Martedì, 21/11/2017
22:10

Direttore responsabile Franco Musso

ASSOCIAZIONE RADIO ASTI EUROPA P.IVA 01553610054

 

Home Page

 

 

 


Alba: ringraziamenti e brindisi per festeggiare il riconoscimento “Creative City of Gastronomy” alla città

Una cerimonia di ringraziamento ed un brindisi con chi ha collaborato. In questo modo l’Amministrazione comunale di Alba ha voluto festeggiare il riconoscimento Unesco alla città, “Creative City of Gastronomy” dal 31 ottobre scorso.

Sabato 11 novembre nella sala Consiglio “Teodoro Bubbio” del Palazzo comunale, numerose le personalità presenti.


Brindisi Unesco 2017 (Photo Beppe Malo)

Ad accoglierli il sindaco Maurizio Marello e l’assessore alla Cultura ed al Turismo Fabio Tripaldi che hanno voluto al tavolo dei relatori gli esponenti delle altre Città Creative con cui si è collaborato: il Sindaco di Parma Federico Pizzarotti accompagnato dall’assessore al Progetto Unesco ed al Turismo Cristiano Casa, l’assessore al Turismo del Comune di Torino Alberto Sacco e l’esponente della città brasiliana Belém, Fabio Siciliano.



Di fronte, in prima fila, il presidente Ferrero Italia e Vice Presidente di Ferrero International Francesco Paolo Fulci ex ambasciatore alle Nazioni Unite vicino a Giandomenico Genta presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo che ha finanziato il progetto di candidatura, accanto ad altri rappresentanti di istituzioni, aziende, associazioni ed ex sindaci.



«Siete qui perché ciascuno di voi ha contribuito a questo straordinario risultato che la nostra città ha raggiunto lo scorso 31 ottobre – Ha spiegato il Sindaco Maurizio Marello - Abbiamo pensato a questo momento istituzionale come un momento di gratitudine. Ringrazio innanzitutto il nostro assessore Fabio Tripaldi che ha seguito l’iter della candidatura fin da subito. Questo progetto è nato nel 2014 ed oggi Alba è una delle 26 Città Creative per la Gastronomia a livello mondiale. Dal dopoguerra in poi la nostra città ha vissuto un cambiamento economico e sociale straordinario, un miracolo realizzato grazie alla collaborazione di tutti. Così siamo passati dalla Malora all’Unesco. Essere stati gente di terra ha fatto sì che i valori ci hanno fatto tenere la barra dritta nel periodo del boom economico. Non ci siamo montati la testa ed abbiamo continuato a lavorare. Oggi questo traguardo è un punto di partenza perché questo è un riconoscimento che comporterà un grande lavoro. Quindi, abbiamo ancora bisogno di tutti voi. Per ora il Consiglio comunale di questa città sicuramente è fiero di questo punto di svolta che aprirà nuove prospettive per Alba».

A ringraziare tutti pubblicamente è stato l’assessore Fabio Tripaldi: «Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo che ha finanziato il progetto di candidatura. Poi Bia S.r.l. con Angelo Boscarino ed Elena Federica Marini, in collaborazione con Annalisa Ricciardi, Antonio Degiacomi, Mauro Carbone, Liliana Allena e Marco Scuderi che hanno composto questa squadra vincente nella stesura dei vari dettagli, senza i quali oggi sarebbe difficile celebrare questo riconoscimento».

Inoltre hanno collaborato: Ferrero S.p.A. con Pietro Maria Brunetti e Raul Romoli Venturi, la Fondazione Ferrero con Edoardo Milanesio, il Progetto “Michele Ferrero” con Osvaldo Lingua, la Fondazione Slow Food per la Bio Diversità con Piero Sardo ed Elena Giannini, Slow Food International con Carlin Petrini e Rinaldo Rava, Condotta Slow Food con Fulvio Prandi, l’Associazione Commercianti Albesi, Ente Turismo Alba Bra Langhe Roero con Luigi Barbero, Ristorante Piazza Duomo con Bruno Ceretto ed Enrico Crippa, Confcommercio Nazionale, Coldiretti Nazionale, Coldiretti Cuneo, Unione Agricoltori, Confederazione Italiana Agricoltura, Confartigianato, CNA - Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola Impresa, Confcooperative, Lega delle Cooperative, Associazione Albergatori e Ristoratori Albesi, Mercato della Terra, Consorzio di Tutela Barolo e Barbaresco, Consorzio per la tutela del Roero, Albeisa - Unione Produttori Vini Albesi, Consorzio Asti, Consorzio Alta Langa, Consorzio Turistico Langhe Monferrato Roero, Centro Nazionale Studi Tartufo, Famija Albeisa, Ordine dei Cavalieri del Tartufo e dei Vini d'Alba, Eataly, Università di Agraria Torino - DISAFA, corso di laurea in viticoltura, Università di Scienze Gastronomiche, Istituto Umberto I - Scuola Enologica, Istituto Piera Cillario (Arte Bianca e Turismo), Apro, Barolo & Castle Foundation, Enoteca Regionale del Barolo, Enoteca Regionale del Barbaresco, Enoteca Regionale Piemontese Grinzane Cavour, Enoteca Regionale del Roero, Enoteca Regionale del Moscato, Associazione Go Wine, Turismo in Langa, Itinera, GIA, Centro Studi “Beppe Fenoglio”, Regione Piemonte, Confraternita della Nocciola, Ente Fiera della Nocciola, Associazione Paesaggi Vitivinicoli, Valerio Berruti, Francesca Fenocchio, Franco Bernabè, Isabella Gianicolo, Giuseppe Miroglio e Mauro Davico della Miroglio, Luciano Tona per l’Accademia Bocuse d’Or, la Città di Graz.

«In Italia si va avanti non certo dandosi delle gomitate ma cercando di andare a braccetto insieme – ha affermato il Sindaco di Parma Federico Pizzarotti – Alba e Parma hanno eccellenze straordinarie diverse ma complementari. Possono lavorare insieme e lavorare insieme al mondo. Spero che questa bella storia di risultati e di successi porti ad altre realizzazioni. Noi siamo in prima fila con voi».

«Voi – ha dichiarato l’assessore al Turismo del Comune di Torino Alberto Sacco – avete delle eccellenze straordinarie e capacità industriali non comuni – La nostra Amministrazione mira a realizzare sinergie per far crescere le nostre comunità. Vi faccio i complimenti per questo riconoscimento strameritato, anche a nome della Sindaca Chiara Appendino».

«Questo unione tra Belém ed Alba è molto importante – ha affermato Fabio Sicilia esponente della Città di Belém – ed è un grande onore ed un piacere essere qui con voi oggi. Insieme possiamo fare ancora molto di più. Complimenti a tutti».


*La foto numero 4 è una gentile concessione di Beppe Malò, giornalista e fotografo del Corriere di Alba Bra Langhe e Roero che ringraziamo.
+++++++++++++++


Alba: “Una storia tira l’altra…” alla Biblioteca civica “Giovanni Ferrero”

La Biblioteca civica “Giovanni Ferrero” di Alba, in collaborazione con OZ(OfficineZeta), vi invita a partecipare alle prossime letture animate per bambini.



Di seguito il calendario dei prossimi appuntamenti:

Martedì 7 novembre, ore 17.00

Pronti a partire!

Il Signor Venerdì e suo cugino Friday decidono di partire per un viaggio: scopriranno città lontane e conosceranno nuovi amici. Li accompagniamo? Prepariamo la valigia, senza dimenticare di metterci dentro anche un po’ di fantasia!

Età consigliata: da 3 a 6 anni

Giovedì 9 novembre, ore 17.00

I segreti dell’orto: le zucche

In compagnia di una buffa contadina, scopriremo i segreti delle zucche, gli ortaggi più simpatici ed arancioni dell’autunno.

Età consigliata: da 3 a 6 anni

Venerdì 10 novembre, ore 17.00

Un piccolo anatroccolo

Chi lo dice che le fiabe sono solo per i “grandi”? Ascoltiamo insieme le avventure di un brutto anatroccolo pensate apposta per i bambini più piccoli.

Età consigliata: da 7 a 12 mesi

Ogni lettura ha una durata di circa quarantacinque minuti. La partecipazione è gratuita, prenotazione obbligatoria.

Il progetto "Una storia tira l'altra..." fa parte di “Nati per Leggere Piemonte” ed è sostenuto dalla Compagnia di San Paolo nell’ambito del Programma ZeroSei.

Per informazioni e prenotazioni:
Biblioteca civica “Giovanni Ferrero”
via Vittorio Emanuele II, 19 - 12051 ALBA
Tel.: 0173.292.468
E-mail: prestito@comune.alba.cn.it
+++++++

Alba: il Sindaco Maurizio Marello ha dato il via all’Ecomaratona

Circa 1.200 iscritti all’ottava edizione dell’Ecomaratona del Barbaresco e del Tartufo Bianco d’Alba, con partenza da piazza Rossetti ad Alba domenica 29 ottobre.

A dare il via il Sindaco Maurizio Marello insieme al Consigliere delegato allo Sport Claudio Tibaldi, all’assessore Alberto Gatto ed al Consigliere dell’Ente Fiera internazionale del Tartufo bianco d’Alba Luca Sensibile.

«Quest’anno un record di iscritti per questa maratona – dichiara il Sindaco Maurizio Marello – Molti provengono dall’estero. Di anno in anno, questa bella manifestazione ha preso piede. È un evento che valorizza le nostre colline in particolare quelle del Barbaresco e quindi ormai è a pieno titolo un avvenimento internazionale nell’ambito della nostra Fiera del Tartufo bianco d’Alba».

La gara podistica si corre lungo le colline delle Langhe attraverso i comuni di Alba, Barbaresco, Neive e Treiso. Il percorso è di 42,195 chilometri. Il ridotto è di 21 chilometri.

Secondo i risultati pubblicati sul sito http://www.triangolosport.it/ ad arrivare primi nella 42,195 chilometri sono stati: Lorenzo Perlo classe 1979 dell’ Atletica Avis Bra Gas con 2:48'32.5, al primo posto, Enrico Chiapello classe 1972 della Roata Chiusani con 3:06'07.2, al secondo posto e Michele Evangelisti classe 1980 della Triangolo Sport Langhe con 3:07'43.1, al terzo posto.

Per quanto riguarda la classifica sul percorso di 21 chilometri. Al primo posto Maurizio Tavella classe 1991 dell’ Atletica Avis Bra Gas con 1:15'34.5, al secondo posto Manuel Bortolas classe 1986 della Podistica Torino con 1:16'26.2 ed al terzo posto Alessandro Arnaudo classe 1981 della Podistica Castagnito con 1:20'12.4.

L’evento è stato organizzato dall’Associazione sportiva dilettantistica Triangolo Sport Langhe Monferrato Roero con il patrocinio dei comuni di Alba, Barbaresco, Neive e Treiso, della Regione Piemonte e della Provincia di Cuneo, in collaborazione con l’Enoteca Regionale del Barbaresco, l’Ente Turismo Alba Bra Langhe Roero, l’Ente Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, il Consorzio Turistico Langhe Monferrato Roero, l’Associazione dei Paesaggi Vitivinicoli Patrimonio dell’Umanità Unesco.
+++++++++++++++

Alba: PM10 ancora nella norma, ma il Comune recepisce obbligatoriamente le misure antismog

Il 9 giugno 2017 a Bologna, le regioni Piemonte, Emilia Romagna, Lombardia e Veneto insieme al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio e del mare hanno siglato il "Nuovo accordo di programma per l'adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell'aria nel Bacino Padano". Sulla base di tale accordo recepito dalla Regione Piemonte il 20 ottobre scorso, sono state stabilite le misure antismog recepite obbligatoriamente anche dal Comune di Alba ed in vigore dal 31 ottobre 2017 al 31 marzo 2018.

Perciò, il Sindaco Maurizio Marello, sabato 28 ottobre ha firmato l’ordinanza “Adozione misure temporanee sulla circolazione stradale in attuazione dell’Accordo di Programma per l’adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell’aria del Bacino Padano ed in conformità alla D.G.R. della Regione Piemonte n. 42-5805 del 20/10/2017”.

Le misure presenti nel suddetto documento entreranno in vigore solo se si verifica lo sforamento giornaliero dei PM10 secondo livelli di allerta prestabiliti.

Per controllare gli inquinanti in atmosfera e comunicarli alla popolazione è stato adottato il “semaforo antismog”.

In sostanza, se il “livello di allerta” è pari a zero, e quindi il semaforo è verde, non è prevista alcuna limitazione;

Il “livello di allerta” 1 arancione, si attiva dopo 4 giorni di superamento limite giornaliero PM10 di 50 microgr/m3 e porta al divieto di circolazione per:

veicoli diesel privati di categoria inferiore o uguale a Euro 4 dalle ore 8.30 alle 18.30;

veicoli commerciali (N1, N2 e N3) di categoria inferiore o uguale a Euro 3 diesel, dalle ore 8.30 alle 12.30.

Scatta anche:

il divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) con classe < 3 stelle;

l’introduzione del limite a 19°C (con tolleranza di 2°C) per le temperature medie nelle abitazioni e in spazi ed esercizi commerciali;

il divieto per tutti i veicoli di sostare con il motore acceso;

il divieto di spandimento dei liquami zootecnici;

il divieto assoluto, per qualsiasi tipologia, di combustioni all'aperto (falò, barbeque, fuochi d'artificio, ecc.);

il potenziamento dei controlli con particolare riguardo al rispetto dei divieti di limitazione della circolazione veicolare, di utilizzo degli impianti termici a biomassa legnosa, di combustione all'aperto e di divieto di spandimento dei liquami.

Il “livello di allerta” 2 rosso parte dopo 10 giorni di superamento limite giornaliero PM10 di 50 microgr/m3.

In questo caso le misure antismog prevedono tutte le limitazioni del “livello di allerta 1” più l’estensione limitazione per i veicoli commerciali (N1, N2, N3) di categoria fino ad Euro 3 Diesel dalle ore 8.30 alle 18.30 ed Euro 4 Diesel dalle ore 8.30 alle 12.30.

Il “semaforo antismog” è controllabile sull’home page del sito del Comune di Alba (www.comune.alba.cn.it) dove i “livelli di allerta” saranno aggiornati a partire dal 31 ottobre, ogni martedì e venerdì sulla base delle rilevazioni dell’Arpa Piemonte nei giorni di controllo (lunedì e giovedì).

In caso di semaforo arancione o rosso scattano le misure temporanee antismog valide tutti i giorni, dal lunedì alla domenica (festivi compresi).

Le eventuali misure antismog si applicheranno dalle ore 08.30 alle ore 18.30 nella “Ztl Ambientale”, ovvero al centro abitato di Alba, escluse le zone di località Altavilla, Madonna Como, San Rocco Seno d’Elvio, San Rocco Cherasca, corso Asti, corso Canale, corso Bra, località Scaparoni, Piana Biglini, Piana Gallo, Tangenziale est/ovest della Strada provinciale 3 e 9, Strada provinciale 429 (Alba-Cortemilia).

Per consentire ai veicoli provenienti dalle zone extraurbane di percorrere le principali artiere stradali senza attraversare la città di Alba, sono anche escluse dalla “Ztl Ambientale” alcuni tratti stradali:

per la provenienza Diano – frazione Ricca d’Alba in direzione corso Cortemilia: corso Langhe, corso Enotria, Strada Cauda, via Franco Centro, corso Europa, via Dario Scaglione, incrocio rotatorio di via Ognissanti, con destinazione Tangenziale;

per la provenienza Località Altavilla / Madonna Como e San Rocco Seno d’Elvio direzione obbligatoria per Strada Serre, via Santa Margherita, via Rio Misureto, corso Enotria, Strada Cauda, via Franco Centro, corso Europa, via Dario Scaglione incrocio rotatoria di via Ognissanti, con destinazione Tangenziale;

provenienza incrocio rotatorio via Dario Scaglione / Via Ognissanti direzione piazzale Ferrero parcheggio antistante Società Ferrero S.p.A.

Il “semaforo” rientra nei provvedimenti della Regione Piemonte applicati obbligatoriamente alle aree urbane dei comuni facenti parte dell’agglomerato di Torino e alle aree urbane dei comuni con popolazione superiore a 20 mila abitanti. Sono obbligatorie nei comuni di cui sopra e in cui è operativo un servizio di trasporto pubblico locale.

«Trattasi di un provvedimento obbligatorio per le regioni – dichiarano il Sindaco Maurizio Marello e l’Assessore all’Ambiente del Comune di Alba Massimo Scavino - e conseguentemente le amministrazioni del bacino Padano in procedura di infrazione rispetto agli sforamenti consentiti dalla comunità europea. La Città di Alba, seppur in un quadro di criticità che ancora permane specialmente in situazioni di eccezionalità climatiche, ha sensibilmente migliorato nel corso degli ultimi anni i suoi livelli di sforamento. Ci auguriamo che questo provvedimento padano sia l'inizio di auspicabili politiche strutturali sovraregionali per contrastare in modo più efficace la problematica delle pm10».

Ulteriori dettagli sull’ordinanza “Adozione misure temporanee sulla circolazione stradale in attuazione dell’Accordo di Programma per l’adozione coordinata e congiunta di misure per il miglioramento della qualità dell’aria del Bacino Padano ed in conformità alla D.G.R. della Regione Piemonte n. 42-5805 del 20/10/2017”, pubblicata sul sito web www.comune.alba.cn.it.
++++++++++++

Alba: commemorazione per le vittime dell’alluvione del 1994, sabato 4 novembre alle ore 17.30

Sabato 4 novembre alle ore 17.30 il Comune di Alba in collaborazione con le associazioni di Protezione Civile commemora le vittime dell’alluvione del 1994.

La celebrazione inizierà con un momento di ricordo sotto i portici del Palazzo comunale in piazza Risorgimento. Poi, il corteo si dirigerà verso via Cavour e corso Torino per arrivare fino al vecchio ponte sul Tanaro dove sarà lanciata una corona di fiori sul fiume.

Saranno ricordate così le vittime del 5 e 6 novembre del 1994 quando Alba fu travolta dai fiumi Tanaro e Talloria con morti ed ingenti danni al territorio. In quella tragedia persero la vita Caterina Giobergia e Felicita Bongiovanni morte all’interno della casa di riposo Ottolenghi, Maria Magliano Sobrino e il nipotino Riccardo Sobrino travolti dall’acqua in via Piera Cillario, i coniugi Daniele Vola e Daniela Mascarello sommersi presso la ditta Aimeri, Emiliano Rossano di Macellai travolto dalla piena del Tanaro nella zona del ponte nuovo della tangenziale di Alba, i coniugi Carmine Iannone e Maria Di Paola di Nichelino morti per l’alluvione sulla tangenziale di Alba.
++++++++++++++++


Alba: siglato il gemellaggio tra la città e Giresun

La Città di Alba ha la settima città gemella. È la città turca Giresun. Venerdì 6 ottobre è stato formalmente siglato il gemellaggio. La firma tra il Sindaco di Alba Maurizio Marello affiancato dall’assessore ai Gemellaggi Anna Chiara Cavallotto ed il Sindaco di Giresun Kerim Aksu sul palco del Teatro Sociale “G. Busca” di Alba durante l’inaugurazione dell’87esima edizione della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba.

Un patto di amicizia tra le due città per favorire lo scambio di conoscenze ed esperienze e la nascita di solidi e duraturi legami di carattere sociale, culturale ed economico tra i cittadini ed un altro paese straniero. L’intento è coltivare la vocazione dell’internazionalità ampliando gli orizzonti albesi e contemporaneamente far conoscere a cittadini stranieri Alba, la sua cultura e le sue tradizioni.


Photo Credits: Beppe Malò che ringraziamo

Il patto di gemellaggio è nato dopo un dialogo tra le due città iniziato nel marzo scorso con la visita del Sindaco Maurizio Marello, dell’assessore Anna Chiara Cavallotto e del presidente dell’Ente Fiera della Nocciola Flavio Borgna a Giresun. Dopo l’incontro con la cittadina turca, la decisione del gemellaggio approvata all’unanimità dal Consiglio comunale albese il 21 luglio 2017.

«Abbiamo conosciuto questa cittadina – ha spiegato il Sindaco Maurizio Marello al pubblico – e abbiamo scoperto di avere in comune la nocciola. Abbiamo anche incontrato una città occidentale, ricchissima di arte e cultura che ha un Sindaco, Kerim Aksu, molto popolare che mi ha espresso la volontà di costruire un ponte verso di noi e verso l’Europa. Quindi, il Consiglio comunale albese ha deciso all’unanimità che era l’occasione buona per il settimo gemellaggio della nostra città. Ci sembra significativo e anche un po’ coraggioso gettare un ponte verso mondi che spesso sembrano lontani ma che abbiamo bisogno di avvicinare attraverso la fratellanza delle persone. Un gemellaggio è fatto per la pace e per la fraternità».

«Forse le nostre geografie sono differenti - ha sottolineato il Sindaco di Giresum Kerim Aksu - ma non dobbiamo dimenticare che siamo cittadini del mondo e di conseguenza dobbiamo gettare le fondamenta per creare ponti tra noi popoli. I miei vivissimi auguri per una buona ripresa a Norcia».

La delegazione turca composta da otto persone è arrivata ad Alba giovedì 5 ottobre. Nel pomeriggio l’accoglienza formale nella sala Consiglio “Teodoro Bubbio” del Palazzo comunale mentre la firma del gemellaggio è stata voluta durante l’inaugurazione della Fiera davanti a molti sindaci del territorio di Langhe e Roero e numerose personalità istituzionali. Prima della sigla sul documento, un video ha presentato al pubblico la città di Giresun. Oltre che con Giresun, Alba è anche gemellata con Medford, Banská Býstrica, Böblingen, Beausoleil, Arlon e Sant Cugat. +++++++++++++++

AGGIORNATO IL
21/11/2017 11:42:57

L'INFORMAZIONE

RUBRICHE