Mercoled?, 19/02/2020
14:32

Direttore responsabile Franco Musso

ASSOCIAZIONE RADIO ASTI EUROPA P.IVA 01553610054

 

Home Page

 

 

 


L'Istituto Italiano di Cultura di Colonia, inaugurato nel 1954, è un ufficio del Ministero degli Affari Esteri il cui scopo è la diffusione della lingua e della cultura italiana all'estero.

L'Istituto offre

corsi di lingua italiana di vari livelli,
manifestazioni culturali: rassegne cinematografiche, spettacoli teatrali, mostre, concerti, incontri letterari, ma anche conferenze e dibattiti su vari temi scientifici e di attualità,
un'ampia biblioteca attrezzata di 19.000 volumi e una videoteca di 1500 cassette e DVD.

L'ingresso alle manifestazioni culturali e l'utilizzo della biblioteca sono - di regola - gratuiti.

L'Istituto dispone di cinque aule per i corsi d'italiano, di una biblioteca con sala di lettura, di una sala-teatro con ca. 200 posti, completamente attrezzata per rappresentazioni teatrali, cinematografiche e videoproiezioni, nonché di un vasto foyer e di altri spazi che consentono l'allestimento di mostre ed esposizioni. L'organico è attualmente di sei persone.



Collaborazioni
Per molte manifestazioni l’Istituto si avvale della collaborazione diretta con gli assessorati alla cultura delle varie città della giurisdizione. Intensa è anche la collaborazione con le università della regione Nordreno-Vestfalia e con istituzioni culturali di vario tipo: dall’ente radiotelevisivo WDR alla Tanzhaus NRW di Düsseldorf, dal Museo Romano-Germanico al Museo Wallraf-Richartz di Colonia, dalla Collezione d'Arte del Nordreno-Vestfalia a Düsseldorf alla Ruhrtriennale, come documentato dal programma.
L’Istituto è inoltre presente con una sua manifestazione nei principali appuntamenti culturali della città quali, ad esempio, Passagen (design) e Plan (architettura). Tra i principali festival cui l’Istituto è solito partecipare regolarmente si annoverano la Triennale di Musica di Colonia e Litcologne, annuale festival delle letterature.
Alcuni eventi sono frutto di collaborazione con altri istituti culturali stranieri presenti in loco in particolare con quello francese e giapponese, nonché con l'istituto spagnolo di Düsseldorf.

Dal novembre 2014 l’Istituto ha allargato la propria area di competenza all'Assia. In tal senso si è stabilito un rapporto di cooperazione anche con le principali istituzioni culturali della città di Francoforte e del Land, e in particolare con la Fiera Internazionale del Libro, il Museo del Cinema, Luminale, il Festival Europeo della Musica, la Fiera della Musica, il Festival del Documentario di Kassel. L'Istituto ha quindi aderito anche al Cluster Eunic di Francoforte.

Da sessant'anni un angolo d'Italia a Colonia!

+++++++
Rete Donne e.V.
Amburgo, 14 novembre 2010: E' NATA ReteDonne e.V., LA PIATTAFORMA DELLE DONNE ITALIANE ALL'ESTERO
L' associazione ReteDonne e.V. si e` costituita ad Amburgo nel 2010 come organismo sovrapartitico, indipendente e non confessionale composto da associazioni di donne residenti all'estero e da singole donne italiane attive nei settori dell'economia, della cultura, della politica e del sociale.
ReteDonne si propone come piattaforma europea di discussione, iniziativa e scambio di informazioni, aperta alle associazioni di donne in Italia e in Europa e per chiunque voglia condividere e proporre progetti di genere allo scopo di sostenere la presenza femminile nei vari settori della vita pubblica e un'immagine evoluta e positiva della donna italiana nella Repubblica Federale tedesca, in Europa e nel mondo. Tutte le donne e le associazioni di donne italiane in Germania sono invitate ad aderire al nostro gruppo affinché esso possa trasformarsi in una federazione (Dachverband). ReteDonne è costantemente impegnata nel confronto tra immigrazione vecchia e nuova, nel rapporto con le istituzioni italiane e tedesche allo scopo di offrire un contributo alla politica d'integrazione. In questo senso già da tre anni Retedonne e.V. è presente nell' associazione DAMIGRA, sorta per iniziativa del Ministero Federale per le donne, la famiglia e l'emigrazione, per far sentire la propria voce anche all' interno della maggior istituzione politica federale cioè il Frauenrat.
Dopo due primi incontri preliminari nel 2009 a Francoforte e a Berlino nel 2010 (qui maggiori informazioni sui convegni annuali https://retedonneberlino.wordpress.com/incontri-rd/) é stato votato lo statuto (Statuto versione novembre 2011 approvata dal tribunale) della neonata associazione: l'assemblea costituente di ReteDonne, composta da rappresentanti del Coordinamento Donne di Francoforte, dell'associazione Donne Italiane Coordinamento Amburgo (DICA) e da singole donne attive in Germania nel mondo della cultura, dell'economia, del sociale e della politica, ha eletto i suoi organismi dirigenti.
Nel corso degli anni altri gruppi di Rete Donne si sono formati in altre città tedesche e insieme cercano di coordinarsi e fungere da moltiplicatori di informazioni. Le cittá in cui ReteDonne è presente sono, (fondate in ordine di tempo): Francoforte sotto il nome di Coordinamento Donne italiane Frankfurt, Amburgo col nome DICA, Stoccarda Initiative Donne Stuttgart, Berlino con l'acronimo RDB fondata nel 2013, Monaco, RDM nel 2014, Lipsia 2016 RDL .
ReteDonne fa parte a sua volta di una Federazione internazionale di associazioni autonome di migranti DaMigra molto attiva nel campo dell'integrazione, antirazzismo, antisexismo e empowerment per le donne migranti e rifugiate.
L'attuale Direttivo, che rimarrà in carica fino alla fine del 2016, e' composto da:
Eleonora Cucina (Amburgo) - Presidente
Rafaella Braconi (Amburgo) - Vicepresidente
Elena Nasello (Amburgo) - Vicepresidente
Alessandra Pantani (Berlino) - Tesoriera

Programma
DONNE ITALIANE ALL'ESTERO - GERMANIA - RETE DONNE e V. DEDICA DUE GIORNATE AL RUOLO DELL'INFORMAZIONE - RADIO COLONIA E CORRIERE D'ITALIA - PER LE DONNE MIGRANTI DEGLI ANNI '50.
(2019-12-04)
Al via il 7 dicembre all'Istituto Italiano di cultura di Colonia l'annuale incontro - convegno di Rete Donne e V. che quest'anno punta ad affrontare l'importanza dell'informazione negli anni '50 per gli italiani all'estero, da quella a stampa, ai suoi principali sviluppi degli ultimi anni.

L'iniziativa dal titolo "I mondi si raccontano: dalla radio degli anni '50 ai vlog "

Saluti istituzionali verranno portati da Maria Mazza, Direttrice dell'Istituto Italiano di Cultura di Colonia e della Senatrice Laura Garavini.
A dare il benvenuto Eleonora Cucina, presidente ReteDonne e. V., Amburgo, Ad introdurre i lavori del convegno "Lontane da casa: il ruolo di Radio Colonia e del Corriere d'Italia per le migranti da fine anni 50" - sarà Lisa Mazzi, autrice, residente a Berlino

Su "L'informazione in lingua italiana in Germania dalla fine degli anni Ottanta ad oggi. Dalle trasmissioni radiofoniche in lingua ai nuovi social network" -interverrà Luciana Mella, giornalista freelance, collaboratrice di Radio Colonia (Cosmo -WDR), di Düsseldorf

"Germania e Italia, identità e comunicazione" - il tema sul quale si soffermerà Lucia Conti, Direttore della testata online in lingua italiana "Il Mitte", Berlino

"Veni, vidi, video: raccontarsi in movimento" - Eleonora Lambo, videomaker, videoartista e videoblogger

Presentazione dell'installazione "Cum radices vidulus" e workshop "La mia valigia ha profonde radici" - workshop sulla voce, la memoria e la condivisione di Marina Siena, Amburgo, e Marlis Brinkmann, Milano

La partecipazione all'evento in lingua italiana al convegno è gratuita. Vi aspettiamo numerose!

In serata Assemblea generale ReteDonne e. V. dalle ore 18:00 alle ore 19:30

Per il giorno seguente, domenica 8.12, alle ore 10:30 è prevista la visita guidata in lingua tedesca con possibile traduzione in consecutiva con Bengü Kocatürk-Schuster del DOMiD - Dokumentationszentrum und Museum über die Migration in Deutschland e.V. - Venloer Strasse 419 - 50825 Köln. Per conferme alla partecipazione: retedonne@gmail.com (04/12/2019-ITL

AGGIORNATO IL
19/02/2020 12:14:55

L'INFORMAZIONE

RUBRICHE