Sabato, 20/10/2018
22:14

Direttore responsabile Franco Musso

ASSOCIAZIONE RADIO ASTI EUROPA P.IVA 01553610054

 

Home Page

 

 

 

PREFETTURA DI ASTI

Nella mattinata del 20 settembre, presso la Prefettura di Asti, si è svolta una nuova riunione relativa alla situazione dei Campi Nomadi del Comune di Asti, con particolare riguardo al campo Rom di Via Guerra.
All'incontro, convocato d'intesa con l'Amministrazione civica e presieduto dal Prefetto Alfonso Terribile, hanno partecipato i Vertici provinciali delle Forze di Polizia, i Responsabili dei Vigili del Fuoco, il Sindaco, il Vice Sindaco e gli Assessori ai Servizi Sociali e all'Istruzione della Città di Asti, il Vice Comandante della Polizia Municipale ed i Rappresentanti dell'ASL AT e dell'ASP.
La riunione ha costituito l'occasione per valutare lo stato di attuazione dei lavori urgenti di messa in sicurezza e rifacimento dell'impianto elettrico nel campo Rom, le azioni da porre in essere nel prossimo futuro per evitare il protrarsi dello spreco dell'acqua pubblica in tutti i campi e le attività di prevenzione e contrasto del fenomeno dei roghi abusivi di immondizia nelle vicinanze dell'insediamento Rom, che continuano ad aver luogo con maggior frequenza rispetto agli scorsi anni.
Si è preso atto con soddisfazione della volontà di alcune famiglie Rom di regolarizzare la propria posizione nei confronti dell'erogazione dell'energia elettrica mediante la posa in opera di nuovi contatori individuali, ferma restando l'illuminazione delle parti comuni a carico dell'Ente locale. Si è avuto inoltre modo di rilevare la positiva ricaduta delle azioni poste in essere dal Comune per favorire la massima frequenza della scuola dell'obbligo da parte di tutti i bambini e ragazzi residenti nei campi, in un'ottica di inclusione sociale.
Il Comune ha assicurato il proseguimento, nei tempi stabiliti, del percorso finalizzato a garantire la vivibilità e la salubrità degli insediamenti, alla luce delle norme del nuovo Regolamento dei Campi Nomadi, senza perdere di vista l'obiettivo finale del superamento dei campi, sancito dalle direttive dell'Unione europea e recentemente ribadito anche dalla Regione Piemonte, che sta portando avanti, a tale scopo, specifiche progettualità che coinvolgono tutti i Comuni piemontesi interessati dal fenomeno.
Per quanto riguarda i roghi di rifiuti, si è convenuto che la Questura coordini, mediante un apposito tavolo tecnico, la prosecuzione delle mirate attività preventive e di contrasto del fenomeno da parte delle Forze dell'Ordine e della Polizia Municipale.
Palazzo del Governo, 20 settembre 2018



Riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica
Nella mattinata del 7 settembre, presso la Prefettura di Asti, si è riunito il Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica allo scopo di avviare e coordinare, nell'imminenza dell'inizio dell'anno scolastico 2018/2019, le attività di prevenzione e contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti nei pressi delle scuole, in conformità alle direttive recentemente impartite dal Sig. Ministro dell'interno e dal Sig. Capo della Polizia - Direttore Generale della Pubblica Sicurezza.
Alla riunione, presieduta dal Prefetto Alfonso Terribile, hanno partecipato il Sindaco di Asti accompagnato dal Comandante della Polizia Municipale, il Rappresentante della Provincia, i Vertici provinciali delle Forze di Polizia e la Rappresentante dell'Ufficio Scolastico territoriale di Asti.
Durante l'incontro è emerso che, fino ad oggi, nel territorio provinciale non si sono evidenziati fenomeni di spaccio di stupefacenti nelle adiacenze di istituti scolastici, pur registrandosi casi di consumo di sostanze all'interno delle scuole.
È stata quindi decisa la prosecuzione e, ove necessario, l'intensificazione di mirati servizi di prevenzione da parte delle Forze dell'Ordine e della Polizia Municipale, nell'ambito delle rispettive competenze.
Inoltre, è stata concordemente sottolineata l'esigenza di assicurare la piena circolarità delle informazioni tra Prefettura, Autorità scolastiche, Forze di Polizia ed Enti locali circa l'eventuale esistenza di fenomeni di illegalità nelle scuole, anche in riferimento al bullismo e ad altri segnali di disagio giovanile.
L'Ufficio Scolastico territoriale, pertanto, effettuerà un attento monitoraggio della situazione mediante diretti contatti con tutti i Dirigenti degli Istituti comprensivi, delle Scuole medie e delle Scuole superiori della provincia.
Verrà infine studiata l'opportunità di stipulare con il predetto Ufficio un apposito Protocollo d'intesa finalizzato a mettere a fattor comune tutte le iniziative in materia di educazione alla legalità e prevenzione della devianza giovanile, anche in riferimento a quanto già previsto nella specifica materia dal "Patto per la sicurezza integrata e urbana nell'Astigiano" sottoscritto il 16 maggio scorso.
Palazzo del Governo, lì 7 settembre 2018



In occasione della gara automobilistica sportiva denominata "Rally Storico di Carmagnola" organizzata dalla SPORT RALLY TEAM S.r.l. di Carmagnola (TO) e autorizzata dall'Amministrazione Provinciale di Asti, la Prefettura/UTG di Asti ha disposto la chiusura al traffico per sabato 1 settembre 2018 delle strade interessate dalla Prova Speciale n. 5/7, per il tempo strettamente necessario al transito dei concorrenti:
· Prova Speciale 5/7: denominata "Montà" (lunghezza km. 13,550) del giorno 1 settembre 2018: si svolgerà sul territorio dei Comuni di Montà (CN), Cellarengo (AT) e Pralormo (TO), con partenza dalla Località San Vito di Montà, al bivio tra la Sp. 167 e la Sp. 338, continuando sulla S.P. 338 e sulla Sp. 168, quindi su strada comunale in direzione di Località Tucci e poi proseguirà sulla Sp. 167, fino al confine con la Provincia di Asti, quindi continuerà sulla Strada Comunale in direzione di Cellarengo. Lasciata la Sp 167, le autovetture si immetteranno a sinistra, sulla Strada Comunale in direzione di Cellarengo e dopo km. 1,300, immettendosi a destra, proseguiranno sulla Sp. 16/f fino a raggiungere l'abitato di Cellarengo, quindi procederanno sulla Sp. 16 in direzione di Pralormo, fino al confine con la Città Metropolitana di Torino, dove avrà termine la prova speciale.

Orari di chiusura al traffico:
- 1° - 2° passaggio dalle ore 12.00 alle ore 18.30 di sabato 1 settembre 2018;

Asti, lì 30 agosto 2018




Nella mattinata del 23 agosto, presso la Prefettura di Asti, si è svolta una riunione relativa alla situazione dei Campi Nomadi del Comune di Asti, con particolare riguardo al Campo Rom di Via Guerra.
All'incontro, convocato d'intesa con l'Amministrazione civica e presieduto dal Prefetto Alfonso Terribile, hanno partecipato i Vertici provinciali delle Forze di Polizia, i Responsabili dei Vigili del Fuoco, il Sindaco, il Vice Sindaco e l'Assessore ai Servizi Sociali della Città di Asti accompagnati dai Dirigenti comunali competenti per materia, oltre ai Rappresentanti dell'ASL AT e dell'ASP.
Durante la riunione sono state valutate le attuali problematiche dei campi, anche in riferimento alla recrudescenza del fenomeno dei roghi abusivi di immondizia nelle vicinanze dell'insediamento Rom, nonché allo stato degli impianti elettrici, idrici e di fognatura e alla situazione generale igienico - sanitaria.
È stata sottolineata, in particolare, l'urgenza dei lavori di rifacimento dell'impianto elettrico del campo Rom di Via Guerra, che attualmente non garantisce più idonei standard di sicurezza, e la necessità di porre in essere in tempi brevi tutti gli interventi di manutenzione atti a garantire la vivibilità e la salubrità degli insediamenti, alla luce delle norme del nuovo Regolamento dei Campi Nomadi approvato recentemente dal Consiglio comunale e con la doverosa attenzione alle esigenze delle categorie vulnerabili, quali minori e anziani.

Palazzo del Governo, 23 agosto 2018




Riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica
Nella mattinata del 30 luglio, presso la Prefettura di Asti, si è riunito il Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica.
Alla riunione, presieduta dal Prefetto Dott. Alfonso Terribile, hanno partecipato i vertici provinciali delle Forze di Polizia, i rappresentanti dell'Amministrazione provinciale e del Comune di Asti e, per il primo argomento all'ordine del giorno, i responsabili dell'Ispettorato del Lavoro - Sede territoriale di Asti, e del Servizio prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro dell'ASL di Asti.
Durante l'incontro sono state affrontate, innanzitutto, le problematiche connesse al lavoro agricolo stagionale con particolare riguardo alla prossima campagna vendemmiale. Nel prendere atto dei positivi risultati conseguiti negli scorsi anni nel campo della prevenzione e del contrasto del lavoro irregolare, dell'intermediazione illecita di mano d'opera e dello sfruttamento dei lavoratori grazie all'azione coordinata delle Forze di Polizia e degli Organi ispettivi, il Prefetto, su concorde avviso del Comitato, ha disposto che anche per l'ormai imminente prossima campagna vendemmiale venga intensificata al massimo possibile una capillare attività preventiva e di controllo, affiancata da un'opportuna azione informativa nei confronti degli operatori del settore, allo scopo di diffondere sempre di più la cultura della legalità anche nelle attività economiche.
Successivamente, il Comitato ha trattato l'argomento del prossimo "Action Day - giornata dedicata alla lotta alla contraffazione e all'abusivismo commerciale" promosso dal Ministero dell'interno sull'intero territorio nazionale per il prossimo 2 agosto. Le Forze di Polizia e la Polizia Locale hanno assicurato il massimo e coordinato impegno nella specifica materia, pur evidenziando che in provincia di Asti il fenomeno non assume connotazioni particolarmente rilevanti.
Infine, il Comitato ha approfondito la tematica della tutela dei siti di stoccaggio di rifiuti, sulla quale il Ministero dell'interno ha recentemente attirato l'attenzione delle Autorità provinciali di Pubblica Sicurezza a seguito di incendi dolosi occorsi in alcune Regioni italiane. I responsabili delle Forze di Polizia hanno assicurato il monitoraggio dei predetti siti nell'ambito del Piano di controllo coordinato del territorio e una particolare attenzione - d'intesa con la Polizia Locale - per la Città di Asti, ove in passato si sono verificati, saltuariamente, roghi abusivi di immondizia, specie nelle vicinanze di campi nomadi. Palazzo del Governo, 30 luglio 2018

AGGIORNATO IL
18/10/2018 22:52:03

L'INFORMAZIONE

RUBRICHE