Giovedì, 22/02/2018
06:03

Direttore responsabile Franco Musso

ASSOCIAZIONE RADIO ASTI EUROPA P.IVA 01553610054

 

Home Page

 

 

 



++++++++++++++++++
mercoledì 21 febbraio 2018, ore 19.00

all'Istituto Italiano di Cultura Colonia

Festival Verdi

Anna Maria Meo, Direttore Generale del Teatro Regio di Parma, presenterà in lingua italiana il Festival Verdi 2018.


Il Festival Verdi è l'unico dedicato esclusivamente allo studio e alla produzione delle opere di Giuseppe Verdi. È stato inaugurato dal Teatro Regio di Parma nel 2001, centenario della morte di Giuseppe Verdi, e, da allora, straordinari interpreti ne sono stati i protagonisti. L'edizione 2018 del Festival Verdi si svolgerà dal 27 settembre al 21 ottobre.

Nabucco
Regia di Daniele Abbado, direttore Michele Mariotti, I 2008, 137', versione originale con sottotitoli in tedesco.
Dal punto di vista musicale e drammaturgico, Nabucco, terza opera del catalogo verdiano, già presenta alcune delle caratteristiche distintive del Maestro: la capacità di estrarre originalità fulminanti, il sanguigno vigore della musica, la teatralissima attitudine a tagliar corto e ad andare senza mediazioni al nocciolo delle cose.
In collaborazione con il Teatro Regio di Parma.

Ingresso gratuito.

++++++++++++++++++
giovedì 1° marzo 2018, ore 18.30
all'Istituto Italiano di Cultura Colonia

Maratona di lettura con il Decamerone di Giovanni Boccaccio

Dopo Dante Alighieri, Goethe e Umberto Eco, la Federazione delle Associazioni italo-tedesche per la Quarta Maratona di Lettura 2018 presenta Giovanni Boccaccio con la sua opera maggiore, il Decamerone: sette giovani donne e tre giovani uomini fuggono dalla Morte Nera, che imperversa a Firenze, in una casa di campagna fuori città. Per far passare il tempo, si raccontano storie, dieci ogni giorno in modo che, dopo 10 giorni, diventano 100 racconti. E quali racconti! Grossolani, in parte tragici, in parte ironici e erotico-bucolichi, una raccolta di racconti diventata esemplare per generazioni di poeti. Il Decamerone di Boccaccio è considerato oggi la collezione di novelle più famosa della letteratura occidentale.

Consulenza scientifica e scelta dei testi: Prof. Dr. Alessio Fontana, Colonia. Con il sostegno della casa editrice Reclam.

Un’iniziativa della VDIG Vereinigung Deutsch-Italienischer Kultur-Gesellschaften e.V., Federazione delle Associazioni Italo-Tedesche in Germania, nell’ambito dell’offensiva linguistica italiana "oli - offensiva lingua italiana" in collaborazione con 28 Associazioni italo-tedesche.

Sotto il patrocinio dell’Ambasciata della Repubblica Italiana, Berlino.

Ingresso gratuito.
++++++++++++++++++
giovedì 15 marzo 2018, ore 19.00

all'Istituto Italiano di Cultura Colonia

inaugurazione della mostra

Ciò che la notte cela al giorno -
inchiostri e tecniche miste di Erio Carnevali

Durata: 15.03. - 03.05.2018
Orario di apertura: Lu - Ve ore 9-13 e 14-17


L’inchiostro possiede per l’artista la qualità di identificarsi bene con la notte dove la nettezza della tinta si confonde con l’ambiguità del liquido che si scioglie sul foglio nel suo percorrere cammini ignoti e misteriosi. Dopo aver affrontato il mistero del sacro, Erio Carnevalli affronta tale tema sotto un diverso angolo visuale e descrive la parabola dell‘inconscio attraverso il simbolo della notte. La notte ci fa partecipi della rivelazione dell’infinito, infinito emblema del mistero.

Nato a Modena Erio Carnevali inizia la sua carriera di pittore nei primi anni settanta; oggi vive e lavora a Milano, Modena, Cagnes-sur-Mer in Francia e Los Angeles. Dagli anni Novanta fino ad oggi ha esposto in numerose gallerie italiane e internazionali. Erio Carnevali ha trasposto la sua visione pittorica anche nel campo dell'arte pubblica, attraverso il mosaico, la porcellana, la ceramica ed il vetro di Murano.

Con il patrocinio della Regione Emilia Romagna e l‘Associazione Emiliano-Romagnoli nel mondo e con il sostegno dei Consorzi del Lambrusco.

In occasione dell‘inaugurazione verranno offerti alcuni prodotti del Consorzio Palatipico modenese.

Ingresso gratuito.






L'Istituto Italiano di Cultura di Colonia, inaugurato nel 1954, è un ufficio del Ministero degli Affari Esteri il cui scopo è la diffusione della lingua e della cultura italiana all'estero.

L'Istituto offre

corsi di lingua italiana di vari livelli,
manifestazioni culturali: rassegne cinematografiche, spettacoli teatrali, mostre, concerti, incontri letterari, ma anche conferenze e dibattiti su vari temi scientifici e di attualità,
un'ampia biblioteca attrezzata di 19.000 volumi e una videoteca di 1500 cassette e DVD.
L'ingresso alle manifestazioni culturali e l'utilizzo della biblioteca sono - di regola - gratuiti.
L'Istituto dispone di cinque aule per i corsi d'italiano, di una biblioteca con sala di lettura, di una sala-teatro con ca. 200 posti, completamente attrezzata per rappresentazioni teatrali, cinematografiche e videoproiezioni, nonché di un vasto foyer e di altri spazi che consentono l'allestimento di mostre ed esposizioni. L'organico è attualmente di sei persone.

Collaborazioni
Per molte manifestazioni l'Istituto si avvale della collaborazione diretta con gli assessorati alla cultura delle varie città della giurisdizione. Intensa è anche la collaborazione con le università della regione Nordreno-Vestfalia e con istituzioni culturali di vario tipo: dall'ente radiotelevisivo WDR alla Tanzhaus NRW di Düsseldorf, dal Museo Romano-Germanico al Museo Wallraf-Richartz di Colonia, dalla Collezione d'Arte del Nordreno-Vestfalia a Düsseldorf alla Ruhrtriennale, come documentato dal programma.
L'Istituto è inoltre presente con una sua manifestazione nei principali appuntamenti culturali della città quali, ad esempio, Passagen (design) e Plan (architettura). Tra i principali festival cui l'Istituto è solito partecipare regolarmente si annoverano la Triennale di Musica di Colonia e Litcologne, annuale festival delle letterature.
Alcuni eventi sono frutto di collaborazione con altri istituti culturali stranieri presenti in loco in particolare con quello francese e giapponese, nonché con l'istituto spagnolo di Düsseldorf.

Dal novembre 2014 l'Istituto ha allargato la propria area di competenza all'Assia. In tal senso si è stabilito un rapporto di cooperazione anche con le principali istituzioni culturali della città di Francoforte e del Land, e in particolare con la Fiera Internazionale del Libro, il Museo del Cinema, Luminale, il Festival Europeo della Musica, la Fiera della Musica, il Festival del Documentario di Kassel. L'Istituto ha quindi aderito anche al Cluster Eunic di Francoforte. Da sessant'anni un angolo d'Italia a Colonia! ++++++++++++++++++

AGGIORNATO IL
21/02/2018 11:16:47

L'INFORMAZIONE

RUBRICHE