Venerdì, 14/12/2018
07:46

Direttore responsabile Franco Musso

ASSOCIAZIONE RADIO ASTI EUROPA P.IVA 01553610054

 

Home Page

 

 

 




Alba: il volume dei ragazzi della scuola media “Vida” presentato nella sala della Resistenza



111 pagine per un racconto, corredato da documenti inediti su una vicenda storica riportata alla luce dagli studenti della scuola media “G. Vida” dell’Istituto Comprensivo Centro Storico di Alba attraverso il volume “Come stelle nel buio. Quei ragazzi che rifiutarono il saluto al Duce”.

È la storia di un gruppo di liceali albesi che nel 1940 rifiutarono di fare il saluto al duce a scuola e furono processati dal Tribunale Speciale subendo pesanti conseguenze insieme alle proprie famiglie.



Dopo diversi incontri con il pubblico nei mesi scorsi, il libro è stato presentato anche nella sala Resistenza del Palazzo comunale venerdì 7 dicembre, per volere del Sindaco Maurizio Marello che aveva ricevuto in omaggio il volume dalla dirigente della scuola Gabriella Benzi.



«Presentare il libro in questa sala – ha sottolineato il Sindaco Maurizio Marello all’incontro – ha un significato particolare. Questa è una sala molto visitata dai giovani, dalle scuole di Alba e dai turisti che visitano la sala Consiglio e che visitano il Centro Studi Fenoglio. In questa sala sono raccolti gli eventi tragici che dal 1943 hanno poi portato alla liberazione dal nazifascismo nel 1945. C’è la storia dei giovani che hanno perso la vita, che hanno combattuto, che si sono ribellati con forza dopo vent’anni di oppressione e dittatura fascista e nazista. Presentare questo libro in questo luogo significa anche gratificare voi ragazzi che vi siete impegnati nella realizzazione di questo volume. Purtroppo c’è una parte del mondo anche giovanile convinta che i problemi di questo paese si risolverebbero se ti tornasse alla dittatura. Questo è abbastanza preoccupante. La risposta è che è facile fare il fascista in democrazia ma è molto più difficile fare il democratico in dittatura perché in democrazia possiamo dire tutto quello che vogliamo ma in dittatura non si può. Dobbiamo ricordarlo, impegnandoci a mantenere questa bella libertà che abbiamo. Dobbiamo dire grazie a quei ragazzi saliti sulle colline per diventare partigiani, lottando per i propri ideali e per la democrazia che oggi conosciamo».

Così il Sindaco Marello all’evento organizzato dall’Amministrazione comunale insieme ai ragazzi della scuola secondaria di Primo Grado “G. Vida”, Istituto Comprensivo Centro Storico.


Durante la presentazione introdotta dalla dirigente Gabriella Benzi e coordinata da Giancarlo Merlo, l’avvocato Lorenzo Paglieri ha ripercorso la vicenda storica attraverso i documenti ritrovati, mentre le studentesse della scuola Sara Agnese e Anna Demaria hanno letto alcuni stralci del libro.
++++++++


Alba: inaugurata la pista di pattinaggio su ghiaccio, in piazza Pertinace

Sabato 1 dicembre in piazza Elvio Pertinace ad Alba è stata inaugurata ufficialmente la pista di pattinaggio su ghiaccio attorniata dal “Giardino di Natale”.

Al taglio del nastro, il Sindaco Maurizio Marello insieme agli assessori Massimo Scavino e Alberto Gatto, accanto al presidente del Consiglio di sorveglianza Egea Olindo Cervella, al presidente di Banca d’Alba Tino Cornaglia, al presidente del Comitato di Quartiere Centro Storico Attilio Cammarata, insieme ai gestori.

Per l’inaugurazione una festa con l’esibizione delle ragazze di pattinaggio artistico a cura della scuola “Ice Club” di Torino.

La pista è aperta fino al 31 gennaio 2019 fino al 31 gennaio 2019.

Orari: dal lunedì al giovedì dalle 15.00 alle 20.00;

venerdì dalle 15.00 alle 22.00;

sabato dalle 10.00 alle 22.00;

domenica dalle 10.00 alle 20.00.
++++++++++++

Alba: il Sindaco Maurizio Marello ha chiuso la cerimonia Premio Gratitudine conferito quest’anno al notaio Vincenzo Toppino

Sabato 24 novembre nella sala consiglio “Teodoro Bubbio” del Palazzo comunale di Alba è stato il Sindaco Maurizio Marello a chiudere la cerimonia della terza edizione del Premio Gratitudine conferito quest’anno al notaio Vincenzo Toppino, per la donazione di 5 milioni di euro sul nuovo ospedale Alba – Bra quasi finito a Verduno.
«Il notaio Vincenzo Toppino ha fatto un gesto di straordinaria democrazia – ha sottolineato il Sindaco Maurizio Marello – perché ha detto a tutti noi che la cosa pubblica ci deve interessare e ce lo dice in un momento di forte sfiducia in cui lo stare insieme, il confrontarci, il metterci in gioco è sostituito da un individualismo che fa paura. Il confronto ormai è sullo schermo del telefonino. Non è con la persona che abbiamo davanti, in un momento in cui abbiamo solo pretese dalla cosa pubblica. Ci chiediamo giustamente cosa fa lo Stato per noi ma non pensiamo a cosa possiamo fare noi per la nostra comunità. Il valore della partecipazione democratica che ha l’esempio del notaio ci dice che se vogliamo far crescere le nostre comunità, preservare la nostra democrazia, se vogliamo che questo sia ancora un grande paese, dobbiamo partecipare. Lo ringrazio per questo. È un segno che non a caso cade in questa terra. Siamo gente che si rimbocca le maniche, gente che ha trasformato la terra della malora nella terra Unesco. Questo ci ha penalizzati sui finanziamenti, sulle infrastrutture, sulle strade ma facciamo bene ad essere quello che siamo, anche come esempio per il nostro paese, in questo momento difficile e particolare. Grazie al notaio anche da parte dei sindaci che ci sono qui oggi che hanno l’onore e l’onere di rappresentare le nostre comunità e di tenerle vive. Oggi il notaio ci dà una grossa mano a trasmettere un messaggio di fiducia ai nostri cittadini ed anche un messaggio di forte responsabilità».
Così il Sindaco Maurizio Marello in chiusura dell’evento nella sala consiglio stracolma, dove il notaio Vincenzo Toppino ha spiegato: «Ho pensato: “Cosa faccio di tutti questi soldi quando morirò? E mi sono risposto che è giusto che io li restituisca a questa comunità di Langhe e Roero che mi ha portato questi guadagni, arrivati dai miei clienti di questa terra».
Poi la consegna del premio con i Sindaci di Alba e Bra Maurizio Marello e Bruna Sibille, del Presidente della Fondazione Nuovo Ospedale Alba-Bra Onlus Bruno Ceretto con il Vice Presidente Dario Rolfo, insieme a Sandra Vezza, socio partecipante della Fondazione.
Durante la cerimonia sono stati ringraziati con la targa Gratitudine l’Azienda Ferrero S.p.A. per aver donato 5 milioni di euro per l’ospedale nel giugno scorso, Nicola Milanesio per aver donato alla Fondazione la paghetta di 3,31 euro donatagli dal nonno dopo averlo aiutato nei lavori dell’orto.

Ringraziamento con targhe di Gratitudine anche a Gian Piero Moretto, per la capacità di realizzare in tempi rapidissimi tutta la rete fognaria e che ha consentito di dare una forte accelerazione in previsione della futura apertura del nuovo ospedale a Verduno, grazie anche alla collaborazione del compianto Giuseppe Vivaldi ricordato attraverso i figli. Targhe anche a Sandra Vezza, al notaio Lucia Cotto e alla signora Maddalena Boella Tocco.

Ringraziamento anche al Direttore Generale della Fondazione Nuovo Ospedale Alba - Bra Onlus Luciano Scalise per il grande impegno profuso in questi anni.
++++++++++

Alba: accolto in città il ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Gian Marco Centinaio

Sabato 24 novembre nella sala “Beppe Fenoglio” di Alba il Sindaco di Alba Maurizio Marello insieme all’assessore comunale Alberto Gatto, con il presidente dell’Ente Turismo Alba Bra Langhe Roero Luigi Barbero, il direttore del Centro Nazionale Studi Tartufo Mauro Carbone, il presidente dell’Associazione Commercianti Albesi Giuliano Viglione, accanto al vice presidente dell’Ente Fiera internazionale del Tartufo Marco Scuderi ha accolto il ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Gian Marco Centinaio.

«Da qualche anno la nostra fiera è patrocinata dal Ministero dell’Agricoltura – ha ricordato il Sindaco Maurizio Marello – La nostra grande manifestazione genera un indotto considerevole in provincia di Cuneo, sull’accoglienza e la ricettività, con i nostri turisti che si distribuiscono nell’area del basso Piemonte. Da qualche anno la fiera dura da fine settembre a fine novembre e quest’anno ha fatto numeri significativi in termini di presenze turistiche, sia dal punto di vista della quantità che della qualità. Negli ultimi anni si è ampliata anche la nostra stagione che parte a Pasqua e finisce a Natale. La nostra offerta ha saputo integrare gli elementi enogastronomici alla bellezza dei nostri paesaggi vitivinicoli Unesco ed agli eventi culturali. Questo comparto ha dato una grande mano a superare gli effetti della crisi. Sono 6-7 mila gli addetti impiegati in piccole strutture, spesso famigliari. Abbiamo fatto un lavoro di rete con Torino ed altre località piemontesi. Abbiamo comunque bisogno del vostro sostegno».



E a proposito di sostegno, il direttore del Centro Nazionale Studi Tartufo Mauro Carbone ha chiesto al ministro supporto per l’attivazione ad Alba di un Osservatorio sul turismo enogastronomico. Questo dopo aver illustrato all’esponente del Governo Conte il mondo del Tartufo Bianco d’Alba, ciò che rappresenta e ciò che porta.

«Mi piace tutta l’operazione turistica che avete fatto – ha dichiarato il ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Gian Marco Centinaio - Siete riusciti a coinvolgere tutti, privati e Comuni. Siete riusciti ad utilizzare la tassa di soggiorno da 1 euro e 50 per la promozione turistica. Sulla parte legislativa relativa al tartufo bisogna lavorare perché non esiste una normativa fiscale e poi bisogna lavorare sul nostro prodotto nazionale. Servono più controlli. Complimenti. In trent’anni siete riusciti a creare tutto questo vuol dire che si può fare. È un bell’esempio che si può realizzare quando c’è un buon prodotto ed una progettualità dietro».
+++++++++++++++++

Alba: il Sindaco Maurizio Marello ha accolto in Municipio il ministro consigliere dell’Ambasciata di Macedonia Magdalena Dimova

Sabato 24 novembre il Sindaco di Alba Maurizio Marello ha accolto nel suo ufficio nel Palazzo comunale il ministro consigliere, incaricato d'Affari a.i. dell’Ambasciata della Repubblica Jugoslava di Macedonia a Roma Magdalena Dimova, accompagnata in Municipio da Roger Davico e Mihajlo Matevski, sacerdote ortodosso per macedoni nella parrocchia di San Michele Arcangelo a Neive.



«Mi ha fatto molto piacere la visita del ministro consigliere Dimova – dichiara il Sindaco Maurizio Marello – In questi giorni è in visita al nostro territorio. Ieri è stata a Neive. I macedoni in Piemonte sono circa 6 mila ma la maggior parte risiede nelle nostre zone, anche perché sono persone molto abili nella lavorazione del vitigno. Questo perché in Macedonia ci sono zone vocate al vino da secoli e c’è un’abilità notevole. La presenza di queste persone è molto importante per le nostre comunità. Per questo con il ministro abbiamo inteso di lavorare insieme per favorire degli scambi tra i nostri due paesi».
+++++++++++++

Alba: piantagione nuovi alberi mercoledì 5 dicembre per la Festa dell’albero 2018

Causa maltempo il 21 novembre ad Alba, è stata spostata a mercoledì 5 dicembre ore 11.00 la prevista piantumazione di un albero Carpinus fansfrontier nel parco “Divisione Alpina Cuneense”, anche noto come “Giardino della Stazione”, in corso Fratelli Bandiera. Nella stessa mattinata del 5 dicembre, un altro esemplare sarà piantato nel giardino “Giovanni Dalmasso” in corso Langhe.

La piantagione dei due esemplari è stata programmata in occasione della Festa dell’albero 2018 oggi, mercoledì 21 novembre.

Promossa da Legambiente, è giunta alla 24esima edizione ed è la giornata in cui enti, associazioni ed amministrazioni promuovo la piantumazione di alberi ed arbusti con la messa a dimora di nuove essenze per la valorizzazione ed il recupero di aree verdi.

L’Amministrazione comunale di Alba, sempre sensibile alle tematiche dell'ambiente, quest’anno ha voluto dedicare all’iniziativa uno spazio nel parco “Divisione Alpina Cuneense”, dove l’esemplare di Carpinus fansfrontier che potrà svilupparsi in tutta la sua grandezza arricchendo l’intero parco.

Quest’anno Legambiente dedica la Festa dell’albero 2018 all'accoglienza e alla solidarietà, affinché tali valori possano mettere radici solide e profonde come alberi.
++++++++++

Alba: inaugurato un nuovo defibrillatore per il centro storico

Giovedì 22 novembre ad Alba è stato inaugurato un nuovo defibrillatore posizionato nell’angolo tra Via Mandelli e Via Vittorio Emanuele, affinché in caso di emergenza, sia visibile ed utilizzabile per le zone di Via Maestra, Piazza Borsellino, Piazza Falcone.

L’apparecchio salvavita in grado di rilevare le alterazioni del ritmo della frequenza cardiaca e di erogare una scarica elettrica al cuore qualora sia necessario, è stato donato alla città dall'Azienda Langa Group attraverso il titolare Luca Prata.

«Ringrazio l’Azienda Langa Group per la sensibilità che ha dimostrato – dichiara il Sindaco Maurizio Marello – Grazie a questa donazione, il defibrillatore è posizionato in un punto strategico del centro città per una maggiore sicurezza di cittadini e turisti».

Così il Sindaco Marello dopo l’inaugurazione alla presenza dell’assessore ai Lavori pubblici Alberto Gatto e del consigliere Tina Ciongoli accanto a Luca Prata.

«Ho pensato di fare qualcosa per il benessere collettivo – spiega Luca Prata di Langa Group - Passeggiando per il centro di Alba ho visto un defibrillatore in piazza Michele Ferrero ed un altro sotto i portici del Palazzo comunale in piazza Risorgimento ed ho pensato che un’altra apparecchiatura del genere poteva essere utile alla collettività».

Con questa installazione diventano tre i defibrillatori disponibili nel centro storico di Alba. Il primo si trova sotto i portici del Palazzo comunale in piazza Risorgimento ed è stato donato nel dicembre 2016 dal borgo Santa Rosalia in memoria del presidente del borgo Candido Alessandria deceduto improvvisamente per un problema al cuore. Il secondo si trova sotto i portici di piazza Michele Ferrero, accanto alla sede della Banca Intesa San Paolo ad Alba ed è stato donato nel giugno 2018 dai fratelli Davide, Luca ed Andrea Grasso.
++++++++

Alba: trent’anni per il gruppo “Carossese Amici del Calcetto” festeggiati anche con il Sindaco Maurizio Marello

Sabato 17 novembre il Sindaco di Alba Maurizio Marello ha accolto nella sala Consiglio “Teodoro Bubbio” del Palazzo comunale il gruppo “Carossese Amici del Calcetto”.

Quest’anno il gruppo di amici compie trent’anni di gioco insieme a calcetto ed ha organizzato una serie di iniziative per festeggiare la bella storia di amicizia coltivata grazie agli appuntamenti settimanali di gioco.

L’incontro con il Sindaco Marello in mattinata, poi il pranzo in una cantina, il torneo quadrangolare nel pomeriggio ed infine la cena in serata.

«La vostra è una bella storia di amicizia – ha sottolineato il Sindaco Maurizio Marello – Un tempo c’era la capacità di incontrarsi in maniera spontanea. C’era il gioco delle bocce tra vicini di casa, uno era al Mussotto dove si trovavano due volte a settimana. Oggi, a parte qualche area all’H-Zone, in città non ci sono spazi per il gioco libero. Per questo, nell’ambito dei lavori per il nuovo supermercato che sarà spostato da via dell’Acquedotto nell’area di fronte alla rotonda di San Cassiano, tra le opere pubbliche che abbiamo chiesto c’è un campo per il gioco libero, con due porte ed i canestri».

«Ringraziamo il Sindaco per averci accolti in questa splendida location - hanno dichiarato gli esponenti del gruppo – Questa settimana celebriamo i 30 anni del nostro con una serie di iniziative ed abbiamo voluto inserire anche questo incontro».
+++++++++


Alba: gli studenti delle scuole musicali insieme per un unico concerto

Alunni e strumenti di quattro scuole albesi per un unico concerto musicale sul palco della sala conferenze del Palazzo Mostre e Congressi “G. Morra” di Alba.

Venerdì 16 novembre, gli studenti dell’indirizzo musicale della scuola media “Pertini”, i giovani del Liceo Musicale “Leonardo Da Vinci”, quelli del Civico Istituto Musicale “Lodovico Rocca” ed i ragazzi dell’Istituto Comprensivo Mussotto e Sinistra Tanaro hanno suonato davanti agli alunni delle classi quinte delle scuole elementari e delle classi terze delle scuole medie accompagnati dagli insegnanti.

Un’iniziativa nata per riunire in un unico evento il paniere della formazione musicale pubblica albese, presentando contemporaneamente ai ragazzi in fase di orientamento del percorso scolastico, l’offerta ad indirizzo musicale presente in città.

«Abbiamo trascorso una bella mattinata all’insegna della musica e del piacere di suonare insieme – commenta il Vice Sindaco ed Assessore all’Istruzione del Comune di Alba Elena Di Liddo - Complimenti ai ragazzi che si sono esibiti ed ai loro insegnanti. Mi auguro ci saranno altre occasioni come questa. Ringrazio dirigenti e personale docente delle varie scuole per aver organizzato l’iniziativa ed la direttrice dell’Usp di Cuneo, Maria Teresa Furci, per la sua presenza istituzionale e per aver suonato con i ragazzi il violino. Ringrazio anche l’azienda Ferrero per i prodotti della merenda di metà mattinata».

«La musica è il linguaggio privilegiato per raccontare storie – dichiara la docente Francesca Lamborizio insieme ai colleghi - e questa mattina il pubblico presente così attento ci ha permesso di farlo al nostro meglio».
+++++++++++

Alba: inaugurazione nuovo defibrillatore in centro storico giovedì 22 novembre alle ore 11.30

Ad Alba un nuovo defibrillatore sarà inaugurato giovedì 22 novembre alle ore 11.30 nell’angolo tra Via Mandelli e Via Vittorio Emanuele, affinché in caso di emergenza, sia visibile ed utilizzabile per le zone di Via Maestra, Piazza Borsellino, Piazza Falcone.

Giovedì 27 settembre 2018 nel Palazzo comunale, il Sindaco Maurizio Marello ha accettato la donazione dell'Azienda Langa Group attraverso il titolare Luca Prata, di un apparecchio salvavita in grado di rilevare le alterazioni del ritmo della frequenza cardiaca e di erogare una scarica elettrica al cuore qualora sia necessario.

Il defibrillatore è posizionato in una zona di alto passaggio in centro per essere immediatamente disponibile in caso di necessità.

«Ringraziamenti e riconoscenza verso questo gesto – esprime il Sindaco Maurizio Marello – Apprezzo la sensibilità di questa azienda che ci dà la possibilità di aumentare in città la dotazione di queste apparecchiature salvavita, migliorando la sicurezza delle persone».

«Ho pensato di fare qualcosa per il benessere collettivo – spiega Luca Prata di Langa Group - Passeggiando per il centro di Alba ho visto un defibrillatore in piazza Michele Ferrero ed un altro sotto i portici del Palazzo comunale in piazza Risorgimento ed ho pensato che un’altra apparecchiatura del genere poteva essere utile alla collettività».

Con questa installazione, diventano tre i defibrillatori disponibili nel centro storico di Alba. Il primo è stato donato nel dicembre 2016 dal borgo Santa Rosalia in memoria del presidente del borgo Candido Alessandria deceduto improvvisamente per un problema al cuore ed è stato posizionato sotto i portici del Palazzo comunale in piazza Risorgimento. Il secondo si trova sotto i portici di piazza Michele Ferrero, accanto alla sede della Banca Intesa San Paolo ad Alba ed è stato donato nel giugno 2018 dai fratelli Davide, Luca ed Andrea Grasso.
++++++++++

Alba: un cippo in ricordo dei motociclisti deceduti sulle strade inaugurato in piazza Medford

Ad Alba c’è un cippo in ricordo dei motociclisti deceduti sulle strade del territorio. Si trova in piazza Medford vicino a corso Giacomo Matteotti ed è stato inaugurato domenica 11 novembre con l’intervento del Sindaco della città Maurizio Marello e la benedizione del Vescovo monsignor Marco Brunetti.

Sul cippo una preghiera scritta insieme dai vari esponenti dei gruppi recita: “Signore, sulle splendide strade di Langhe e Roero e di quelle di tutto il mondo, proteggi sempre il nostro cammino verso Casa”.

«Come Amministrazione – ha dichiarato il Sindaco Maurizio Marello – abbiamo trovato molto opportuna questa iniziativa in ricordo di tanti amici, conoscenti, parenti legati al mondo delle moto che sulla moto hanno trovato la morte. Oltre che la preghiera mi piace molto la frase “Metti in moto la vita” che vuole essere un richiamo ad una vita ben spesa, con passione, a contatto con la natura, con le colline. Quindi, raccogliamo anche questo bel messaggio di vita. Questo luogo è molto simbolico. Da questa piazza passano, partono, arrivano raduni e manifestazioni di gruppi di motociclisti. Per questo è molto evocativo in tal senso».

Pensato da Bruno Bongiovanni director di Alba Chapter Italy il cippo è stato realizzato insieme a Bmw Motorrad Club Alba Provincia Granda, Desmolanghe Ducati Cuneo, Moto Club Alba, Moto Club Cento Torri Alba e Vespa Club Alba, con Mettinmotolavita.

Durante l’evento una targa ricordo è stata consegnata al Sindaco Marello da Massimo Cannistraro del Bmw Motorrad Club Alba Provincia Granda. Contemporaneamente ringraziati anche l’assessore ai Lavori pubblici Alberto Gatto e la Ripartizione Opere Pubbliche, per la collaborazione nella realizzazione del monumento.

+++++++++

Alba: il Sindaco Maurizio Marello ha incontrato una delegazione di lavoratrici Miroglio Fashion insieme ai sindacati

Mercoledì 31 ottobre nella sala Giunta del Palazzo comunale di Alba il Sindaco Maurizio Marello ha incontrato sette lavoratrici della Miroglio Fashion accompagnati dai sindacalisti Angelo Vero (Cisl), Laura Vaschetto (Cgil) e Vito Roberto Montanaro (UilTec).

Durante l’incontro, la delegazione ha espresso al Sindaco la forte preoccupazione per il proprio futuro lavorativo. Preoccupa soprattutto il fatto che la maggior parte di queste persone sono donne, con difficoltà a spostarsi in altre zone per lavoro.

A luglio, infatti, è stata siglata con i sindacati la cassa integrazione di durata 12 mesi per 55 esuberi di Miroglio Fashion.

Attualmente le persone in cassa integrazione sono 50 lavoratrici per un periodo che arriva a metà novembre, dicembre 2018.

«Chiediamo al Gruppo - hanno detto i sindacalisti Angelo Vero, Laura Vaschetto e Vito Roberto Montanaro - di diminuire i numeri, di lavorare su una ricollocazione interna ed un aiuto alla ricollocazione esterna per queste 55 persone. Anche il part time potrebbe essere una soluzione. Chiediamo a lei Sindaco di intercedere presso l’azienda e con la proprietà per risolvere questa situazione».

«Mi faccio carico delle vostre richieste – ha risposto il Sindaco Maurizio Marello – e nel giro di pochi giorni convocherò la famiglia. In questi dieci anni ci siamo visti tante volte. Il tessile è un settore che è stato colpito dalla crisi. La Miroglio è nata ad Alba ed è stata una delle più grandi aziende di questa città. In questi anni abbiamo dialogato e continueremo a farlo per il benessere della città e del territorio».
31/10/18
+++++++
Alba: commemorazione per le vittime dell’alluvione del 1994, sabato 3 novembre dalle ore 16.45

Sabato 3 novembre dalle ore 16.45 il Comune di Alba in collaborazione con le associazioni di Protezione Civile ricorderà le vittime dell’alluvione del 1994.

La commemorazione inizierà davanti alla sede della Protezione Civile in via Ognissanti, 30 con un momento di ricordo e lo scoprimento di una targa dedicata ai coniugi Carmine Iannone e Maria Di Paola di Nichelino morti per l’alluvione sulla tangenziale di Alba.

Poi, il corteo si dirigerà verso Corso Piera Cillario e lo attraverserà fino ad arrivare al vecchio ponte sul Tanaro dove sarà lanciata una corona di fiori sul fiume.


Saranno ricordate così le vittime dell’alluvione del 5 e 6 novembre del 1994 quando Alba fu travolta dai fiumi Tanaro e Talloria con morti ed ingenti danni al territorio.

In quella tragedia persero la vita Caterina Giobergia e Felicita Bongiovanni morte all’interno della casa di riposo Ottolenghi, Maria Magliano Sobrino e il nipotino Riccardo Sobrino travolti dall’acqua in via Piera Cillario, i coniugi Daniele Vola e Daniela Mascarello sommersi presso la ditta Aimeri, Emiliano Rossano di Macellai travolto dalla piena del Tanaro nella zona del ponte nuovo della tangenziale di Alba, i coniugi Carmine Iannone e Maria Di Paola di Nichelino morti per l’alluvione sulla tangenziale di Alba.
++++++++++++

Alba: fino a domenica 28 ottobre "I colori di Giovanni Pascoli" nella la galleria d'arte "Angelo Galeasso"

Fino a domenica 28 ottobre la galleria d'arte "Angelo Galeasso" in via Mazzini 2 ad Alba ospita la personale "I colori di Giovanni Pascoli" dell'omonimo pittore nato a Savona e residente a Cairo Montenotte.

La mostra è stata aperta al pubblico sabato 6 ottobre. All'inaugurazione anche il sindaco di Alba Maurizio Marello, insieme al senatore Tomaso Zanoletti.

L'esposizione è aperta al pubblico dal martedì alla domenica dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 15.30 alle ore 19.00.
+++++++++

Alba: da sabato 6 ottobre è possibile accendere il riscaldamento

Considerato il brusco calo delle temperature degli ultimi giorni, da sabato 6 ottobre ad Alba è possibile accendere il riscaldamento.

Il Sindaco Maurizio Marello ha firmato l’ordinanza sull’attivazione, per massimo 7 ore giornaliere, dal 6 al 14 ottobre 2018.

Poi entreranno in vigore le previste 14 ore giornaliere fino al 15 aprile 2019.

+++++++++++++++++++

Alba: inaugurato il luna park “Albaland” in piazza Sarti e piazza Medford fino al 28 ottobre 2018

Sabato pomeriggio 29 settembre, lo spettacolo di sbandieratori e musici del Borgo Santa Rosalia e del gruppo “Terre Sabaude” ha aperto l’inaugurazione del luna park “Albaland”, in piazza Sarti e piazza Medford ad Alba fino a domenica 28 ottobre 2018, nell’ambito dell’88esima Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba.

Al taglio del nastro, il Sindaco Maurizio Marello, insieme agli assessori al Commercio Massimo Scavino e ai Lavori pubblici Alberto Gatto, accanto ai giostrai.



La festa di apertura è proseguita anche in serata con i fuochi d’artificio e lo street food ospitato sulla piazza dal 28 al 30 settembre.

Il parco divertimenti con numerosissime attrazioni per adulti e bambini è aperto tutti i giorni pomeriggio e sera, mentre la domenica è accessibile anche al mattino dalle ore 10.00.

+++++++++++++


Alba: il Sindaco Maurizio Marello ha incontrato il neo questore Emanuele Ricifari

Venerdì 21 settembre nel Palazzo comunale di Alba, il Sindaco Maurizio Marello ha incontrato Emanuele Ricifari, dall’1 giugno 2018 questore ai vertici della Questura di Cuneo.

Un dialogo su diverse questioni per circa un’ora a porte chiuse. Poi, il Sindaco Marello ha guidato il neo questore in visita nella sala Consigliare “Teodoro Bubbio”, nella sala della Resistenza e nella sala Giunta del Municipio.
+++++++++++++

Alba: “Piacere Barachin” per sessanta Nonni Civici volontari

Venerdì 21 settembre nel salone del Centro Anziani di via G. Govone ad Alba il Sindaco Maurizio Marello, con il vice sindaco Elena Di Liddo e gli assessori Massimo Scavino ed Alberto Gatto, è intervenuto a “Piacere Barachin – Terra Madre Alba”, per i Nonni Civici volontari in città attraverso l’iscrizione ai Centri Anziani del Comune.

Due i momenti conviviali: il primo giovedì 20 settembre ed il secondo venerdì 21 settembre con la partecipazione di trenta Nonni Civici per ciascuna serata. Sessanta in tutto ad aderire all’iniziativa lanciata per riaffermare che il cibo buono e giusto è un diritto di tutti, in un evento organizzato dal Comune in collaborazione con Slow Food nell’ambito di Terra Madre - Salone del Gusto 2018.



«E’ un piccolo modo per ringraziare i nostri Nonni Civici volontari impegnati tutto l’anno a dare una mano nelle diverse iniziative cittadine – ha sottolineato il Sindaco Maurizio Marello – Il barachin, una volta, era legato alla vita operaia di chi partiva al mattino presto per andare in azienda a lavorare e si portava dietro il pranzo. Oggi è bello il ritorno a queste antiche usanze grazie a Slow Food ed al genio di Carlin Petrini, nel recuperare i valori legati al cibo ed alle tradizioni».

«Alba da due anni è Città di Terra Madre con l’impegno a sostenere le attività di Slow Food – ha ricordato Fulvio Prandi fiduciario della Condotta Slow Food Alba Langhe e Roero – Terra Madre organizza ogni due anni il Salone del Gusto, con quattromila delegati provenienti da tutto il mondo. Qualche giorno fa è partita l’Università Diffusa insieme all’Unisg di Pollenzo che favorirà il dialogo tra le conoscenze accademiche e i saperi tradizionali».

Terra Madre – Salone del Gusto 2018, giunto alla 12esima edizione è a Torino dal 20 al 24 settembre.

La manifestazione è organizzata da Slow Food insieme alla Regione Piemonte e alla Città di Torino e prevede tanti appuntamenti tra cui degustazioni, conferenze e mostre in giro per la città.

Il “Barachin” per i Nonni Civici di Alba è stato appositamente preparato dallo chef Dennis Panzeri del Ristorante “La Piola” della città.
+++++++++++


Alba: il piazzale di Scaparoni intitolato al professor Gaetano Di Modica

Il piazzale sul retro della Chiesa San Rocco in frazione Scaparoni ad Alba è stato intitolato al professor Gaetano Di Modica.



Professore di Chimica organica all’Università di Torino, presidente dell'Associazione Italiana di Chimica Tessile e Coloristica, ricercatore e benefattore, Gaetano Di Modica nato a Torino il 3 novembre del 1922, è deceduto il 10 luglio 2014, all’età di 92 anni, all’ospedale di Massa, mentre era in vacanza all’Isola d’Elba.



La targa d’intitolazione con su scritto “Gaetano Di Modica (1922 – 2014) Chimico” è stata scoperta dal Sindaco Maurizio Marello insieme alla moglie Marina Ferrero durante una cerimonia dedicata, sabato 22 settembre, in frazione Scaparoni, alla presenza di famigliari, amici e diverse personalità istituzionali.




«Il professor Di Modica non perdeva mai occasione di ricordare le sue origini siciliane ed il suo legame con Scaparoni - ha rammentato il Sindaco Maurizio Marello – Si sentiva davvero cittadino albese e soprattutto cittadino di questa frazione. Per questo, rispondendo al desiderio della signora Ferrero Di Modica abbiamo voluto fare questa intitolazione in deroga, concessa dalla Prefettura prima dei dieci anni dalla scomparsa perché ha ritenuto il profilo del professore così alto da autorizzarla. Questo luogo sarà da oggi Piazzale “Gaetano Di Modica” per ricordare la figura dell’illustre professore e per manifestare costantemente gratitudine a quello che lui ha fatto per la nostra città, come l’Università della Terza Età che ancora oggi funziona molto bene».

«Ringrazio tutti coloro che hanno lavorato per questa intitolazione – ha detto Marina Ferrero Di Modica – Sono molto grata al Sindaco Marello per aver accolto questo mio desiderio rendendolo realizzato in così breve tempo. Grazie a tutti».

L’evento è stato anche occasione per ricordare Marina Di Modica, la figlia del professore di Chimica scomparsa nel 1996, all’età di 39 anni, in circostanze mai del tutto chiarite. Sullo stesso piazzale di Scaparoni, l’8 settembre 2008, fu posta una lapide in pietra con inciso “In ricordo di Marina Di Modica”.

Alla cerimonia hanno partecipato anche gli assessori comunali Massimo Scavino ed Alberto Gatto, il presidente del Consiglio comunale Roberto Giachino, accanto ai consiglieri Armando Bauduino, Emanuele Bolla e Domenico Boeri. È intervenuto anche l’eurodeputato Albero Cirio.

____________________________________________________________________

Gaetano Di Modica – Chi era

Nato a Torino il 3 novembre del 1922, è deceduto il 10 luglio 2014, all’età di 92 anni, all’ospedale di Massa, mentre era in vacanza all’Isola d’Elba.

Suo padre, funzionario laureato in giurisprudenza, venne trasferito da Vittoria, in Sicilia, ad Alba, dove conobbe e sposò Flaminia Scaparone, dell’antichissima famiglia Scaparone che diede il nome alla frazione posta alla sinistra Tanaro. Il patriarca, Sebastiano Scaparone, nonno di Gaetano, fu professore di scienze naturali ed ebbe un figlio, per lunghi anni titolare di una farmacia in via Vittorio Emanuele II, ad Alba.

Gaetano venne nominato allievo ufficiale pilota, all’aeroporto di Falconara Marittima, alla vigilia dell’8 settembre 1943.

Conseguì la laurea in chimica all'Università di Torino nel 1946 e collaborò con lo staff dell'Istituto Federale di Tecnologia (ETH) di Zurigo, lavorando con il gruppo che faceva capo al Premio Nobel 1939 Leopold Ružicka. Per un anno. Ivi si guadagnò la possibilità di partecipare, unico rappresentante italiano, al seminario internazionale sui flavoni, tenutosi a Mosca nel 1974.

Per oltre cinquant’anni il professor Di Modica si occupò di ricerca in chimica organica, collaborando con prestigiosi atenei italiani e internazionali. In particolare, nel corso della sua attività scientifica, si specializzò in chimica tessile e coloristica, con svariate pubblicazioni su riviste italiane e internazionali.

Circa mezzo secolo fa, quando la mobilità dei cervelli e l’internazionalizzazione non erano cosa ovvia e indispensabile come ai giorni nostri, il professor Di Modica si aprì alla ricerca nell’ambito della Comunità Europea e degli Stati Uniti. Partecipò nel 1967 alla Gordon Conference, le conferenze internazionali i cui argomenti venivano pubblicati sulla rivista Science.

Di Modica, sempre in controcorrente, sollecitò l’interdisciplinarietà tra le Università, chiedendo il contributo di colleghi della Facoltà di Economia su tematiche di strategia, gestione, economia applicata, business e governo del personale.

Fu il primo direttore del Dipartimento di Chimica Generale e Organica Applicata dal 1989 e professore (emerito dal 2001) di chimica organica all’Università di Torino.

Dal 2000 al 2003 ricoprì la carica di presidente dell’Accademia delle Scienze di Torino, la prestigiosa accademia nata nel 1783 che opera per lo sviluppo della cultura e della ricerca, la cui biblioteca conserva volumi di inestimabile valore.

Fu per più mandati presidente dell'Associazione Italiana di Chimica Tessile e Coloristica e, successivamente, venne nominato presidente onorario. Nel 1994 fu insignito del Premio Sessa. Diventò presidente della Federazione Internazionale di Chimica Tessile e Coloristica e curò un ampio lavoro di comparazione dei piani di studio nell’istruzione superiore e universitaria.

Appassionato di volo, conseguì i brevetti di volo a vela e a motore, con prestazioni di rilievo in campo agonistico e la pubblicazione di scritti. Conquistò, tra gli altri, il Trofeo Internazionale di Volo a vela Città di Torino, compiendo quasi 300 km di volo da Torino fino in territorio elvetico. Si dedicò con serietà allo studio della meteorologia tenendo lezioni agli allievi della Scuola di Volo a Vela.

Frequentò e seguì i giovani, ma fu altrettanto solerte verso gli anziani con il suo impegno nell’Università della Terza Età, non solo a Torino, ma nel Consiglio direttivo della Association Internationale des Université du Troisième Age, che lo portò a Parigi e nel Quebèc.

Il 17 settembre 1985 contribuì a fondare ad Alba l'Università della Terza Età, della quale fu presidente e sovrintendente culturale. Numerosissime furono le sue lezioni, particolarmente seguite ed apprezzate dalla platea. Collaborò con l’Istituto Tecnico Agrario “Umberto I”.

Socio del Rotary Club di Alba, di cui fu presidente dal 1971 al 1973, fu organizzatore di incontri di orientamento per gli studenti con i docenti dell’Università e del Politecnico.

Pur coltivando la sua carriera e i suoi tanti interessi in giro per l’Italia e l’Europa, non dimenticò la frazione Scaparoni, dove tornava spesso con la famiglia per soggiornare nella grande casa in campagna. Negli anni ’90 scelse di fissare qui la sua residenza.

Contribuì a raccogliere i dati storici sui primi passi compiuti dalla comunità di Scaparoni e, nel 2006, Gaetano Di Modica donò al Comune di Alba un terreno per ricordare e onorare la figlia trentanovenne scomparsa misteriosamente nella primavera del 1996 e mai ritrovata.

Sul terreno l’amministrazione realizzò un piazzale con parcheggio e, l’8 settembre 2008, fu posta una lapide in pietra con inciso “In ricordo di Marina Di Modica”.

La donazione fu un apprezzato gesto di generosità che consentì al Comune di realizzare opere di cui da tempo si sentiva la necessità e alla famiglia Di Modica di ricordare Marina, vittima di una tragica vicenda mai completamente chiarita.

+++++++++++++++++++


Alba: “Sport in Piazza” domenica 23 settembre in piazza Medford

Domenica 23 settembre Piazza Medford di Alba ospiterà “Sport in Piazza”, una giornata festiva dedicata allo sport, promossa dal Comune.

L’evento segue lo slogan “… Sono uno sportivo, lo metto in piazza …!” ed è ancora una volta un’opportunità per conoscere le diverse attività agonistiche praticate in città.

Dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00 in apposite aree attrezzate sulla piazza dalle diverse associazioni cittadine, sarà possibile giocare, divertirsi e cimentarsi in vari sport: scherma, arti marziali, danza, pattinaggio, pallavolo, calcio, atletica leggera, basket, ginnastica ritmica, badminton, tennis, tennis tavolo, ciclismo, cheerleading, golf e tanti altri.

Poi, alle ore 17.00 ci saranno le estrazioni e le premiazioni. I possessori dei biglietti vincenti devono essere presenti per ritirare i premi, altrimenti l’estrazione non è valida e si procederà con un’estrazione successiva.

Anche quest’anno tutti i partecipanti potranno concorrere all’estrazione di una bicicletta ed altri premi messi in palio dagli organizzatori.

Ulteriori informazioni: Comune di Alba - Ufficio Sport 0173 292316 – 292326 – 292226.
+++++++++

Alba: il Sindaco Maurizio Marello ha chiesto lo stato di calamità naturale per i danni causati dal nubifragio del 6 settembre

Venerdì 7 settembre il Sindaco di Alba Maurizio Marello si è attivato per chiedere agli enti competenti, lo stato di calamità naturale per i danni causati dal nubifragio di giovedì pomeriggio 6 settembre, in alcune zone della città.

Pertanto, saranno attivate le modalità affinché i privati possano segnalare i propri danneggiamenti causati dall’intenso temporale.

Il modulo per la segnalazione dei danni, che saranno trasmessi alla Regione Piemonte, sarà pubblicato nei prossimi giorni, sul sito del Comune di Alba, sulla pagina Facebook istituzionale “Città di Alba” ed attraverso i mass media.

Si raccomanda di conservare anche materiale fotografico e video dei danni subiti.

+++++++++++

Alba: “Programmi Territoriali Integrati Alba Bra Langhe e Roero” mercoledì 19 settembre alle ore 14.00 nel Teatro Sociale “G. Busca”

Mercoledì 19 settembre alle ore 14.00 la sala storica “Marianna Torta Morolin” del Teatro Sociale “G. Busca” di Alba ospita il convegno “Programmi Territoriali Integrati Alba Bra Langhe e Roero”.

L’evento è organizzato dal Comune di Alba con il patrocinio di Regione Piemonte, Provincia di Cuneo, Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Cuneo, Ordine degli architetti P.P. e C. della provincia di Cuneo, Ordine degli Ingegneri della provincia di Cuneo.

Il programma prevede la registrazione dei partecipanti alle ore 14.00, i saluti delle autorità e degli esponenti degli ordini professionali alle ore 14.15.

Poi, alle ore 14.30 si entra nel vivo con l’intervento di Alfonso Facco. Il responsabile della settore “Programmazione negoziata” della Regione Piemonte parla di Fondo per lo Sviluppo e la Coesione.

A seguire, la presentazione dei progetti. Durante la prima parte, alle ore 15.15 l’architetto Raffaella Gambino presenta il masterplan per la valorizzazione della fascia fluviale del fiume Tanaro.

Nella seconda parte, alle ore 16.15 l’ingegner Dario Alberto illustra il progetto di riqualificazione della linea ferroviaria Bra – Alba – Castagnole Lanze.

Alle ore 17.00 l’ingegner Gaetano Pitisci responsabile dell’Unità Territoriale “TorinoCentro Sud” della Direzione Territoriale Produzione di Torino parla di “Interventi necessari per la riattivazione della linea ferroviaria Alba – Asti”.

A seguire, l’architetto Andrea Stanghellini della ripartizione Pianificazione e Marketing dell’Agenzia della Mobilità Piemontese spiega “Le ferrovie di Alba nel quadro del Sistema Ferroviario Metropolitano e Regionale”.

Poi, nella terza parte, alle ore 17.45 l’architetto Ezio Bardini parla di adeguamento del Piano regolatore generale alle Linee Guida Unesco. Alle ore 18.30 il dibattito. La chiusura dei lavori è prevista per le ore 18.45.

L’evento è moderato da Roberto Fiori, giornalista del quotidiano “La Stampa”.

Nel 2013 la Giunta Regionale ha avviato la linea d’azione “Programmi Territoriali Integrati” modificando la precedente ripartizione dei finanziamenti. Nel gennaio 2015 è stato sottoscritto l'Accordo di Programma tra la Regione Piemonte e i Comuni di Alba, Govone, Roddi, Saliceto, Castelletto Uzzone, Mango, Prunetto, Barbaresco, Castino, Montà, Barolo, Mombarcaro e Bra.


Il Comune di Alba, ente capofila, ha redatto i seguenti progetti:

• Progetto P01 “Progetti strategici - Progetto di valorizzazione della fascia fluviale del Tanaro”;

• Progetto PO2 “Progetti strategici - Qualificazione del servizio ferroviario”;

• Progetto per l’Adeguamento del Piano Regolatore Generale e del Regolamento edilizio alle indicazioni di tutela per il sito Unesco contenute nella DGR n. 26-2131 del 21 settembre 2015, con la quale sono state approvate le Linee guida per l’adeguamento dei piani regolatori e dei regolamenti edilizi alle indicazioni di tutela per il sito Unesco: “I paesaggi vitivinicoli del Piemonte Langhe-Roero e Monferrato.

Nel corso del seminario, la presentazione dei tre progetti redatti con i finanziamenti del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione e le possibili ricadute sulla pianificazione del territorio e sui sistemi di trasporto pubblico.

Il seminario è accreditato dal Collegio dei Geometri della Provincia di Cuneo con 2 crediti formativi professionali, dall’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Cuneo con 4 crediti formativi professionali e dall’Ordine degli Architetti della Provincia di Cuneo con 4 crediti formativi professionali.

Per le iscrizioni, architetti e geometri devono rivolgersi all'Ordine degli Architetti e al Collegio dei Geometri.

Gli ingegneri possono accreditarsi tramite e-mail: seminariopti@comune.alba.cn.it entro il 12 settembre 2018.

Per ulteriori informazioni, Ripartizione Urbanistica del Comune di Alba: tel. 0173 292341 – 0173 292317.
+++++++++++++



Alba: 5 posti in Comune con il Servizio Civile. Domande entro il 28 settembre 2018

Scade il 28 settembre il termine di presentazione delle domande per il Servizio Civile Nazionale 2018.

Martedì 11 settembre alle ore 15.00 al Centro Giovani H-Zone è previsto un incontro, rivolto ai giovani interessati a conoscere meglio quest’opportunità, con la presentazione dei progetti del Comune di Alba e degli altri enti/associazioni che operano sul nostro comune.

Il Comune di Alba può contare su due progetti: “Diritti al Futuro” e “CulturainComune”, della durata di un anno, per un totale di cinque volontari che prenderanno servizio nel 2019.

Il progetto “Diritti al Futuro” si propone di incrementare le occasioni e gli spazi d’accoglienza, l’orientamento e la realizzazione delle istanze portate dai giovani del territorio potenziando i servizi offerti dal Comune di Alba nell’ambito delle politiche giovanili con una particolare attenzione ai temi della cittadinanza, dell’appartenenza di genere e dell’inclusione avendo come orizzonte di senso una società integrata e solidale.

Il progetto prevede 2 volontari impiegati nel Settore Sociale della Ripartizione Socio Educativa e Culturale ed in particolare al Centro Giovani H-Zone e nelle scuole cittadine, con un monte ore settimanale medio di 30 ore. Requisiti specifici d’accesso: aver assolto l’obbligo scolastico e la patente B.

Il progetto “CulturainComune” prevede l’inserimento di tre volontari, uno nella Biblioteca “G. Ferrero”, uno nel Museo Civico “F. Eusebio” e uno nel Teatro Sociale “G. Busca”.

L’obiettivo è quello di avvicinare il pubblico giovanile ai tre servizi culturali del Comune, utilizzando un linguaggio più adatto per la promozione culturale, far conoscere le attività che vengono realizzate non solo a livello locale, ma anche su un territorio più ampio. I volontari avranno il compito di potenziare e divulgare le iniziative esistenti, raggiungendo il maggior numero di possibili fruitori delle proposte. Prevede un impegno medio di 30 ore settimanali. Tra le attività che vedranno impegnati i volontari: il miglioramento della mailing list, la creazione di newsletter e l’uso dei principali social network. I requisiti d’accesso sono l’assolvimento dell’obbligo scolastico e la patente B. ++++++++ Alba: possibili virus e rischio furto credenziali da indirizzi e-mail attendibili Il Comune di Alba ha ricevuto diverse segnalazioni di ricezione e-mail false provenienti da indirizzi di posta elettronica apparentemente attendibili, come ad esempio ufficio@tributi.it. Le false e-mail segnalate al Comune nelle ultime ore riguardano presunte incoerenze o richieste di rimborso con riferimento al versamento di tributi comunali e contengono un link che, se cliccato, potrebbe avviare il download di un virus potenzialmente in grado di danneggiare il computer o attivare azioni atte ad impossessarsi illegalmente di dati e credenziali personali. Si invita pertanto a prestare massima attenzione a tale tipologia di e-mail, tenendo presente che le comunicazioni ufficiali degli enti pubblici non sono mai inviate tramite e-mail, ma attraverso posta elettronica certificata o con raccomandata. In caso di dubbi è preferibile non cliccare sul link contenuto, cancellare immediatamente la e-mail dal proprio computer e chiedere informazioni agli uffici del mittente indicato. +++++++++++++

AGGIORNATO IL
13/12/2018 11:50:06

L'INFORMAZIONE

RUBRICHE