Venerdì, 20/07/2018
18:45

Direttore responsabile Franco Musso

ASSOCIAZIONE RADIO ASTI EUROPA P.IVA 01553610054

 

Home Page

 

 

 


ph. IZ1BDX

Il 20 maggio presso l'ex Deposito Aeronautico di Castello di Annone, ora Centro Polifunzionale della Croce Rossa, ai è tenuto il tradizionale Raduno di coloro che vi prestarono servizio con l'uniforme azzurra.
L'evento è organizzato, come sempre in modo "magistrale", dall'ex Comandante Colonnello Maurizio Lanza, ultimo a dirigere il 111° dal 1973 al 1988, un vero record italiano!





l'ex base

Come Ente dell'Aeronautica Militare il Deposito è sorto nel 1936 ed ha cessato l'attività nel 2013. Noto in tutta la provincia come la "Polveriera" per i sensibili materiali custoditi, è stato storicamente l'unico ente aeronautico della provincia, salvo l'effimera esistenza dell'aeroporto di Quarto d'Asti dismesso nel 1940.
Il Comandante più conosciuto è stato il colonnello Novello, noto capo partigiano ed autore del libro: "Il vento cancella le orme". Deceduto improvvisamente nel 1973, gli succederà l'allora Tenente Maurizio Lanza, ideatore dei Raduni di questi ultimi anni.
Il 2018 segna il quinto Raduno dopo l'inizio nel 2012 (per due anni non si è svolto).


il Comandante Lanza accanto alla corona d'alloro


la lettura della preghiera dell'aviatore



Il Comandante Lanza, ideatore dell'evento, vuole ricordare e rivivere con i veterani (in Aeronautica definiti "NONNI") gli anni trascorsi insieme nel 111° Deposito Sussidiario dell'Aeronautica Militare.
Tutti gli ex, che Lanza chiama "Ragazzi Azzurri", possono partecipare: ex avieri, ex ufficiali-Sottufficiali, civili, famigliari degli ex e simpatizzanti dell'Arma Aeronautica,
Ed ogni anno la partecipazione è sempre più numerosa!.



il salone gremito

Nei precedenti raduni sono interveuuti ex avieri che hanno prestato servizio dalla fine degli anni '50, fino alla chiusura nel 2013.
Noti ex avieri degli anni passati: il celebre Paolo Conte, Roberto Marmo, Gino Montalcini, Alberto Pasta, Davide Barbero noto produttore di torroni e cioccolatini astigiani.


la consegna dell'attestato alla Croce Rossa per aver concesso i locali

Il programma della giornata si è svolto con l'ammassamento alle ore 10 seguito dalla cerimonia dell'alzabandiera accompagnata da "Il Piave", "Il Silenzio" e "L'Inno di Mameli".
Dopo la deposizione di una corona d'alloro in memoria dei caduti e la lettura della preghiera dell'Aviatore, i partecipanti si sono spostati nel salone riunioni dove il Colonnello Lanza, dopo un breve commento introduttivo e l'illustrazione di un filmato con foto d'epoca della base e di parecchi "nonni" in divisa durante il servizio, hs proceduto alla consegna degli attestati di partecipazione.










Con non poca commozione sono stati ricordati alcuni ex avieri che sono volati in cielo, il Comandante Lanza ha elencato i vari nomi ed un applauso li ha simbolicamente salutati.










alcuni dei numerosi premiati

L'attestato è stato personalmente elaborato dal Comandante Lanza, ogni anno con un motivo diverso. Quest'anno il riconoscimento ha riportato la Fenice Azzurra, simbolo di rinascita del 111° dalle ceneri.

Il Comandante Lanza ha ricevuto un gradito dono da parte dei "suoi ragazzi". Una rara copia della rivista dell'aeronautica "L'Ala D'Italia" datata 1942.





Dopo la visita alla base è seguito il Pranzo di corpo che quest'anno si è eccezionalmente tenuto all'interno della base nella ex-mensa Ufficiali - Sottufficiali curato dalla Pro Loco di Isola d'Asti. Ovviamente il menu originale è stato arricchito con riferimenti alle consuetudini militari. ARRIVEDERCI AL PROSSIMO ANNO !

AGGIORNATO IL
20/07/2018 00:27:55

L'INFORMAZIONE

RUBRICHE