Mercoledì, 13/12/2017
08:34

Direttore responsabile Franco Musso

ASSOCIAZIONE RADIO ASTI EUROPA P.IVA 01553610054

 

Home Page

 

 

 


lezione in classe alla scoperta di Claudia Formica


Trecento studenti raccontano la scultrice nicese Claudia Formica e il suo tempo
Lunedì 18 dicembre al Foro Boario presentazione pubblica del progetto di riscoperta dell'artista

Chi era Claudia Formica? Trecento studenti di Nizza, Incisa Scapaccino e Mombaruzzo adesso lo possono raccontare.

Nelle settimane scorse tredici classi delle tre scuole medie, oltre alla prima del Liceo Scientifico Galileo Galilei, hanno infatti partecipato al progetto sulla riscoperta della scultrice nicese, tra le poche donne artiste attive durante il fascismo. Studiandone la vita e le opere, i ragazzi hanno anche approfondito il contesto storico in cui la protagonista operò. Non a caso il progetto s'intitola "Raccontare il tempo e la cultura degli 'anni rimossi'. Claudia Formica scultrice".

Coinvolti anche i bambini della primaria di Incisa.

Sostenuto dalla Compagnia di San Paolo, il progetto, che lunedì 18 dicembre sarà presentato pubblicamente, è promosso da Comune di Nizza (dove l'artista è nata nel 1903 ed è sepolta dal 1987), Istituti per la storia della Resistenza e della società contemporanea di Asti (Israt), Alessandria (Isral) e del Piemonte (Istoreto), Fondo Museo Formica, Fondazione Vera Nocentini di Torino, Accademia di Cultura Nicese L'Erca.

L'attività di approfondimento in classe ha avuto avvio dall'inquadramento storico sul ventennio fascista e sulla condizione delle donne dall'Italia liberale al fascismo: temi sviluppati dagli esperti dell'Israt Mario Renosio e Pinuccia Arri. Successivamente la figura di Claudia Formica è stata tratteggiata da Chiara Lanzi, ideatrice del progetto di riscoperta, e Elisa Campanella, laureata in Storia dell'Arte e collaboratrice della Fondazione Vera Nocentini.

Attualmente gli studenti sono impegnati a rielaborare, con i docenti, le informazioni ricevute e a studiare i materiali a disposizione.

E intanto si preparano all'incontro pubblico di lunedì 18 dicembre, quando al Foro Boario di Nizza esporranno le loro riflessioni. Per l'occasione sarà proiettato il documentario con le interviste ad anziani testimoni che hanno conosciuto Claudia Formica o che racconteranno gli anni del fascismo e della guerra nel Nicese. Appuntamento alle 21 con ingresso libero.

Su facebook si possono trovare le informazioni generali sulla scultrice e sul progetto in generale:
https://www.facebook.com/Wanted-Claudia-Formica-119942408693351/ Asti, 4 dicembre 2017

AGGIORNATO IL
13/12/2017 08:25:30

L'INFORMAZIONE

RUBRICHE