Domenica, 20/05/2018
23:19

Direttore responsabile Franco Musso

ASSOCIAZIONE RADIO ASTI EUROPA P.IVA 01553610054

 

Home Page

 

 

 


XXIII EDIZIONE
ASTIMUSICA
5-16 LUGLIO 2018
ASTI
Piazza Cattedrale

Torna ASTIMUSICA, festival perfettamente inserito nel qudro degli eventi astigiani, nazionali ed internazionali in campo musicale. Il traguardo del 23mo anno lo dimostra ampiamente,
Il team è molto affiatato sotto la direzione artistica di Massimo Cotto che afferma: "dirigo altri 6 festival ma questo è unico ".
Torna dal 5 al 16 luglio nella splendida cornice di Piazza Cattedrale ad Asti, organizzato da Comune di Asti e Asp (Asti Servizi Pubblici) ,

"Siamo arrivati un po' in ritardo rispetto alle passate edizioni per problemi di bilancio - ha detto il Sindaco Rasero - ma siamo riusciti a realizzare una grande manifestazione".

L'assessore Pietragalla, alla sua prima esperienza, si è detta felice di affiancare nell'organizzazione un "grande" come Massimo Cotto.

Il direttore artistico ha descritto nel corso della conferenza stampa di presentazione, il programma intenso anticipando una "big surprise" in programma per venerdì 13 luglio.
La star che terrà il concerto in questa serata non è stata ancora annunciata; si sa solo che sarà un nome eccezionale nel mondo della musica,
Si pensa anche ad una riduzione del prezzo del biglietto; chi lo acquista ora "a scatola chiusa" senza sapere il nome dell'ospite avrà una riduzione.

Il neo Presidente di ASP Livio Negro, ha confermato la volontà dell'azienda di affiancare questa grande manifestazione che porta lustro alla città mentre l'a.d. Golzio ha ricordato come ASP intenda essere accanto ai cittadini non solo fornendo servizi a 360 gradi, ma anche contribuendo a portare momenti di aggregazione e svago di alto livello come Astimusica.

Il programma è particolarmente ricco e quest'anno si diversifica dalle passate edizioni, dando spazio maggiore a forme musicali più nuove e dedicate ai giovani.
Saranno presenti gli youtuber Favij e Klaus, i rapper Shade, Achille Lauro e Quentin4.
Non mancherà la cantautrice Annalisa. Attesa per la grande star del blues Joe Louis Walker.
Tra le novità anche una serata dedicata a Franco Califano "il Califfo" un'eccezionale anteprima nazionale con la prima assoluta dello spettacolo "Qualche estate fa - vita, poesia e musica di Franco Califano" interpretato da Claudia Gerini e i Solis String Quartet.
Altro momento dedicato al teatro, con la tappa astigiana di "Tutto fa Broadway", il dissacrante show del duo comico Pio e Amedeo.
A completare il calendario, la freschezza del giovane Mirkoeilcane, vincitore del premio della critica Mia Martini all'ultima edizione del festival di Sanremo e l'ormai consueto talent astigiano "Asti God's Talent", oltre a momenti dedicati alla world music, con i Tarantolati di Tricarico, la Krikka Reggae e il jazz della ISO Band.

L'anteprima della manifestazione si terrà il 4 luglio nel Cortile di Palazzo Ottolenghi con i Sinfonico Honolulu.

Interessante e assolutamente nuova la collaborazione tra Astimusica e la Fondazione Matera-Basilicata 2019; il primo e l'ultimo concerto saranno tenuti da gruppi lucani. L'associazione astigiana "Amici della Lucania" è già in gran fermento e assicura la presenza di stand gastronomici con specialità locali per tutta la durata della manifestazione. E' un momento di avvicinamento a Matera Capitale Europea della Cultura 2019.

Durante tutte le serate del festival sarà possibile cenare nel ristorante-enoteca allestito in Piazza Cattedrale, dove verranno proposti vini astigiani nell'ottica di valorizzare il territorio.


IL PROGRAMMA


MERCOLEDI 4 (ingresso libero)
"ASPettando Astimusica: Cortile di Palazzo Ottolenghi"
SINFONICO HONOLULU

GIOVEDI 5 (ingresso libero)
TARANTOLATI di TRICARICO

VENERDI 6 (ingressi numerati primi posti € 35; ingressi non numerati secondi posti € 20)
PIO & AMEDEO - "Tutto fa Broadway"

SABATO 7 (ingressi € 10 a partire dalle ore 16)
FAVIJ, CESCA, KLAUS e SHADE

DOMENICA 8 (ingresso libero)
ASTI GOD'S TALENT
Organizzato dalla Pastorale Giovanile della Diocesi di Asti

LUNEDI 9 (ingresso € 15)
Prima nazionale: "Qualche estate fa - vita, poesia e musica di Franco Califano" con CLAUDIA GERINI e SOLIS STRING QUARTET

MARTEDI 10 (ingresso € 13)
ACHILLE LAURO, QUENTIN 40 e DJ NGL

MERCOLEDI 11 (ingresso libero)
JOE LOUIS WALKER

GIOVEDI 12 (ingresso libero)
MIRKOEILCANE

VENERDI 13
** DA ANNUNCIARE **

SABATO 14 (ingresso € 15)
ANNALISA

DOMENICA 15 (ingresso libero)
ISO BAND

LUNEDI 16 (ingresso libero)
KRIKKA REGGAE - serata dedicata ad "Oscarino"
++++++++++++++++++++++

IL FESTIVAL

ORGANIZZATO da Comune di Asti e ASP (Asti Servizi Pubblici)
sotto lo SLOGAN ASCOLTA LA MUSICA. ABBI CURA DELLA TUA CITTA'.

DIRETTORE ARTISTICO Massimo Cotto
DIREZIONE ORGANIZZATIVA Gianluigi Porro
SEGRETERIA ORGANIZZATIVA E SUPPORTO TECNICO-INFORMATICO Libellula Music
UFFICIO COMUNICAZIONE Asp


CONTATTI

Segreteria organizzativa - Libellula Music
Marco Notari Giovannone - marco@libellulapress.it - +39 3472102335
Annalisa Di Rosa - annalisa@libellulamusic.it - +39 3479279860

Ufficio Comunicazione - Asp
media@asp.asti.it - 0141434616 / 0141434612

SUL WEB - www.astimusica.info
FACEBOOK - www.facebook.com/AstimusicaAsp
INSTAGRAM - www.instagram.com/astimusica_festival
TWITTER - https://twitter.com/astimusica
++++++++++++++++++++

PREVENDITE SUL TERRITORIO

ASTI
Teatro Alfieri, via Leone Grandi, tel. 0141.399057-0141.399040 (biglietteria aperta da martedì a venerdì ore 10-17)
Alfieri Foto, Piazza Astesano 22, tel. 0141.320186
Libreria Alberi d'acqua, via Rossini 1, tel./fax 0141.556270;
Musiche Piazza Italia 11, tel. 0141.590558.
ALBA
Radio Guido, via Vittorio Emanuele 17, tel. 0173.440298

PREVENDITE ONLINE (attive a partire dai prossimi giorni, anche nei negozi convenzionati)

www.ticketone.it
www.ciaotickets.com
www.ticket.it (tel. 011.3161116)
+++++++++++++++++++++


DESCRIZIONE SERATE

MERCOLEDI 4 LUGLIO 2018
ASPettando Astimusica: Cortile di Palazzo Ottolenghi
SINFONICO HONOLULU
Ingresso libero

I Sinfonico Honolulu sono un'orchestra di 8 elementi composta da 7 ukulele, basso, percussioni e tre voci principali. Toscani e livornesi, attivi da circa sette anni, gli otto musicisti hanno attraversato varie fasi mantenendo da sempre un duplice atteggiamento verso il proprio caratteristico quattro corde.
L'album d'esordio "Maledetto colui che è solo" vincerà la Targa Tenco 2013 come "miglior disco di interpreti" e suggellerà una felice fase della band, culminata coi concerti al Blue Note di Milano, all'Auditorium Parco della Musica di Roma ed al Teatro Gesualdo di Avellino, in cui insieme a loro si alternarono sul palco Niccolò Fabi, Paola Turci, Gianmaria Testa, Violante Placido, Teresa De Sio, Simona Molinari, Riccardo Tesi, Raiz, Luca Barbarossa, Giovanni Gulino e tanti altri. Il Sinfonico sente di aver dato l'abbrivio all'ispirazione ed in breve tempo costruisce, sotto la vigile guida del produttore artistico Ale Bavo, un disco di inediti italiani con qualche piccolo, ma sostanzioso tributo alla canzone nostrana, coadiuvati da due ospiti graditi come Appino degli Zen Circus e l'immancabile Mauro Ermanno Giovanardi. Nasce "Il Sorpasso", album dinamico, fresco, attuale ed avvolgente, dove non manca mai la sensazione di essere scaldati dal sole e rinfrescati dalle provvidenziali ventate di buon umore che uno strumento come l'ukulele mantiene intatti come propri giocosi ingredienti. Il Sorpasso Tour sarà una costante sorpresa rivolta ad avvicinarsi ad un immaginario profondamente italiano legato al cinema ed alla canzone. Oltre ad essersi esibita in oltre cento palchi in tre anni, fra cui Carroponte Festival, Mi Ami, Artivive, Asti Musica, Blue Note, Auditorium Parco della Musica, Teatro Goldoni di Livorno, Ha preso parte due volte al Premio Ciampi, nella diciottesima e diciannovesima edizione del quale, rispettivamente coi brani "Livorno" e "Fra Cent'anni" sono stati inseriti nella compilation "Cosa resta di Piero Ciampi" e nella compilation in free download su Xl di Republica edita da Gibilterra Management con la rivisitazione del brano "Please, Please, Please, Let Me Get What I Want" degli Smiths. Nel luglio 2013 la band si esibisce in prima serata su Canale Cinque accompagnando l'interprete Chiara Galiazzo, vincitrice di X-Factor 2012, sul format televisivo "Studio 5" diretto da Alfonso Signorini. Nel dicembre 2013 il Sinfonico Honolulu e Mauro Ermanno Giovanardi sono i vincitori del Premio Tenco nella categoria interpreti col disco "Maledetto Colui che è solo" e si esibiscono insieme a Niccolò Fabi interpretando il brano "Vento d'Estate" sul palco del Teatro Petruzzelli di Bari. La band nel dicembre 2014 annuncia l'uscita del nuovo album di inediti previsto per l'autunno del 2015, e prosegue un fitto tour in tutta italia presentando un repertorio volto a rivisitare i grandi successi del pop e del rock internazionale, insieme ai migliori brani della canzone d'autore italiana degli anni sessanta e settanta.

Nel 2017 parte significativa della band lascia il progetto a causa della pubblicazione di alcuni degli album solisti dei suoi componenti storici Guidi e Carotenuto e Gio Mannucci, e l'orientamento artistico del Sinfonico torna alle origini, selezionando in scaletta i brani più significativi del punk, della psichedelia e del rock 'n' roll internazionale.

Il Sinfonico è composto da: Steve Sperguenzie (voce e ukulele), Antonio Ghezzani (voce, ukulele ), Gigi Iasilli (voce e ukulele), Pippo Papucci (basso, cori), Gianluca Milanese (ukulele e cori), Filippo Cevenini (ukulele), Francesco Damiani (ukulele) e Leonardo Frangioni (ukulele e cori).



GIOVEDI 5 LUGLIO 2018
TARANTOLATI di TRICARICO
Ingresso libero

I Tarantolati di Tricarico sono tra le formazioni in attività più longeve della scena musicale italiana. Nascono in Lucania nel 1975 e conquistano presto la ribalta nazionale grazie al talent-scout Giancarlo Cesaroni, direttore del Folk Studio, il mitico locale romano culla di alcuni tra i più importanti cantautori italiani. Autentici interpreti della taranta lucana, negli anni '70 sono stati pionieri di uno stile creativo unico, caratterizzato da ritmiche trascinanti, ossessive, dalla presenza scenica travolgente e coinvolgente, con i tamburi in primo piano e le voci maschili all'unisono, nella ripetizione evocativa dei versi della tradizione quasi fossero dei mantra. Uno stile che è entrato a far parte a pieno titolo della tradizione della Basilicata e dell'intera penisola, raccogliendo le entusiastiche critiche di tanti esperti internazionali.

Il cuore della tradizione di Tricarico sono i tamburi, le celebrazioni laiche e pagane restituite al calore di piazze affollate, che portano in sé anche lo spregio per le ingiustizie quotidianamente subite dagli ultimi, sempre nel vivo pulsare del presente e lontano dalle stanche riproposizioni da museo etnografico.Le loro musiche sono state scelte per la colonna sonora del noto film "Le rose del deserto" di Mario Monicelli e, nel 2016, da Emir Kusturica per lo spettacolo "Magna Grecia. Il Mito delle Origini". Nel 2015 sono stati scelti dalla regione Basilicata come ambasciatori della musica e della cultura Lucana per l'Expo 2015 nel padiglione Italia: è loro il brano ufficiale per la Capitale europea della Cultura "Matera 2019". Nel 2015 festeggiano i primi 40 anni di attività(1975-2015), con l'uscita di una compilation. Dopo quarant'anni ancora di più, grazie anche all'apporto dei nuovi elementi, oggi ripensano la tradizione e scrivono la musica del futuro, cantano la civiltà contadina e suonano la musica del mondo.

VENERDI 6 LUGLIO 2018
PIO & AMEDEO in "Tutto fa Broadway"
Ingressi numerati primi posti: € 35
Ingressi non numerati secondi posti: € 20


Dopo aver conquistato il grande pubblico con "Le Iene" Pio e Amedeo ottengono la consacrazione grazie al grande successo televisivo del programma "Emigratis", da loro stessi ideato, che li ha visti protagonisti in prima serata su Italia 1 nel mese di marzo 2018 con la terza serie. Sulla scia di questo successo, il duo è pronto per calcare i palchi di alcuni tra i più prestigiosi teatri italiani.
La loro comicità eccessiva e politicamente scorretta non è più una sorpresa: Pio e Amedeo sono ormai una certezza, e il loro essere così fortemente pop li ha resi ormai un fenomeno cult. Il duo porta all'eccesso i difetti tipici degli italiani, esaspera i cliché a modo loro, "scandalizza" ma coglie nel segno.Il loro nuovo show, dal titolo "Tutto fa Broadway", farà tappa nelle principali città italiane, da nord a sud, ed è uno spaccato della società italiana letto con la comicità diretta e dissacrante che caratterizza i due artisti. Gags,battute e improvvisazioni nello stile del duo saranno al centro dello spettacolo.


SABATO 7 LUGLIO 2018
FAVIJ, CESCA, KLAUS DJ e SHADE
Ingresso € 10 - a partire dalle ore 16
Un mini-festival nel festival che, a partire dal pomeriggio, vedrà salire sul palco alcuni dei più influenti youtuber italiani. A chiudere il programma della giornata, il rapper Shade.

FAVIJ
Favij nasce il 7 aprile del 1995 a Torino. Tra le sue prime passioni troviamo le figurine e ovviamente i videogiochi. Spinto dall'interesse per i computer all'età di 14 anni, sceglie informatica come indirizzo scolastico per le superiori. È proprio qui che conosce Nicholas e Luca (Nickybox e iPuffo), con i quali nel 2012 apre il canale The Shared Gaming. Abbandonato dagli amici nel periodo estivo, si dedica a registrare video per la rubrica "Giochi nel buio" (resa famosa dal video su Slenderman).Lorenzo capisce che ha bisogno di più spazio per i suoi video e l'8 Dicembre 2012 apre FavijTv. Ottiene un enorme successo già con i primi video: dopo meno di tre mesi raggiunge 10.000 iscritti, altri quattro mesi e raggiunge i 100.000. Infine dopo meno di un'anno e otto mesi, il 12 Agosto 2014, raggiunge l'incedibile soglia di 1.000.000 di iscritti, diventando così il secondo Youtuber italiano a conseguire questo traguardo, preceduto solo da CutiePieMarzia. Attualmente ha superato la soglia dei 2.300.000 iscritti, posizionandosi secondo nella top 100 italiana. Tra leserie che lo hanno portato al successo: "Amnesia", "Cat Mario", "Happy Wheels","Slender", e molti giochi indie.Nel 2015 pubblica il suo primo libro: "Sotto le cuffie". Nel 2016 partecipa al programma Social Face di Sky Uno.


CESCA
L'iscrizione di Cesca a YouTube è datata 18 luglio 2013, ma non la sua attività sulla piattaforma: Francesca infatti possiede un altro canale, aperto del 2010, sul quale pubblicava sporadicamente video vlog e cover. Nel 2016 Cesca pubblica il suo primo video, "Un unicorno di nome Francesca", ed in pochi mesi si guadagna un ottimo seguito. Ad oggi il suo canale conta 265.688 iscritti, mentre Younicorn Island, aperto a giugno 2016 insieme a Serena, ha un seguito di 112.000 iscritti.Dedicatasi inizialmente ai video divertenti, come versus o video su argomenti vari come le ragazze e la scuola, a seguito del successo del suo Draw My Life, Cesca idea nuovi format relativi al disegno, per i quali utilizza la tavoletta grafica realizzando brevi sketch in stile fumetto. I format principali di questo tipo sono i Baby Cesca ed iDisegniamo una Storia insieme. Le piace inoltre pubblicare vlog di viaggi, esperienze che ama documentare anche con foto sul suo profilo Instagram.Cesca ha inoltre preso parte a numerosi progetti importanti quali #CyberResistance e #Agente0011.


KLAUS
Klaus apre il suo canale su YouTube il 2 Maggio 2013 e i suoi primi video sono in particolare Troll, gameplay su Call of Duty assieme a Dread, Rutti sulla gente con Anima e Homyatol e ancora gameplay di videogiochi assieme a noti youtuber come Gabbo, Frax e Zoda. Successivamente inizia a caricare video di Fifa e Challenge, raggiungendo in pochissimo tempo gli oltre 500mila iscritti. Partecipando a fiere ed eventi in giro per l'Italia ha conosciuto nuovi youtuber come i Mates, Simone Paciello, ilvostrocaroDexter.
I suoi video più visti sono: "TRASFORMARE ACQUA IN GHIACCIO IN 1 SECONDO - (Esperimento)" e "PROVA A NON RIDERE CHALLENGE CON ANIMA"



SHADE
Vito Shade Ventura è un rapper, freestyler e stand up comedian italiano.
Nasce a Torino e si distingue appena 16enne nelle battle di freestyle del panorama nazionale vincendo per due volte la selezione piemontese del Tecniche Perfette e partecipando al Death Match dello storico 2thebeat nel 2005. Nel 2006 i registi Massimiliano e Gianluca De Serio girano una trilogia di corti legati al freestyle con protagonista Shade, insieme a Rew, Ensi e Raige (One Mic).Nel 2011 Shade vince la prima tappa dello Zelig Urban Talent e partecipa a Zelig LAB nel celebre cabaret milanese e, nello stesso anno, va in onda su Comedy Central "FAVELAS", sitcom nella quale Shade compare come guest.
Per caso, durante un evento presso le "Lavanderie Ramone", realizza con i suoi amici Ensi e Fred de Palma quello che ad oggi è il video di freestyle italiano più visto della storia.
Lo stile ironico e irriverente di Shade risulta efficace nelle sfide portandolo a collezionare numerose vittorie in tutta Italia, culminando con la vittoria di MTV SPIT 2013, ereditando il titolo di King del Freestyle italiano dal concittadino ENSI. Nello stesso anno, oltre agli Mtv Digital Days, partecipa come testimonial di Pepsi al brano "Passa il mic", insieme ai colleghi Moreno, Clementino e Fred de Palma presentato ufficialmente in occasione del 5° Hip Hop TV b-day.Nel 2014 da il suo contributo all'iniziativa di beneficenza di Rezophonic contro lo spreco dell'acqua con il brano "Dalla a me" insieme ai colleghi Danti, Piotta, Jake la Furia e moltissimi volti della tv e dello sport.Tra i numerosi palchi calcati durante l'anno, va segnalato quello del Primo Maggio come ospite dell'amico Clementino, parallelamente al tour di MTV SPIT e a quello dell'album "V" dei Two Fingerz con i quali stringe una grande amicizia.Durante l'estate esce lo street video "Cambiare stato" e il rapper realizza la sigla del programma "LA ISLA 105" in onda tutti i giorni su radio 105.
Il suo disco solista, prodotto interamente dai Two Fingerz, è in dirittura d'arrivo.
Tutti i mercoledì è possibile seguire le sue avventure negli "SHADAY", una rubrica contributi video deliranti e immorali postati sulla sua pagina Facebook.

DOMENICA 8 LUGLIO 2018
ASTI GOD'S TALENT
Organizzato dalla Pastorale Giovanile della Diocesi di Asti
Ingresso libero

Anche quest'anno Asti God's Talent, giunto alla sua quarta edizione, torna all'interno di Astimusica. Il "talent show" per cori oratoriani organizzato dalla Pastorale Giovanile Diocesana sull'esempio di trasmissioni come "The Voice" e "Italia's Got Talent" vede i gruppi sfidarsi sulle note di canti religiosi riarrangiati e coreografati, affidati alla valutazione di una giuria chiamata a pronunciarsi su canto, arrangiamento e coreografia.

Le novità della quarta edizione di Asti God's Talent saranno tantissime, a partire dal format. Non ci sarà più infatti un solo vincitore, ma molte categorie premiate, sull'impronta della Notte degli Oscar. Tra questi anche il premio al miglior arrangiamento, alla miglior interpretazione, alla migliore coreografia e al miglior inedito nel caso qualcuno accogliesse l'invito lanciato dall'equipe organizzativa.
Quest'anno anche i giudici saranno molti di più. Tra i nomi proposti e alcuni confermati sono: Rossana Tudisco, don Carlo Rampone, Massimo Cotto, Gigi Cotichella, Mauro Tabasso del Sermig, Egidio Carlomagno e come sempre l'immancabile partecipazione di Paolo Conte, amico dei giovani e della manifestazione.
Per seguire tutte queste nuove proposte e gestire il numero sempre crescente di partecipanti, che nella scorsa edizione ha toccato le tremila persone, anche lo staff si è allargato parecchio, arrivando ormai a comprendere più di 20 animatori delle diverse parrocchie della diocesi.
A ogni animatore/gruppo di animatori è stata affidata la responsabilità di un aspetto tecnico o di un coro, in modo che questi ultimi possano essere seguiti passo a passo e supportati nei momenti di difficoltà. I cori iscritti a questa edizione sono: Cattedrale, Don Bosco, Villanova e Castell'Alfero, che partecipano fin dalla prima edizione, Torretta e Refrancore, rispettivamente alla terza e alla seconda partecipazione, il coro neonato della zona sud della diocesi e il nuovo gemellaggio creato ad hoc per l'occasione di San Domenico e San Pietro.
Un progetto ancora in costruzione è invece quello di un workshop professionale di due giorni con il gruppo Gen Verde, per migliorare le qualità canore e strumentali dei cori, nonché la loro interpretazione.
È invece ufficiale l'ospite speciale di quest'anno: saranno i ragazzi del centro di accoglienza profughi di Serravalle, che stanno preparando con gli insegnanti di teatro, di italiano e gli educatori uno spettacolo che mescola canto, danza e teatro, come messaggio forte di apertura e di integrazione di tutti i giovani, qualunque sia la loro etnia. Lo spettacolo non è però fine a se stesso: mira infatti a donare nuova motivazione ai cori giovanili parrocchiali e a portare allegria amicizia e servizio attraverso il canto all'interno dei gruppi oratoriani e delle comunità cristiane.


LUNEDI 9 LUGLIO 2018 - PRIMA NAZIONALE
"QUALCHE ESTATE FA - VITA, POESIA E MUSICA DI FRANCO CALIFANO" con Claudia Gerini e Solis String Quartet
Ingresso € 15

Da un'idea di Solis String Quartet
Soggetto e testo di Stefano Valanzuolo
Canzoni di Franco Califano
Arrangiamenti Antonio Di Francia
produzione IMARTS - International Music and Arts

La storia artistica di Franco Califano si è sempre intrecciata, per scelta consapevole e perseguita, con quella umana, al punto che il personaggio, forse, ha spesso finito con il mettere in ombra l'autore di tanti successi. "Qualche estate fa" prova a riportare in equilibrio le due dimensioni, facendo di alcune canzoni molto amate il punto di partenza per raccontare la vita dell'autore.Una vita avventurosa, non sempre fortunata, comunque vissuta con una sfrontatezza seducente o detestabile, a seconda dei punti di vista.
Il testo, anche per sfuggire alla tentazione di riproporre stereotipi "dongiovanneschi" e sottrarsi ai pericoli del raffronto verista, è interamente declinato al femminile. Si susseguono nove quadri, cioè, narrati da altrettante voci di donne diverse, personaggi soprattutto di fantasia che raccontano aspetti e storie riferibili, nella realtà, all'uomo e all'artista. Ogni quadro culmina in una canzone di Califano, di modo che la musica si ponga come didascalia al racconto, e non viceversa.Le nove donne del racconto hanno sulla scena, in Claudia Gerini, un'unica voce recitante e cantante.

In Califano, si può dire, hanno convissuto due anime: quella dell'avventuriero guascone eromantico, personaggio teatrale calato tra la gente; e quella del poeta, affidata ai versi di millecanzoni.Partendo da questa riflessione, lo spettacolo si sviluppa su due piani narrativi, diversi e conciliabili.Sul versante teatrale si muove la protagonista, dando voce ad una galleria di donne forse neppureesistite ma legate tutte, idealmente, allo spirito di Califano e alle sue canzoni.Sul piano musicale, invece, sarà il Solis String Quartet a ripensare e riproporre dal vivo le canzonidel Califfo, con l'intento di renderne il senso e restituirlo al pubblico, con ispirata passione.La prospettiva narrativa attraverso cui si snoda la vicenda allude, ovviamente, a quell'universo femminile per sempre privilegiato dal protagonista senza mai ridurlo, tuttavia, alla banale dimensione aneddotica. "Qualche estate fa", senza buonismi di maniera e senza l'obbligo di consegnare al pubblico il santino del poeta maudit, prova a restituire, in musica e parole, l'immagine di un artista che ha vissuto sempre rifiutando la noia.

MARTEDI 10 LUGLIO 2018
ACHILLE LAURO, QUENTIN 40 e DJ NGL - in collaborazione con Palco 19
Ingresso € 13


ACHILLE LAURO
Achille Lauro vive a Roma, sin dai primi singoli viene subito notato, elogiato dalla scena nazionale e già con il primo mixtape "Barabba" (2013) regala una perla che resta pietra miliare e capostipite dell'underground. Affiancato dal suo team di beatmaker tra cui Banf, Frenetik & Orang3, Boss Doms, 3D e Dogslife, si distingue grazie alle nuove sonorità dettate da produttori all'avanguardia e dal suo metodo di scrittura completamente distante e innovativo rispetto ai modi di scrittura più classici. Collabora sin dall'inizio con diverse etichette indipendenti. Vanta da subito collaborazioni con tutti gli artisti più affermati nel panorama hip hop romano e italiano fino all'incontro con il celebre artista Marracash e il suo socio Shablo che lo porterà alla firma con il management "Roccia Music" creato proprio dagli stessi. Con loro pubblica la sua prima raccolta di brani su produzioni inedite "Achille Idol - Immortale", l'EP "Young Crazy" e il suo primo album solista "Dio C'è".
L'11 novembre 2016 esce "Ragazzi Madre", secondo step del suo percorso da solista: esprime pianamente la sua identità artistica, la sua ricerca e la sua capacita` di scrittura, oltre a vantare collaborazioni con diversi esponenti di spicco della scena rap.
Le produzioni dell'album risentono fortemente dell'influenza internazionale, non tralasciando mai le proprie origini: "Si sta tutti insieme in studio e ci si confronta sia sul testo che sulla musica. Avendo tutti diversi background si arriva cosi` a un sound genuino e originale; piu` che cercare quello che piace, cerchiamo quello che ci rappresenta" ha affermato lo stesso Lauro.A settembre 2017 partecipa insieme al suo produttore Boss Doms come concorrente al programma televisivo Pechino Express.


QUENTIN 40
Vittorio Crisafulli, in arte Quentin40, classe 1995, nasce ad Acilia, borgata e frazione di Roma Capitale, vivido fulcro della cultura e musica hip hop. A 20 anni inizia il suo percorso artistico ufficiale, insieme al produttore Ruben Manupelli noto come Dr Cream, membro del gruppo RapCore, apprezzato collaboratore dei principali artisti della scena hip hop italiana. Grazie a questo incontro Quantin40 nel 2016 si unisce al collettivo Mitraglia Rec basato a Roma Sud e composto dallo stesso Dr Cream, Sfregio e Puritano.L'anno scorso un flash mob in Piazza Duomo a Milano portaQuentin40 alla ribalta sulla scena milanese e nazionale.Un evento spontaneo diventato il video di Thoiry Remix, il suo ultimo singolo. Ospite d'eccezione del video di Matteo Di Tella per "No Face Film" lo stilista ed imprenditore Marcelo Burlon.Il Venerdi` 23 Marzo 2018 e` uscito in anteprima su Spotify "Giovane1", il nuovo singolo di QUENTIN40, che torna sulle scene dopo il successo di "Thoiry Remix" con il feat. di Achille Lauro, Gemitaiz e Puritano. Il nuovo progetto di Quentin40, nato grazie alla collaborazione di Guna e Urbana Label / Sony Music Italy, si preannuncia un nuovo successo, grazie all'ineccepibile produzione di Dr. Cream e all'inconfondibile marchio di fabbrica del rapper romano: le parole troncate.

MERCOLEDI 11 LUGLIO 2018
JOE LOUIS WALKER
Ingresso libero


Joe Louis Walker, noto anche come JLW (nato il 25 Dicembre 1949) è un musicista americano, chitarrista blues, cantante, compositore e produttore. Con una carriera di cinquanta anni alle spalle è una colonna portante del genere, già membro della Blues Hall of Fame e per quattro volte Blues Music Award. Dagli incontri con Mike Bloomfield che lo presentò a Jimi Hendrix e ai Grateful Dead, alle collaborazioni con Branford Marsalis, James Cotton, Tower of Power, Bonnie Raitt, Buddy Guy, Taj Mahal, Ike Turner and Clarence "Gatemouth" Brown, Joe Louis Walker è semplicemente un pilastro del blues internazionale.


GIOVEDI 12 LUGLIO 2018
MIRKOEILCANE
Ingresso libero


Nato a Roma e cresciuto nel quartiere Garbatella, si appassiona alla musica fin da bambino e inizia presto a suonare la chitarra. Come musicista ha composto colonne sonore, sigle e spot pubblicitari. Dopo aver scritto testi e musiche per altri artisti, nel 2015 decide di intraprendere la carriera da solista e pubblica il suo primo ed omonimo album Mirkoeilcane. L'album ottiene il plauso della critica e ottiene diversi riconoscimenti, oltre ad essere tra i candidati al Premio Tenco. Nel 2017 ha composto la colonna sonora per il film I peggiori di Vincenzo Alfieri e vince la 28ª edizione di Musicultura con il brano Per fortuna. Oltre alla musica si cimenta con la scrittura, ha infatti pubblicato un romanzo, disponibile in formato ebook su tutte le piattaforme online, intitolato Whisky per favore. Con il brano "Stiamo tutti bene" è riuscito a superare le selezioni di Sarà Sanremo, ottenendo il diritto di partecipare alla 68ª edizione del Festival di Sanremo nella sezione "Nuove proposte". Al termine della kermesse si classifica al secondo posto e vince il Premio della Critica Mia Martini. A febbraio 2018 esce inoltre il suo secondo album solista "Secondo me".


VENERDI 13 LUGLIO 2018
** DA ANNUNCIARE **
Uno degli ospiti di punta del festival, che verrà annunciato ad inizio giugno 2018


SABATO 14 LUGLIO 2018
ANNALISA
Ingresso € 15

Nata a Savona il 5 agosto 1985, nel 2011 Annalisa pubblica il primo album "Nali" con 8 canzoni inedite, fra cui "Solo" scritta dall'artista stessa e la cover "Mi sei scoppiato dentro il cuore" di Mina. La versione digitale conquista il web e in un solo giorno arriva fino alla seconda posizione della classifica di iTunes.L'esordiente Annalisa vive un 2011 con ritmi da popstar e prima del tour estivo legato alla trasmissione "Amici" a fine maggio si esibisce all'Arena di Verona e viene premiata con il disco di platino per l'album "Nali" ai Wind Music Awards. Un altro riconoscimento importante arriva dal sito Rockol.it, che giudica "Diamante lei e luce lui" il miglior videoclip italiano nella categoria emergenti.Il 27 marzo 2012 pubblica il secondo album "Mentre tutto cambia" e partecipa all'edizione 2012 di Amici "Big", che si chiude con due serate all'Arena di Verona, e riceve ancora una volta il "Premio della critica".
L'11 gennaio 2013 su tutti i digital store è stato pubblicato "Pirati" il brano di Annalisa ispirato alle avventure del film d'animazione L'Era Glaciale 4: Continenti alla deriva. Partecipa al 63° Festival di Sanremo con i brani "Scintille" e "Non so Ballare" (dirige il Maestro Fio Zanotti) tratti dal suo terzo album uscito il 14 febbraio 2013, dal titolo "Non So Ballare". La titletrack è stata scritta da Ermal Meta. Con questo album inizia il suo "Non so ballare Tour" a maggio 2013.Il 30 novembre 2013 apre la tappa del tour di Roberto Vecchioni al Nuovo Teatro Carisport di Cesena e duetta con lui sulle note di Luci a San Siro.
A febbraio 2014 rientra in studio di registrazione e tra maggio e settembre escono i singoli "Sento solo il presente" e "L'ultimo addio" che anticipano la pubblicazione del successivo album di inediti di Annalisa. A febbraio 2015 partecipa al Festival di Sanremo con il brano "Una finestra tra le stelle" e durante la settimana del Festival pubblica il suo nuovo album "Splende". Ad aprile Annalisa inizia il suo tour nei teatri che prosegue per tutta l'estate. Dopo i successi di "Una finestra tra le stelle" (certificato PLATINO per le vendite) e "Vincerò" (ORO per le vendite), il terzo singolo in radio è "Splende" che insieme al brano "L'Ultimo Addio" viene certificato ORO per le vendite.Il 26 novembre Annalisa fa il suo esordio al cinema con "Babbo Natale non viene da Nord" una divertente favola natalizia dei giorni nostri prodotta da Maria Grazia Cucinotta.L'anno si chiude infine con la sua partecipazione in veste di conduttrice alla trasmissione "Tutta Colpa di Einstein - Quelli del Cern" (3 puntate, Italia 1) , dove Annalisa incontra le giovani eccellenze italiane presenti al CERN, il più grande laboratorio al mondo di fisica delle particelle.Ritorna al Festival di Sanremo 2016 con il brano "Il Diluvio Universale" che anticipa l'uscita del nuovo album di inediti "Se avessi un cuore" in uscita il 20 maggio. A fine 2016 conduce la trasmissione "Tutta colpa di Galileo" (3 puntate, Italia 1) in cui la cantautrice, tra le diverse curiose attività, intervista tre astronauti italiani: Samantha Cristoforetti, Paolo Nespoli e Luca Parmitano.A maggio 2017 Annalisa partecipa al "Billboard Latin Music Conference" a Miami per uno speciale showcase come unica cantante italiana tra i grandi nomi della musica internazionale.Il 13 ottobre 2017 Annalisa torna con il suo nuovo singolo "Direzione la vita" che debutta alla numero 1 della Viral Chart di Spotify, al numero 1 di iTunes ed è la più alta nuova entrata della classifica di Earone dei brani più trasmessi in radio nella prima settimana di uscita. Il brano anticipa il suo nuovo e sesto album di inediti di prossima uscita realizzato dal noto produttore Michele Canova. A febbraio 2018 è nuovamente protagonista al Festival di Sanremo, con il brano "Il mondo prima di te", classificandosi al terzo posto. Sulla scia di questa esperienza, a febbraio 2018 esce il suo nuovo album di inediti "Bye Bye".

DOMENICA 15 LUGLIO 2018
ISO BAND
Ingresso libero

La ISO (Improbable Small Orchestra) Big Band, riunisce amici musicisti di varie ensamble musicali presenti sul territorio astigiano, spaziando dagli standard del jazz al funky. Nata nell'ottobre 2013, la Iso Big Band è formata da musicisti d'eccellenza e d'esperienza: Franco Bogliano, Guido D'Agostino, Paolo Fasano, Oscar Casavecchia, Corrado Schialva, Paolo Bussa, Davide Zoppi, Guido Bezzo, Sergio Paolo Demartini, Pino Marino, Matteo Borio, Francesca Massaro, Giancarlo Bottino, Giuseppe Forlano, Giuseppe Peccheneda, Mauro Tagliatti, Maurizio D'Agostino, Franco Olivero, Giorgio Rasero e Giulia Rossi. Con un nome che mescola francese, inglese e italiano, la Improbable Small Orchestra vanta un repertorio che spazia nei generi, tra jazz, funky e soul: la Iso alterna composizioni dalle sonorità proprie delle big band e omaggi alle voci e ai grandi del Jazz, fino ad arrangiamenti in chiave contemporanea.

LUNEDI 16 LUGLIO 2018
KRIKKA REGGAE - serata dedicata ad "Oscarino"
Ingresso libero

Una serata, con la musica dei Krikka Reggae, dedicata al ricordo di Oscar Carlo Sacco, noto agli astigiani come "Oscarino", per molti anni una presenza caratteristica e simpatica di Astimusica con la propria immancabile bancarella di artigianato orientale e africano, in parte ispirati alla cultura "hippie".
I Krikka Reggae sono un gruppo musicale italiano, proveniente da Bernalda (Matera). I loro testi sono dialettali, e trattano tutti i temi di grande attualità nazionale, internazionale che temi di problematiche locali e meridionali. La spontaneità e l'attualità dei testi (lavoro precario, disoccupazione, guerra, abusi, emergenze ambientali, strategie mediatiche, migrazioni, ecc.), l'uso del dialetto bernaldese per promuovere e valorizzare le proprie radici, la personalità dei cantanti e la perizia dei musicisti sono le caratteristiche principali della Krikka che presenta il reggae in tutte le sue evoluzioni, dal roots reggae allo stile dance hall, dal dub al rocksteady.

+++++++++++++++++++++
LA PRESENTAZIONE DEL DIRETTORE ARTISTICO

Herman Melville, l'autore di quel Moby Dick che è pietra angolare della letteratura mondiale, teneva nello scrittoio una frase di Schiller: "Sii fedele ai sogni della tua giovinezza". Esistono molte sfaccettature e modi per rimanere ancorati ai sogni della nostra adolescenza. Per me, il più bello e coraggioso è riuscire a mantenere la mente aperta alla curiosità e al domani, al nuovo e, soprattutto, a ciò che non capisco fino in fondo.
Dopo 22 edizioni, il cuore di Astimusica si apre in maniera possente al nuovo che avanza, avvolto e protetto come si conviene dalla tradizione e dalla familiarità. È questo, per me, il vero cambio di passo di Astimusica. Anche in passato c'era stato spazio per le nuove tendenze, ma non così radicali come quest'anno. Due le serate clou, nelle quali abbiamo pensato di triplicare gli artisti per trasformare tutto in evento: il 7 saliranno sul palco di piazza della Cattedrale Favij (youtuber da 4 milioni di iscritti, idolo dei giovanissimi, scrittore di successo - il suo primo romanzo, pubblicato con il suo vero nome Lorenzo Ostuni, è arrivato primo in classifica), Shade (pseudonimo di Lino Ventura, rapper e freestyler) e Klaus DJ. Il 10 luglio, invece, spazio alla nuova scena rap romana, con Achille Lauro, Quentin 40 e DJ NGL. Se avete più di vent'anni, è probabile che i loro nomi non vi dicano niente, ma ricordate che c'è un mondo là fuori e non è affatto male. La tradizione di Astimusica è sempre stata questa: anticipare i nuovi fermenti, accompagnare le innovazioni, scovare artisti ancora non famosi ma che presto lo sarebbero diventati. A chi può storcere il naso, ricordo che molto scetticismo aveva accompagnato anche Max Gazzè e i Subsonica, che si esibirono sconosciuti al grande pubblico.
Come di consueto, piazza della Cattedrale farà ballare (con i Tarantolati di Tricarico, leggenda lucana, e con i Krikka Reggae, band in levare di Matera), si colorerà di nero (con uno degli ultimi bluesmen che hanno fatto la Storia, Joe Louis Walker), si farà baciare dalle stelle del jazz (la ISO BAND diretta da Franco Bogliano) e darà spazio ai giovani cantautori (Mirkoeilcane, rivelazione di Sanremo). Non solo: ci sarà spazio per il pop di Annalisa e per le risate, con il fantasmagorico show Tutto fa Broadway di Pio e Amedeo, il dissacranteduo comico che abbiamo ammirato a Le iene e a Emigratis. Mi piace chiudere con una "mozione di fiducia" (fidatevi della sorpresa che ancora non possiamo annunciare per il 13 luglio) e con lo spettacolo di Claudia Gerini e dei Solis String Quartet che omaggiano Franco Califano. Perché è giusto guardare al domani, ma anche non dimenticare chi ha scritto pagine dense e belle del nostro ieri. Massimo Cotto - direttore artistico Astimusica ++++++++++++++++++++++

mr

AGGIORNATO IL
20/05/2018 23:15:29

L'INFORMAZIONE

RUBRICHE