Mercoledì, 24/10/2018
01:31

Direttore responsabile Franco Musso

ASSOCIAZIONE RADIO ASTI EUROPA P.IVA 01553610054

 

Home Page

 

 

 


Lunedì 22 ottobre, alle ore 9.30, presso l’Aula Magna del Rettorato dell’Università degli studi di Torino (via Verdi 8), il presidente del Consiglio regionale Nino Boeti e la garante regionale per l’infanzia e l’adolescenza Rita Turino, insieme alla garante nazionale Filomena Albano, apriranno i lavori della Giornata di studio sui gruppi di parola dedicati ai figli di genitori separati.

In Piemonte i gruppi di parola nascono nel 2010 all’interno dei Centri per le famiglie, prima nelle province di Biella e Vercelli, per poi estendersi a tutto il territorio regionale. Grazie all’attività di promozione, sviluppo e di coordinamento della Provincia di Torino, ora Città Metropolitana, sono diventati nel tempo una realtà consolidata che si inserisce nel delicato lavoro di gestione delle conflittualità nelle separazioni dei genitori.


16 ottobre 2018


PIANO DI INVESTIMENTI SULL'OSPEDALE DI SUSA
NUOVE APPARECCHIATURE PER 750MILA EURO


"L'ospedale di Susa verrà dotato nei prossimi mesi di nuove apparecchiature per un valore di oltre 750mila euro, secondo quanto previsto dal piano investimenti dell'Asl To3". Lo ha sottolineato oggi pomeriggio l'assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta rispondendo a un'interrogazione presentata in Consiglio regionale.

"Saranno dunque acquisiti, nell'ambito di questo piano, una Tac a 64 strati di alta gamma, un ecocardiografo per la ginecologia-ostetricia e un apparecchio digitale diretto per la radiologia" ha aggiunto l'assessore Saitta.

Nel frattempo, in attesa della conclusione delle procedure di gara, l'Asl To3 sta provvedendo a sostituire il macchinario necessario a effettuare le ecografie morfologiche, che ha subito un guasto nelle scorse settimane: gli esami presso l'ospedale di Susa riprenderanno all'inizio del mese prossimo, fino ad allora l'Asl ha comunque garantito l'esecuzione delle prestazioni presso l'ospedale di Rivoli.

A breve all'ospedale di Susa sarà anche ripristinato l'esame di densitometria ossea, per cui l'Asl sta procedendo con la riparazione dell'apparecchiatura. I pazienti in lista d'attesa sono tutti stati contattati e gli esami saranno nuovamente programmati.




La Regione potenzia i Centri per l’impiego
Al via l’assunzione di nuovo personale e il consolidamento delle 46 sedi sul territorio.

L’aumento del personale e il potenziamento dei centri per l’impiego sul territorio regionale, sono le principali novità del piano regionale di attività per l’anno 2018 dell’Agenzia Piemonte Lavoro, approvato in terza Commissione presieduta da Raffaele Gallo, con la presenza dell’assessora al lavoro Gianna Pentenero. In generale, è previsto un rafforzamento delle competenze dei centri, il potenziamento del collocamento mirato, l’aggiornamento delle risorse strumentali e l’aumento sia delle sedi dei Cpi soprattutto nel capoluogo piemontese; anche le risorse umane saranno aumentate, con la previsione di nuove assunzioni da concordarsi con il ministero della Funzione pubblica e del Lavoro



Liberi e Uguali: “Dalla Regione 158 milioni di Euro per tutto il Piemonte: è la cosa più giusta che potessimo fare”.
Il via libera della I commissione (bilancio) del Consiglio regionale del Piemonte è arrivato puntuale: “era un parere assolutamente necessario e di fondamentale importanza perché quest’oggi abbiamo varato un Piano degli investimenti da 158 milioni di Euro”, è il primo commento di Marco Grimaldi, capogruppo di LeU in Regione che aggiunge: “mettere così tante risorse su dissesto idrogeologico e messa in sicurezza del territorio racconta di un bel giorno e di un bel domani, la cosa più giusta che potessimo fare”.

I fondi - 83 milioni di Euro - sono stanziati attraverso mutui regionali seguendo quattro linee programmatiche così suddivise: ripristino ambientale (3 milioni di Euro), interventi sulla edilizia scolastica (4 milioni di Euro), interventi per cultura e turismo (12 milioni) e messa in sicurezza del territorio. Per quest’ultimo filone saranno investiti 64 milioni di Euro per interventi di alta priorità sul dissesto idrogeologico e la viabilità e all’interno di questo capitolo vi sono sono comprese anche 2,8 milioni di Euro per le piste ciclabili e 13,5 milioni per esaurire la graduatoria ex legge 18 su progetti dei comuni.

Inoltre, altri 75 milioni di Euro sono destinati ai Comuni piemontesi per quanto riguarda la messa in sicurezza delle strutture viarie e delle zone soggette a dissesto idrogeologico.

“La Regione investe 158 milioni di Euro, fondi assolutamente necessari per dare ossigeno ai Comuni che possono in questo modo far partire i tanti interventi che da tempo hanno in cantiere e che sollecitavano a me e alla Regione” – commenta il consigliere regionale Walter Ottria. Si tratta di un investimento importante anche per la Provincia di Alessandria che vedrà entrare nelle casse dei propri Comuni circa 22 milioni di Euro; a cui si aggiungono – prosegue Ottria – i 25 milioni già previsti lo scorso anno per la Cittadella”.

“Abbiamo dimostrato – sostiene Silvana Accossato – che ciò che sosteniamo da tempo è corretto: la tutela del territorio e la creazione di posti di lavoro non sono due cose distinte ma possono viaggiare insieme”.

C’è poi il capitolo bonifiche: “ad oggi – sostiene il Vice Presidente della Regione, Aldo Reschigna – c’è una sproporzione tra gli stanziamenti per i siti di interesse nazionale (che spesso non riescono tempestivamente a usufruire delle risorse) e quelli di interesse regionale che però sono numericamente più elevati e caratterizzano tutto il Piemonte e, in particolar modo, la Provincia di Alessandria. “Per questi motivi – conclude Ottria – nei prossimi mesi verranno stanziati nuovi fondi FSC proprio per questi siti che da anni attendono il finanziamento”.

AGGIORNATO IL
23/10/2018 09:54:19

L'INFORMAZIONE

RUBRICHE