto concreto per aumentare la sicurezza delle nostre strade e garantire il rispetto dei limiti di velocità, un problema molto sentito anche nel resto della città”.

“Rendere il tratto albese della SS 231 più sicuro – conferma il sindaco Carlo Bo - è da sempre una priorità dell’Amministrazione. Siamo certi che gli autovelox possano essere un ottimo deterrente con l’obiettivo di rallentare il traffico e tenere alta l’attenzione degli automobilisti in particolare in prossimità delle aree abitate”.
++++++++++

Giovedì 4 marzo 2021

Alba: rinnovata la convenzione tra il Comune e le officine autorizzate, per la conversione delle auto in Gpl/metano

Il Comune di Alba donerà un bonus di 250 euro, mentre le officine convenzionate applicheranno uno sconto di 100 euro sull’importo totale, per i residenti in città che convertiranno la propria auto a benzina, in gas, GPL/metano.

Rinnovata anche quest’anno la convenzione tra l’Ente e le officine autorizzate IN.EL.CAR s.n.c., Delfinetti Dino s.n.c. ed L.G. Service di Cerrato Luigi, dove si può trasformare la propria autovettura in due, tre giorni. La conversione non è possibile solo per le automobili Euro zero.

Il rinnovo dell’accordo è stato siglato giovedì 4 marzo nella sala Urbanistica del Municipio di Alba, dall’assessore all’Ambiente Marco Marcarino ed il delegato nazionale e presidente regionale del settore Gpl metano per autotrazione della Confartigianato Claudio Piazza, accanto al dirigente della Ripartizione Urbanistica Alberto Negro.

Un accordo lanciato dal Comune per ridurre gli inquinanti in atmosfera prodotti dalle emissioni dei veicoli, accanto ad altre iniziative come l’istituzione delle zone a traffico limitato (Ztl).

Per avere l’incentivo, l’utente deve presentare in officina una dichiarazione sostitutiva di certificazione e dell’atto di notorietà, allegando il documento di identità valido, comprovante la residenza, la carta di circolazione del veicolo comprovante la targa e l’anno d’immatricolazione, il codice fiscale.

«Alba è l’unica città della provincia di Cuneo a stipulare questo accordo con le officine autorizzate per la conversione delle auto in gas, GPL/metano – sottolinea l’assessore all’Ambiente Marco Marcarino – È un’iniziativa che prosegue con successo da alcuni anni. Attraverso un sostanzioso contributo, l’Amministrazione incentiva i cittadini a rendere la propria auto meno inquinante. Un beneficio per il portafoglio e per l’ambiente. È una delle tante iniziative messe in campo dall’Amministrazione per rendere l’aria di Alba meno inquinata».

«Io e Confartigianato siamo molto contenti per il rinnovo di questa convenzione che prosegue con il Comune di Alba - dichiara l’albese Claudio Piazza delegato nazionale e presidente regionale del settore Gpl metano per autotrazione della Confartigianato – Gli aspetti positivi sono notevoli per l’ambiente, ma anche per i cittadini che così possono risparmiare sul caro carburante».
+++++

Martedì 2 marzo 2021

Alba: l’Amministrazione comunale ha incontrato il consorzio Granda Bus e una delegazione di autisti delle linee cittadine

Gli assessori Marcarino e Reggio: “Linee urbane più sicure dopo il rafforzamento dei controlli”

L’assessore alla Polizia municipale Marco Marcarino e l’assessore ai Trasporti pubblici Massimo Reggio, nei giorni scorsi, hanno incontrato il Consorzio Granda Bus, alcuni rappresentanti della Filt-Cgil e una delegazione di autisti, alla presenza anche del comandante dei carabinieri della Compagnia di Alba, Giovanni Ronchi, e del comandante della Polizia municipale, Antonio Di Ciancia.

Il confronto si è reso necessario per migliorare ulteriormente la gestione dei trasporti urbani durante l’emergenza sanitaria ancora in atto, garantendo sotto ogni profilo la sicurezza del personale e degli utenti. In particolare, dopo alcuni episodi segnalati sulla linea 6 e all’autostazione, la Municipale nelle ultime settimane ha organizzato controlli mirati per il rispetto delle norme anti Covid, ottenendo ottimi risultati.

“La situazione sulle nostre linee in questi giorni è tornata alla normalità – commentano gli assessori Marco Marcarino e Massimo Reggio -. I controlli rafforzati, così come le sanzioni elevate, sono stati un buon deterrente per scoraggiare comportamenti scorretti. L’attenzione, però, rimane alta e gli interventi continueranno a essere programmati in modo costante”.

Sottolineano dal Consorzio GrandaBus: “Ringraziamo l’Amministrazione comunale, le Forze dell’ordine e i nostri autisti per il pronto intervento e per la fattiva collaborazione dimostrata nel risolvere in tempi celeri il problema. Invitiamo tutti i cittadini a tornare a riutilizzare gli autobus della circolare urbana che, lo ricordiamo, offre un servizio gratuito e, possiamo tornare a dirlo, sicuro al 100%. Nell’offrire la nostra collaborazione, restiamo a disposizione dell’Amministrazione comunale affinché il servizio conceda sempre la dovuta sicurezza ai cittadini, invitando questi ultimi a segnalare sempre eventuali problematiche riscontrate a bordo dei nostri mezzi”.
+++++++++++

Lunedì 22 febbraio 2021
Alba: semaforo antismog arancione, limitazioni temporanee da domani martedì 23 febbraio fino a giovedì 25 febbraio 2021

Con la pubblicazione odierna dei dati relativi alle PM10 da parte di Arpa Piemonte, ad Alba entra in funzione il semaforo arancione - allerta di 1° livello, poiché per 4 giorni consecutivi è stata superata la soglia giornaliera di 50 microgrammi/m 3 di PM10.

Queste le limitazioni temporanee in vigore nella ZTL ambientale, da domani martedì 23 febbraio a giovedì 25 febbraio, allorché verranno pubblicate le nuove rilevazioni.

L’allerta di 1° Livello – semaforo arancione, prevede le seguenti misure aggiuntive:

- dalle ore 8:30 alle 18:30 divieto di circolazione per i veicoli diesel Euro 3, 4 e 5;

- dalle ore 8:30 alle 12:30 sabato e festivi divieto di circolazione per i veicoli diesel Euro 4;

- dalle ore 8:30 alle 12:30 sabato e festivi divieto per i veicoli merci (categorie N1, N2, N3) diesel Euro 3 ed Euro 4;

- divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa senza classe 4 stelle;

- divieto assoluto di combustioni all’aperto;

- limite di 19°C (con tolleranza di 2°C) per le temperature medie in abitazioni, esercizi commerciali, edifici pubblici, ad eccezione delle strutture sanitarie;

- divieto di spandimento dei liquami zootecnici.

Le limitazioni strutturali sempre valide inoltre prevedono:

- tutto l'anno divieto di circolazione in città 24 ore su 24 per le auto Euro 0 diesel e benzina, e per gli Euro 1 ed Euro 2 diesel;

- dall’1° ottobre al 31 marzo dalle ore 8:30 alle 18:30 dal lunedì al venerdì divieto di circolazione per i veicoli diesel EURO 3 per il trasporto di persone e merci;

- dall’1° ottobre al 31 marzo dalle ore 0:00 alle 24:00 divieto di circolazione per tutti i ciclomotori e i motocicli Euro 1;

- divieto per tutti i veicoli di sostare con il motore acceso;

- obbligo di utilizzare nei generatori di calore a pellets, di potenza termica nominale inferiore ai 35 kW, pellets realizzati con materiale vegetale certificato A1.

Veicoli esentati

Le suddette misure non si applicano ad alcune categorie di veicoli, come ad esempio, veicoli al servizio delle manifestazioni, veicoli di turnisti e di operatori in reperibilità, veicoli delle forze dell’ordine, mezzi soccorso, protezione civile, trasporto di portatori di handicap, persone sottoposte a terapie, veicoli utilizzati da lavoratori la cui abitazione e/o luoghi di lavoro non sono serviti, dai mezzi pubblici nel raggio di 1000 metri; veicoli guidati da persone con Isee inferiore a 14 mila euro, veicoli guidati da persone dai 70° anni in su, car sharing, macchine operatrici, macchine agricole, mezzi d’opera, veicoli di associazioni o società sportive, veicoli utilizzati da medici e veterinari in visita domiciliare, veicoli al servizio di testate televisive e per riprese cinematografiche, veicoli di venditori ambulanti.
In caso di semaforo arancione o rosso, ad Alba, le misure antismog si applicano nella “Ztl Ambientale”, ovvero in centro abitato, escluse Località Altavilla, Madonna Como, San Rocco Seno d’Elvio, San Rocco Cherasca, Corso Asti, Corso Canale, Corso Bra, Località Scaparoni, Piana Biglini, Piana Gallo, Tangenziale est/ovest della Strada provinciale 3 e 9, Strada provinciale n. 429 (Alba-Cortemilia).

Per consentire ai veicoli provenienti dalle zone extraurbane di percorrere le principali arterie stradali senza attraversare la città di Alba, sono anche escluse dalla “Ztl Ambientale” alcuni tratti:
per la provenienza Diano – frazione Ricca d’Alba in direzione corso Cortemilia: corso Langhe, corso Enotria, Strada Cauda, via Franco Centro, corso Europa, via Dario Scaglione, incrocio rotatorio di via Ognissanti, con destinazione Tangenziale;

• per la provenienza Località Altavilla / Madonna Como e San Rocco Seno d’Elvio direzione obbligatoria per Strada Serre, via Santa Margherita, via Rio Misureto, corso Enotria, Strada Cauda, via Franco Centro, corso Europa, via Dario Scaglione incrocio rotatoria di via Ognissanti, con destinazione Tangenziale;

• provenienza incrocio rotatorio via Dario Scaglione / Via Ognissanti direzione piazzale Ferrero parcheggio antistante Società Ferrero S.p.A.


Il livello di allerta è indicato sul sito internet del Comune di Alba http://www.comune.alba.cn.it, aggiornato ogni lunedì e giovedì.

Tutti i dettagli sul testo completo dell’ordinanza reperibile sul sito http://www.comune.alba.cn.it, nelle sezioni “Notizie in primo piano” e “Polizia municipale”.
+++++++++++++

Sabato 30 gennaio 2021
Alba: all’Ufficio elettorale è possibile firmare per il progetto di legge contro la diffusione di messaggi e oggetti inneggianti a fascismo e nazismo

Fino al 30 marzo 2021 anche all’Ufficio elettorale del Comune ad Alba i cittadini possono firmare per il progetto di legge di iniziativa popolare “Norme contro la propaganda e la diffusione di messaggi inneggianti a fascismo e nazismo e la vendita e produzione di oggetti con simboli fascisti e nazisti”.

Presidente del Comitato promotore è Maurizio Verona, sindaco di Stazzema (Lucca) e presidente dell’Istituzione Parco nazionale della pace di Sant’Anna di Stazzema.

Di seguito il testo del progetto di legge:

Progetto di legge di iniziativa popolare ai sensi dell'articolo 71, secondo comma, della Costituzione e della legge 25 maggio 1970, n. 352:

Art. 1

1. Nel capo II del titolo I del libro secondo del codice penale, dopo l’articolo 293 è aggiunto il seguente:

Art. 293-bis. – (Propaganda del regime fascista e nazifascista). – Salvo che il fatto costituisca più grave reato, chiunque propaganda i contenuti propri del partito fascista o del partito nazionalsocialista tedesco, ovvero dei relativi metodi eversivi del sistema democratico, anche attraverso la produzione, distribuzione, diffusione o vendita di beni raffiguranti persone, immagini o simboli a essi chiaramente riferiti, ovvero ne fa comunque propaganda richiamandone pubblicamente la simbologia o la gestualità è punito con la reclusione da sei mesi a due anni.

La pena di cui al primo comma è aumentata di un terzo se il fatto è commesso attraverso strumenti telematici o informatici.

La pena di cui al primo comma è altresì aumentata di un terzo se il fatto è commesso con modalità ed atti espressivi dell’odio etnico o razziale.

All’articolo 5, primo comma, della legge 20 giugno 1952, n. 645, le parole:

«sino a» sono sostituite dalle seguenti: «da sei mesi a».

Art. 2

1. Al Decreto Legge 26 aprile 1993, n. 122, convertito in Legge 25 giugno 1993, n. 205, recante “Misure urgenti in materia di discriminazione razziale, etnica e religiosa” all'art. 2 dopo il comma 1 aggiungere il seguente:

1-bis. Qualora in pubbliche riunioni di cui al comma 1, l’esposizione riguardi emblemi o simboli riconducibili al partito fascista o al partito nazionalsocialista tedesco, la pena di cui all’art. 2 comma 1, è aumentata del doppio.

Per maggiori informazioni sulla raccolta firme: www.anagrafeantifascista.it

Per firmare il progetto l'ufficio Elettorale del Comune di Alba è aperto:

martedì, mercoledì e venerdì dalle 8,30 alle 12,30
giovedì dalle 8,30 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 16,30
sabato dalle 8,30 alle 12,00
tel. 0173/292201 – 327.

Non è necessario prendere appuntamento.
+++++++

Mercoledì 13 gennaio 2021

Alba: dalla Giunta Bo 80 mila euro per le tre scuole paritarie cittadine, prima tranche di un contributo che sarà ripetuto ogni anno fino a termine mandato

L’Amministrazione albese ha deciso di destinare un contributo straordinario, con una prima tranche da 80 mila euro, alle tre scuole dell’infanzia paritarie cittadine: Città di Alba in centro storico, Casa Maria Ausiliatrice nel quartiere Moretta, Nostra Signora del Suffragio al Mussotto. La Giunta guidata dal sindaco Carlo Bo intende offrire questo supporto non solo ora per le difficoltà dovute al Coronavirus, ma in modo continuativo anche per i prossimi anni scolastici fino al termine del mandato, come riconoscimento per l’importante servizio svolto per la comunità.

Le tre scuole, private ma equiparate dal Ministero dell’Istruzione a quelle statali per il servizio pubblico che erogano, si impegnano, tra le altre cose, ad accogliere tutti i bambini senza discriminazioni, favorendo in particolare l’inserimento di allievi un condizioni di svantaggio socio-culturale o disabili, e a garantire quote differenziate di contribuzione che tengano conto delle condizioni delle famiglie. In base alle iscrizioni al 31 gennaio 2020, i tre asili contano complessivamente 271 alunni, 136 al Città di Alba, 94 al Maria Ausiliatrice, 41 al N.S. Suffragio.

Il sindaco Carlo Bo: “Con questo contributo vogliamo dare un riconoscimento e un sostegno continuativo a queste tre scuole che, con il loro operato, permettono di soddisfare in pieno le richieste che arrivano non solo dalle famiglie residenti ad Alba, ma anche nei paesi limitrofi, andando a completare l’offerta formativa per questa fascia di età. Spesso, inoltre, offrono servizi aggiuntivi, in particolare legati alla flessibilità di orario, riuscendo a venire incontro alle esigenze dei genitori”.

“Le scuole dell’infanzia albesi, pubbliche e paritarie, rappresentano un’eccellenza per i nostri bambini – prosegue l’assessore all’Istruzione Elisa Boschiazzo –, in una età delicata e importante in cui vengono gettate le basi del rapporto di fiducia tra studenti, scuola e famiglie. Cogliamo l’occasione per ringraziare il personale dei nostri asili per il lavoro portato avanti in modo egregio anche quest’anno, nonostante le difficoltà dovute alla pandemia”.
++++++++++
Mercoledì 13 gennaio 2021

Alba: oltre 800 mila euro di contributi per assistenza, istruzione, volontariato, cultura, sport e turismo


Grazie ad una virtuosa e oculata gestione delle risorse, la Giunta comunale di Alba nel corso del 2020 ha potuto destinare contributi ad enti e associazioni che ne hanno fatto domanda, per un totale di fondi assegnati che ammontano a 802.950 euro. La Giunta, nel riconoscere l’importanza del ruolo svolto da associazioni ed enti a favore della città, con una somma considerevole ha voluto manifestare la sua vicinanza, ancor più in questo momento di grande difficoltà a causa della pandemia.

€ 66.000 sono stati assegnati tramite i bandi pubblicati nel corso dell’anno, volti a premiare i progetti presentati da associazioni culturali, gruppi di volontariato e società sportive.

Bando a sostegno della cultura e del turismo:

Alba&Jazz € 3.800; Burattinarte € 2.700; Associazione Be-Street € 2.000; Associazione Tom Corradini teatro € 2.000; Familupi’s € 2.000; Rejoicing Gospel Choir € 1.800; GFA Gruppo Fotografico Albese € 1.500; Artisti al Tappeto € 1.400; A.SA.MI.MUS. Associazione Amici dell'Istituto Musicale di Alba € 1.300; Teatro del Fiasco € 1.300; In Donne Veritas € 1.200; Associazione ALEC Gianfranco Alessandria € 1.000.

Bando a sostegno della promozione sportiva:

Santa Margherita € 2.100; Olimpo Basket € 2.100; L’Albavolley € 2.028; PGS Victoria € 1.732; Gruppo Sportivo San Cassiano € 1.238; Ginnastica Alba € 1.092; Gruppo Sportivo Sordi € 1.048; Victoria Alba Pattinaggio € 1.017; Ginnastica Ritmica Victoria Alba € 1.008; Atletica Alba € 972; Pallavolo Alba € 950; Educadanza € 930; Oratorio Divin Maestro € 790; Centro Judo Albese € 762; Gruppo Podisti Albesi € 740; Club Leloi € 563; Evolution Alba € 380; Alba Bike Team € 300; Cicloamatori Alba € 300; Le Spire del Lupo € 300; Taiji Gong Alba € 300; Yoganomade € 300; Calisthenics Alba € 300; Ciclismo DiVino € 300; Pallonistica Albese € 300; Stella Maris € 150.

Bando a sostegno del volontariato:

La Carovana € 3.200; Associazione Nazionale Carabinieri Nucleo Provinciale di Volontariato e Protezione Civile Provincia di Cuneo ODV + Misericordie € 3.000; DI.A.PSI Alba Bra odv € 2.000; Strani Vari odv € 2.000; Ampelos odv € 1.800; AVIS Sezione di Alba € 1.600; Asava odv € 1.500; Ass. Lucio Grillo € 1.500; Smile per i bambini di Chernobyl € 1.200; Cottolenghino Alba odv € 1.200; ACIA Ass. Culturale Immigrati Alba € 1.000; CVA Centro Volontari Assistenza € 1.000; Sandro Toppino odv € 1.000.

In considerazione delle persistenti difficoltà di cui soffrono molti cittadini, purtroppo accentuate dall’emergenza causata dalla pandemia da Covid19, in aggiunta alle risorse messe a disposizione dallo Stato per il settore delle politiche sociali, la Giunta ha assegnato al Consorzio socio-assistenziale un contributo straordinario di € 150.000, con l’obbiettivo di garantire la continuità delle attività in favore di minori, portatori di handicap e bisognosi di assistenza, per agevolare le iniziative di pronta accoglienza e per venire incontro alle situazioni di emergenza abitativa delle famiglie maggiormente in difficoltà.

A sostegno dello sviluppo delle attività di promozione turistica, nazionale e internazionale, sono stati destinati contributi straordinari all’Ente Fiera del Tartufo Bianco d’Alba (€ 40.000) e alla Giostra delle Cento Torri (€ 46.000, da destinare anche all’attività dei borghi).

Inoltre, per le iniziative di abbellimento e di vivacizzazione di alcune aree della città, sono stati assegnati contributi per € 5.000 per manifestazioni condotte attraverso le associazioni Albauno, Albapiù, Comitato San Paolo, Alba sotto le torri commercianti del Centro Storico e di Corso Langhe (€ 1.000 ciascuna).

È stato erogato, infine, un contributo di € 40.000 all’Associazione Commercianti Albesi per le attività svolte in sinergia con il Comune a sostegno delle imprese che hanno incontrato maggiori difficoltà economiche a seguito dell’emergenza Covid19 (campagna “Torno al Ristorante, sicuro”; contributo per le pratiche di richiesta garanzia per finanziamenti agevolati in collaborazione con Banca d’Alba; iniziativa “Parcheggi Gratuiti”, contributi per l’illuminazione natalizia).

Un contributo di € 25.000 è stato assegnato a ciascuna delle tre “sezioni primavera” cittadine con l’obbiettivo di agevolarne la prosecuzione. Sono state, inoltre, destinate le seguenti risorse agli Asili nido, micronidi, centri di custodia oraria, nidi in famiglia: asilo nido Il Fiore € 15.000; Giro di Coccole € 10.000; Ottavo Nano € 10.000; asilo nido Città di Alba € 10.000; Babylandia € 5.500; Teta Beba € 3.500.

In aggiunta, è stato destinato un contributo straordinario di € 80.000 alle scuole paritarie della Città.

La Giunta ha poi stanziato fondi per complessivi € 177.800 per progetti speciali a:

Collisioni (per l’organizzazione del Festival GRAZIE) € 36.000; Cinzano Rally Team (per l’organizzazione del “Rally di Alba”) € 30.000,00; Centro studi “Beppe Fenoglio” (per il complesso delle iniziative culturali programmate) € 20.000; al Borgo San Lorenzo per l’organizzazione delle “Notti della natività” € 16.000; Fondazione RADICI per la realizzazione del film su Alba Capitale Cultura di Impresa € 10.000; Tappa 20 per la realizzazione della tappa del Giro d'Italia € 10.000; Ass. Il Nucleo (per l’organizzazione di “Estate all’Arena”) € 5.300; Sinergie outdoor (per la realizzazione di “Alba Truffle bimbi”) € 5.000; Famija Albèisa (per i numerosi eventi culturali) € 5.000; Hiroshima Mon Amour (per organizzazione festival “Attraverso”) € 5.000; ASD Triangolo Sport (per l’organizzazione di manifestazioni podistiche) € 5.000; Go Wine (per l’organizzazione della Festa del Vino, la Festa dei Vini Autoctoni e per il concorso “Bere il Territorio”) € 4.000; Associazione “Giulio Parusso” (per digitalizzazione dell’archivio fotografico del Comune) € 4.000; Associazione Amici Istituto Musicale (per stagione di musica da camera) € 3.000; Ambasciata della democrazia locale (per le iniziative di fratellanza con Zavidovici) € 2.600; La Bocciofila Albese (per l’organizzazione di tornei nazionali/internazionali) € 2.500; Centro Culturale San Giuseppe onlus (per i numerosi eventi culturali) € 2.500; Associazione Milleunanota (per l’organizzazione di Music on the Bus) € 2.000; Centro recupero Ricci (per Singing for Australia) € 2.000; Comitato di gemellaggio Alba-Medford al fine di aiutare concretamente la Città gemella a far fronte ai danni causati dal devastante incendio del mese del settembre scorso € 1.700; Ass. “Amici del Museo F. Eusebio” (per il contributo dato allo studio e alla valorizzazione delle collezioni museali) € 1.500; Associazione culturale San Giovanni (per iniziative di valorizzazione della piazza) € 1.500; Parco culturale (per Suoni dalle Colline Langhe e Roero) € 1.500; Associazione Proteggere Insieme (per Estate all’Arena 2020) € 1.200; Comitato di Quartiere Scaparoni per l'organizzazione della Strada dei Presepi € 500.

La Giunta ha inoltre assegnato i seguenti contributi, per un totale di € 60.150 alle seguenti associazioni:

5.000 €: Fondazione Emmaus per il Territorio onlus

3.000 €: Associazione DEINA

2.500 €: Proteggere Insieme o.d.v. Associazione Nazionale Protezione Civile

2.100 €: Albese Calcio; Area Calcio

2.000 €: Croce Rossa Italiana Comitato di Alba ODV; Circolo Acli "L. Maiolo" APS

1.500 €: C.L.A.M.S. Circolo delle Langhe Auto Moto Storiche

1.250 €: Motoclub Desmolanghe DOC in collaborazione con Moto Club Alba

1.000 €: Associazione Internazionale Comunicazione Ambientale; ANPI; Associazione Arcobaleno; Associazione Montebellina Insieme; Associazione Nazionale Carabinieri; Banda Musicale Città di Alba "Ars et labor"; Associazione Milleunanota; Circolo Ricreativo Culturale Sportivo Albanova; Club Alpino Italiano Sezione di Alba; Fondazione Radici; Gruppo Scout Alba 7; Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori - LILT Cuneo ODV; Sportabili Alba onlus asd; Associazione Culturale Alba Film Festival

900 €: Associazione Corale Intonando; Associazione le2impronte; Associazione Nuove Rotte

850 €: Il Campo

800 €: Associazione Beato Giuseppe Girotti

750 €: Associazione Presenza Amica un cuore per gli altri odv onlus

700 €: Associazione Ambiente e Cultura 600 €: Associazione Culturale Espressione Hip Hop; Colline e Culture; Amici di Andrea Viberti 500 €: Associazione Nazionale Alpini gruppo di Alba; A.N.D.O.S. Alba; ANOLF; Ass. Volontariato Equo-Solidale; Alba Chapter Italy; Amici di zampa; Apneia; Associazione Coro Stella Alpina; Associazione Culturale Lugi Paruzza; Associazione Famiglie Adottive AMA; Associazione Incendi Boschivi AIB; Associazione Solstizio d’Estate; Don Chisciotte Siamo Noi; Fondazione Bottari Lattes; Gruppo Sbandieratori e Musici Terre Sabaude; ISC ASD; Italia Nostra Onlus sezione di Alba; Ithaca; Liberamente Sportivi Asd; Organizzazione di Volontariato "Marta e Maria"; Turismo in Langa; Unione Nazionale Veterani Sportivi; Università delle Tre Età "Alba Pompeia"; Vespa Club Alba; Victoria Alba Pattinaggio ASD 400 €: ANMIL onlus; Associazione Genitori Montessori ODV; Associazione Aquiloni; Associazione Italiana Donatori della Cornea; Salinbici 300 €: A.L.I.Ce. Cuneo Odv; Ass. Asso di Coppe; Langheting; Bottega di Elia Odv; Ordine dei cavalieri delle Langhe; Gruppo Sportivo Piave; PONS; Ass. Zen Bodai Dojo 200 €: A.N.P.A. Sezione di Alba, Langhe e Roero; Ass. Recuperamiamoli odv; Centro Don Mario Destefanis odv; Gruppo Scout Alba e Roero I; Happy Dog Odv; Lalaguys Associazione Corale E.T.S. Infine, sono stati destinati € 9.000 per sostenere l’attività dei 9 Comitati di quartiere regolarmente costituiti (€ 1.000 cadauno).

AGGIORNATO IL
11/05/2021 20:33:20

L'INFORMAZIONE

RUBRICHE