Mercoledì, 24/10/2018
01:32

Direttore responsabile Franco Musso

ASSOCIAZIONE RADIO ASTI EUROPA P.IVA 01553610054

 

Home Page

 

 

 


“IO NON RISCHIO 2018”

“Grazie a tutti i volontari e volontarie, che per due giorni hanno lavorato nelle piazze del Piemonte, in sostegno della Campagna nazionale “Io non rischio 2018”. L’assessore alla Protezione civile Alberto Valmaggia, così dichiara alla chiusura della due giorni - “Anche in questa occasione, mettendo come sempre a servizio della comunità il loro tempo, i volontari hanno svolto un importante ruolo di comunicazione delle buone pratiche in caso di emergenza. Nelle 14 piazze piemontesi, infatti hanno operato oltre 100 volontari provenienti dai diversi gruppi e associazioni del sistema regionale di Protezione civile e lavorando con impegno per accompagnare i cittadini in un percorso per la prevenzione dei rischi naturali, in particolare del rischio alluvionale e sismico, per per migliorarne la conoscenza e aumentare la capacità di resilienza.

Un ringraziamento particolare va infine alle Amministrazioni Comunali che hanno supportato e condiviso l’iniziativa”.

Ad Alessandria sono scese in piazza le Associazioni Radiantistica CBOM e Due Fiumi insieme al Gruppo comunale di Protezione civile; ad Ovada e Casteleltto d’Orba la Pubblica Assistenza Croce Verde Ovadese ONLUS. Ad Asti è intervenuta l’Associazione Nazionale Alpini, Sezione Asti e a Biella il gruppo Comunale di Protezione civile. A Cuneo e Saluzzo sono scesi in piazza il gruppo Psicologi per i Popoli Piemonte e l’Unione Nazionale Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionale. A Novara i punti informativi sono stati organizzati dall’associazione U.V.E.R.P., Unità Volontaria Emergenza Regionale Piemontese, mentre a Verbania i protagonisti sono stati i volontari del Gruppo comunale di Protezione civilne. nelle piazze della provincia di Torino i punti informativi e il contatto con i cittadini è stato gestito a Carmagnola, dal gruppo Emergenza Radio Carmagnola Volontari Protezione Civile Pegaso, a Moncalieri, Frazione Tetti Piatti, dal Gruppo Trasmissioni Protezione Civile, a Giaveno e Sangano dalla Croce Rossa Rossa di Giaveno. Infine a Torino in Piazza San Carlo sono intervenuti la Croce Verde Torino, il Circolo Legambiente Protezione civile Piemonte e l’Unione Nazionale Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali,

“Io non rischio” – campagna nata nel 2011 per sensibilizzare la popolazione sul rischio sismico – è promossa dal Dipartimento della Protezione Civile con Anpas-Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, Ingv-Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e Reluis-Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica. L’inserimento del rischio maremoto e del rischio alluvione ha visto il coinvolgimento di Ispra-Istituto superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, Ogs-Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale, AiPo-Agenzia Interregionale per il fiume Po, Arpa Emilia-Romagna, Autorità di Bacino del fiume Arno, CamiLab-Università della Calabria, Fondazione Cima e Irpi-Istituto di ricerca per la Protezione idro-geologica.

Torino 16 Ottobre 2016

In Piemonte 2,8 milioni dal Ministero dell’Ambiente per il consolidamento dei versanti e la mitigazione del dissesto

Nel corso della Conferenza Istituzionale dell’Autorità di Bacino, alla presenza dell’Assessore alla Difesa del Suolo della Regione Piemonte Francesco Balocco, è stato approvato il programma straordinario di interventi di manutenzione sul reticolo idrografico e sui versanti che assegna al Piemonte € 2.793.000 dei 10 milioni, per il 2018, stanziati dal Ministero dell’Ambiente e suddivisi tra le regioni dell’ambito territoriale del distretto del Fiume Po, secondo i coefficienti di riparto già definititi dalla Struttura Tecnica di Missione Italia Sicura.


Si tratta di 41 interventi di manutenzione di corsi d’acqua (tra i quali quelli sul fiume Tanaro in Provincia di Asti) e versanti, già inseriti in strumenti di pianificazione quali i PAI o i PGRA, che consentiranno la messa in sicurezza e la stabilizzazione delle frane ai fini della mitigazione e del controllo dei fenomeni di dissesto. Gli interventi sono i corso di istruttoria ministeriale.

Seguirà un piano triennale che consentirà di beneficiare di ulteriori risorse per le annualità 2019 e 2020.

A questi fondi, si aggiungono € 3.590.000 della LR 54 già stanziati dalla Regione per l'anno 2017 per 120 interventi,in corso di esecuzione da parte dei Comuni ed ulteriori € 1.400.000,00 per 51 interventi, specificatamente sul reticolo idrografico passato di competenza da AIPO alla Regione, anche questi in corso di realizzazione da parte dei Comuni.

Inoltre è previsto un programma straordinario per l'anno 2018 di € 700.000,00 specificatamente sul reticolo idrografico passato di competenza da Aipo alla Regione.

“Contributi importanti per la messa in sicurezza del territorio – ha commentato l’assessore Balocco – che consentono di intervenire sulla manutenzione degli alvei, delle difese idrauliche e dei versanti.”
++++++++++

Soddisfatti gli editori piemontesi presenti alla Buchmesse di Francoforte

Sono 33 gli editori piemontesi presenti quest'anno alla Buchmesse, il Salone del libro di Francoforte, una delle più importanti fiere internazionali per lo scambio dei diritti editoriali, la fiera mondiale del libro che riunisce 7300 espositori da 100 paesi che proseguirà fino al 14 ottobre.
La rappresentanza piemontese è espressione delle tante anime del mondo dell'editoria della nostra regione : dai volumi di architettura e fotografia a quelli teologici, passando attraverso saggistica e fiction alle pubblicazioni dedicate alla montagna e all'escursionismo.
A rendere possibile una partecipazione così eterogenea è l'impegno che l'Assessorato alla Cultura e al Turismo della Regione Piemonte hanno voluto garantire per la promozione, la valorizzazione e lo sviluppo della piccola imprenditoria editoriale piemontese. Un impegno che fa del Piemonte una regione che ha uno stand autonomo all'interno dello Spazio Italia realizzato da ICE, Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane, dall'Associazione Italiana Editori e dal Ministero dello Sviluppo Economico. Lo Spazio Piemonte è stato reso possibile grazie al sostegno della Regione Piemonte.
Ogni editore ha avuto una media di 20 incontri nei primi tre giorni e molto importanti sono stati i momenti preparatori alla fiera svolti grazie al progetto Hangar Book.
La partecipazione dell'editoria piemontese al Salone Internazionale del libro di Francoforte, come precisato dall'assessora alla Cultura e al Turismo, rappresenta quindi la realizzazione di uno degli interventi-chiave che l'assessorato ha inteso intraprendere a sostegno del settore, in un'ottica di sviluppo e di internazionalizzazione.

++++++++++++++

LA REGIONE PIEMONTE POTENZIA LA RADIOTERAPIA A CUNEO
UN MILIONE DI EURO PER IL NUOVO ACCELERATORE LINEARE

La Regione Piemonte stanzia 1 milione di euro per l’acquisto di un nuovo acceleratore lineare per la Radioterapia volumetrica, che sarà utilizzato all’ospedale Santa Croce e Carle di Cuneo. Lo stabilisce una delibera presentata dall’assessore alla Sanità Antonio Saitta e approvata questa mattina dalla Giunta regionale.

Il finanziamento va così a completare le risorse già messe a disposizione dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo e dalla stessa Regione Piemonte nell’ambito del progetto di Radioterapia per la Provincia di Cuneo – Area Sud Ovest, che ha come obiettivo il potenziamento del servizio nell’azienda ospedaliera Santa Croce e Carle e nel territorio dell’Asl Cn2.

Il piano prevede l’acquisto di due acceleratori lineari dal costo di 2 milioni di euro l’uno, che saranno utilizzati presso il nuovo ospedale di Verduno e presso la struttura di Cuneo. Metà della spesa complessiva (4 milioni di euro) è a carico della Regione, metà a carico della Fondazione Crc.

“Con questo stanziamento e grazie al contributo della Fondazione Crc - sottolinea l’assessore Saitta – si concretizza un progetto estremamente importante per il potenziamento del servizio di Radioterapia nella provincia di Cuneo, che diventerà effettivo con l’apertura del nuovo ospedale di Alba-Bra a Verduno”.
+++++++++++

Torino, 4 ottobre 2018

PARCO DELLA SALUTE, RICERCA ED INNOVAZIONE, IL 18 OTTOBRE
4/10/18
LA PRESENTAZIONE DEL PARTENARIATO PUBBLICO-PRIVATO

Convegno al Lingotto, già iscritti numerosi operatori internazionali e nazionali

Sono oltre cento i rappresentanti di grandi gruppi internazionali e nazionali, operatori del settore immobiliare, investitori di società finanziarie, studi professionali di ingegneria civile e di architettura, operatori tecnologici specializzati nel settore medicale, che hanno già dato la loro adesione iscrivendosi al convegno che si terrà a Torino il 18 ottobre (inizio dei lavori alle ore 9:30) al centro congressi Lingotto Ferie. Ad oggi gli iscritti sono duecento.

A loro e al mondo economico e produttivo regionale, oltre che ai rappresentanti delle istituzioni, sarà presentato ufficialmente il partenariato pubblico privato, lo strumento che la Regione ha scelto per la realizzazione del Parco della Salute, della Ricerca e dell’Innovazione: un investimento di oltre 400 milioni per dare a Torino una nuova e moderna struttura sanitaria e nel contempo l’occasione per riqualificare una vasta area della città.

Il complesso sorgerà all’interno dell’area ex Avio-Oval e sarà costituito da quattro poli funzionali, connessi tra loro. Il primo destinato a sostituire gli ospedali che attualmente compongono la Città della Salute e della Scienza, il secondo dedicato alla ricerca clinica, pre-clinica e traslazionale, il terzo polo per la didattica (corsi di laurea in medicina e nelle professioni della salute), mentre il quarto polo comprende la parte residenziale per accogliere il personale.

La gara sarà aggiudicata attraverso una procedura di dialogo competitivo, innovativa per l’Italia.

Il convegno è organizzato dal Centro estero per l’internazionalizzazione del Piemonte e promosso da Regione Piemonte e Città della Salute e della Scienza di Torino.

Dopo i saluti istituzionali del Presidente della Regione, Sergio Chiamparino, del Sindaco di Torino, Chiara Appendino, del Rettore dell’Università di Torino, Gianmaria Ajani, interverranno il professor Giorgio Barba Navaretti dell’Università di Milano, Walter Ricciardi presidente dell’Istituto superiore di Sanità, gli assessori regionali alla Sanità, Antonio Saitta, e alle Attività produttive, Energia, Innovazione e Ricerca, Giuseppina De Santis, Gianpaolo Zanetta, coordinatore della cabina di regia del PSRI, Silvio Falco, direttore generale dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Città della Salute e della Scienza.

Interverranno rappresentanti di Cassa Depositi e Prestiti e di Epec, organismo emanazione della Banca Europea degli Investimenti che si occupa di partenariato pubblico privato.

I lavori saranno moderati da Leonello Sambugaro, dirigente regionale e coordinatore della Segreteria tecnica del Parco della Salute, della ricerca e dell’innovazione. Il programma del convegno è reperibile sul sito Ceipiemonte http://www.centroestero.org/trhevent (dove sono anche indicate le modalità di iscrizione) e della Regione www.regione.piemonte.it

AGGIORNATO IL
23/10/2018 09:54:19

L'INFORMAZIONE

RUBRICHE