SAGRE ASTIGIANE 2018 - TUTTE LE IMMAGINI NELLA SEZIONE ARCHIVIO
Mercoledì, 26/09/2018
01:48

Direttore responsabile Franco Musso

ASSOCIAZIONE RADIO ASTI EUROPA P.IVA 01553610054

 

Home Page

 

 

 


Torino "accende" le Universiadi
Il presidente Nino Boeti ha partecipato alla cerimonia di accensione della Fiaccola del Sapere.
Parte da Torino la città che ha visto nascere le Universiadi nel 1959 da un’idea di Primo Nebiolo, la 29esima Universiade Invernale che si svolgerà a Krasnoyarsk (RUSSIA) dal 2 al 12 marzo 2019.“Torino è la città dove è nata l’Universiade e questa cerimonia rappresenta ogni volta un momento di grande riconoscimento e prestigio per l’intero territorio piemontese. Anche l’istituzione che rappresento, è ormai da tempo sensibile alle tematiche legate alle attività motorie attraverso gli Stati generali dello sport e del benessere. L’augurio è che l’Universiadi siano un prezioso intreccio di storia, valori e dialogo tra le culture,” ha dichiarato Nino Boeti presidente del Consiglio regionale.
+++++++++++

Un Consiglio per crescere

Presentati dall'Ufficio di presidenza le iniziative e i concorsi rivolti alle scuole.

“Con queste iniziative il Consiglio regionale esprime il suo impegno a trasmettere i valori di cui si fa portatore quali democrazia, rappresentanza, senso della comunità, ai giovani fra i quali ci sono anche i politici e gli amministratori di domani”. Così ha affermato il presidente del Consiglio regionale Nino Boeti, aprendo la conferenza stampa Un Consiglio per crescere, con la quale l’Assemblea legislativa piemontese ha presentato le iniziative e i bandi di concorso rivolti agli studenti e alle studentesse degli istituti piemontesi.

Comune denominatore di tutti i progetti la volontà di proporsi come offerta formativa allo scopo di favorire la crescita di una cittadinanza attiva, a partire proprio dai banchi di scuola.
+++++++++++++++++

Scambi culturali, l’assessore Parigi riceve una delegazione della provincia cinese di Shanxi

La visita per incrementare gli scambi tra le due regioni: tra le iniziative già realizzate

sul territorio cinese una mostra del Museo Egizio, pronto un accordo con la Fondazione Torino Musei

Torino, 5 settembre 2018 - Si è aperta oggi, alla presenza dell’assessore regionale alla Cultura e al Turismo, Antonella Parigi, la visita di una delegazione della provincia cinese di Shanxi. Tale delegazione, guidata dal direttore generale per la cultura della città di Yangquan, Zhag Lijun, è composta da altri tre rappresentanti delle istituzioni locali: obiettivo del loro viaggio è approfondire la conoscenza del sistema culturale piemontese e di avviare un dialogo con le istituzioni culturali per future collaborazione, in particolare nell’ambito dei beni culturali e delle arti performative.

L’Assessorato regionale alla cultura, in collaborazione con la Fondazione Torino Musei, ha quindi organizzato due giornate di visita e due incontri con i rappresentanti del sistema culturale, con l’obiettivo di illustrare caratteristiche e punti di forza del sistema culturale cittadino e regionale.

“La visita della delegazione di Shanxi di questi giorni è un’occasione per avviare un dialogo tra i rappresentanti locali e le nostre istituzioni e poter programmare in futuro importanti scambi sul piano della ricerca e delle esposizioni – dichiara Antonella Parigi, assessore regionale alla Cultura e al Turismo - Un’iniziativa che, d’altra parte, ben si integra con le attività di promozione turistica che abbiamo intrapreso negli scorsi mesi, anche all’interno di programmi europei”.

Tra il Piemonte e il territorio dello Shanxi, provincia della Cina del Nord, sono d’altronde già stati avviati alcuni scambi culturali: in particolare il Museo Egizio ha concluso a giugno, nella città di Taiyuan, la seconda tappa della mostra “Egypt. House of Eternity”, esposizione itinerante con oltre 200 reperti della collezione torinese che coinvolgerà nei prossimi mesi altre tre località in Cina.

Inoltre domani, giovedì 6 settembre, la Fondazione Torino Musei firmerà un Memorandum di cooperazione con il Dipartimento di Cultura della Municipalità di Yangquan: l’accordo quadro intende favorire lo sviluppo della collaborazione tra le rispettive istituzioni culturali, promuovendo progetti di ricerca, mostre e attività di formazione con lo scopo di facilitare lo scambio di esperienze e competenze, incoraggiare il dialogo interculturale e valorizzare il patrimonio storico-artistico anche nell’ottica di una reciproca promozione turistica.

A partecipare agli incontri in rappresentanza del mondo culturale regionale sono stati, la Fondazione Piemonte dal Vivo, il Teatro Regio, il Teatro Stabile di Torino, la Fondazione TPE, Cirko Vertigo, la scuola di circo Flic, la Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo, l’Accademia Perosi di Biella, l’Accademia Albertina di Torino, il Consorzio delle residenze reali sabaude, il Centro conservazione e restauro La Venaria Reale, i Musei Reali, il Museo Egizio, il Museo del Cinema e il Castello di Rivoli Museo d'Arte Contemporanea.
++++++++




MEDICI DI FAMIGLIA, IN PIEMONTE 68 POSTI IN PIU’ PER MEDICINA GENERALE

SAITTA: “SUBITO ATTIVI FIN DAI CORSI CHE PARTONO NEL 2018”
La Regione consolida così l’aumento delle borse di studio: saranno 187

Il Piemonte avrà 68 posti in più nel prossimo corso triennale di Medicina Generale al via in autunno. Lo ha stabilito questa mattina la Commissione Salute della Conferenza delle Regioni formalizzando il riparto delle risorse del Fondo sanitario nazionale, 40 milioni di euro, che serviranno a finanziare 860 borse di studio supplementari per i medici di famiglia a livello nazionale.

Grazie alla possibilità di utilizzare questi fondi, poco meno di 3 milioni di euro per quanto riguarda la nostra regione, in Piemonte saliranno da 119 a 187 le borse di studio di Medicina generale (e di conseguenza i posti disponibili) per il triennio 2018/2021. Ulteriori risorse saranno poi stanziate direttamente dalla Regione Piemonte per l’organizzazione e l’avvio dei corsi.

“Abbiamo mantenuto l’impegno che ci eravamo presi nelle scorse settimane per fare fronte alla carenza di medici di famiglia sul nostro territorio, uno dei problemi che rischia di mettere in difficoltà il sistema sanitario nei prossimi anni – sottolinea l’assessore regionale alla Sanità Antonio Saitta, oggi a Roma in qualità di coordinatore della Commissione Salute della Conferenza delle Regioni -. Domani, nel corso di un incontro previsto al Ministero della Salute, verranno definite le modalità per dare attuazione all’aumento delle borse di studio fin dai corsi che partono nel 2018”.

Il Piemonte si conferma dunque una delle Regioni che erogano un numero più elevato di borse di studio di Medicina generale, consolidando l’incremento deciso dalla Giunta Chiamparino negli ultimi anni: nel triennio 2014/2017 le borse erano 80, per i trienni 2015/2018 e 2016/2019 erano 110.
++++++

Studenti piemontesi in viaggio-premio a Bruxelles

Dal 7 al 10 settembre venticinque studenti piemontesi delle scuole medie superiori andranno alla scoperta delle istituzioni europee presenti a Bruxelles. Si tratta del viaggio studio per uno dei gruppi di vincitori della 34esima edizione del concorso “Diventiamo cittadini europei”, organizzato dalla Consulta europea del Consiglio regionale in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale.

Gli studenti provengono da istituti superiori di Alba, Alessandria, Biella, Borgosesia, Cuneo, Ivrea, Novara, Novi ligure, Rivoli, Savigliano, Torino, Tortona e Vercelli.
La delegazione piemontese visiterà il Museo della storia europea, il Centro visitatori del Parlamento europeo e alcuni punti di interesse storico culturale della capitale belga. Fulcro del viaggio sarà poi la partecipazione al gioco di ruolo “Parlamentarium”, durante il quale i ragazzi sperimenteranno in prima persona il funzionamento del Parlamento europeo in modo innovativo e divertente. Vestendo i panni dei parlamentari gli studenti seguiranno infatti le diverse fasi in cui si sviluppa la procedura legislativa ordinaria, formulando proposte, emendamenti, partecipando a riunioni, dibattiti e votazioni.

++++++++++


Sopralluogo ai cantieri Tav e del nuovo tunnel del Col di Tenda
La Commissione consiliare Urbanistica, entro luglio, visiterà i due siti per verificare lo stato dei lavori

Sono stati decisi durante la seduta di oggi i due sopralluoghi istituzionali che i consiglieri regionali membri della Commissione Urbanistica effettueranno ai cantieri della nuova linea ferroviaria Tav Torino-Lione e al tunnel del Col di Tenda. Le date esatte non sono ancora state stabilite.

Il sopralluogo ai cantieri Tav di Saint Martin la Porte in Francia e a Chiomonte in Valsusa è stato organizzato dalla società Telt (Tunnel Euralpin Lyon Turin) e in Francia prevede anche la visita in galleria dove si svolgono le attività di scavo meccanizzato e alla fabbrica dei conci (nella foto), a Chiomonte la Commissione vedrà il sito del cantiere. 14/6/18 +++++++++++++

AGGIORNATO IL
26/09/2018 01:02:18

L'INFORMAZIONE

RUBRICHE